Frittelle di cavolfiore

Le frittelle di cavolfiore sono un secondo piatto realizzato con ingredienti semplici ma che insieme danno vita a un vero trionfo di sapori. Ecco la ricetta ed alcuni consigli utili

Frittelle di cavolfiore
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le frittelle di cavolfiore sono secondo piatto o un antipasto molto gustoso ma semplice e veloce da realizzare. E’ una ricetta ideale da preparare per chi non ama le verdure e, nello specifico, il cavolfiore: il suo gusto è infatti in parte coperto dal sapore del formaggio, del prezzemolo e da quello della frittura. E’ un piatto piuttosto appetitoso, adatto al periodo in cui il cavolfiore è di stagione. E’ un’ottima idea per cucinare la verdura in modo molto sfizioso e saporito.

Vediamo quindi come prepare le frittelle di cavolfiore.

Ingredienti

  • 500 g di cavolfiori
  • 4 cucchiai di farina 00
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di grana padano
  • q.b di prezzemolo
  • q.b di pepe
  • q.b di sale

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle frittelle di cavolfiore bisogna partire proprio dalla pulizia del cavolfiore. Eliminate le foglie e il gambo centrale, quindi tagliate le cimette. Cuocetele in abbondante acqua salata e quando saranno cotte, lasciatele raffreddare in un colapasta in modo tale che perdano tutto il liquido in eccesso.

Una volta raffreddate per bene, trasferitele in una ciotola e schiacciatele con una forchetta. Unitevi a questo punto la farina, l’uovo e il grana padano grattugiato e mescolate bene. Sminuzzate nel frattempo abbondante prezzemolo e aggiungete anche questo al composto. Regolate di sale e di pepe e amalgamate tutti gli ingredienti. 

Scaldate nel frattempo abbondante olio di semi in una padella abbastanza capiente. Quando avrà raggiunto la giusta temperatura, prelevate con un cucchiaio una porzione di impasto e con un altro cucchiaio aiutatevi ad immergere la frittella nell’olio. Schiacciatela leggermente per darle una forma appiattita e fate cuocere qualche minuto per lato. Continuate allo stesso modo con tutte le altre frittelle.

Adagiatele su carta assorbente per far colare l’olio in eccesso e servitele, appena fritte oppure tiepide.

In alternativa potete servire delle frittelle di patate o dei cestini di brisée ripieni.

Conservazione

Le frittelle di cavolfiore vanno consumate ben calde dopo la preparazione ma si possono conservare per un giorno circa in un contenitore ermetico. Prima di servirle andranno, però, nuovamente scaldate.

I consigli di Sanny - Organizzo e Cucino

Bisogna fare molta attenzione alla cottura delle frittelle perché se l'olio è eccessivamente caldo oppure la fiamma è molto alta si rischia di bruciare l'esterno e lasciare crudo l'interno. Il consiglio è quindi quello di tenere la fiamma media e fare scaldare appena l'olio, tendendo poi sempre d'occhio la cottura.

Altre ricette di Antipasti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!