Peperoni sott’olio

I peperoni sott'olio sono un antipasto gustoso e saporito, che può essere conservato per diversi mesi. Vediamo come cucinarli e soprattutto qualche consiglio per farli mantenere nel tempo buoni come quando li abbiamo preparati

Peperoni sott’olio
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I peperoni sott’olio sono una conserva decisamente gustosa, che si prepara solitamente a settembre e che vi permetterà di assaporare il sapore dei peperoni tutto l’anno con molta praticità. Realizzare i peperoni sott’olio è molto semplice. Bisognerà cuocerli e poi riporli in dei barattoli con dell’olio e dell’aceto. In questo modo si manterranno per mesi e saranno sempre un’ottima idea da servire ai nostri ospiti. Vediamo, quindi, insieme come preparare degli ottimi peperoni sott’olio.

Ingredienti

  • 1 kg di peperoni rossi e gialli
  • 500 ml di aceto di vino bianco
  • 100 ml di olio extravergine d’oliva
  • qualche foglia di menta
  • 4 spicchi d’aglio
  • sale q.b.

Peperoni-sott-olio-92856

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei peperoni sott’olio dovete partire proprio dai peperoni, che andranno messi in forno su una teglia foderata con della carta da forno per mezzora circa a 250 gradi. Rigirateli durante la cottura perché, vista l’alta temperatura potrebbero bruciarsi in superficie.

Quando la pelle dei peperoni inizierà a prendere colore toglieteli dal forno ed inseriteli all’interno di un sacchetto di plastica per alimenti, che dovrete chiudere per bene con un nodo. Fate rimanere i peperoni all’interno della busta per circa mezz’ora. In questo modo, il vapore che si creerà all’interno della busta farà staccare perfettamente la pelle dei peperoni, che vi riuscirà così facile eliminare.

Togliete, quindi, i peperoni dal sacchetto, eliminate la pelle, il peduncolo ed i semi presenti all’interno con molta cura, così da eliminarli tutti per bene. Riducete, quindi, i vostri peperoni in filetti più piccoli, anche sfilacciandoli semplicemente con le mani.

I peperoni sono quindi pronti per cui non resta che dedicarsi ai vasetti. Perché i vostri peperoni sott’olio si mantengano perfetti nel corso dei mesi a venire è importante che i vasetti in cui andrete a riporli siano stati sterilizzati per bene. Metteteli, quindi, all’interno di una pentola con acqua calda ad ebollizione e fateli rimanere così per una decina di minuti. In alternativa potete inserirli all’interno del forno ben caldo sempre per lo stesso lasso di tempo.

Inserite, quindi, i peperoni all’interno dei vasetti, che avrete asciugato con molta cura così da eliminare ogni residuo di acqua, ed aggiungete anche l’aglio intero ma schiacciato, le foglie di menta e l’olio extravergine d’oliva. Terminate aggiungendo un pizzico di sale e l’aceto.

Fatto questo non resta che chiudere i vasetti di peperoni sott’olio con il loro tappo e capovolgerli su un canovaccio aspettando che si freddino. In questo modo si verrà a creare il sottovuoto essenziale perché si mantengano perfetti nei mesi a venire e non si deteriorino.

I peperoni sott’olio sono quindi pronti ed andranno consumati non prima di un paio di settimane di riposo così che i peperoni si gustino perfettamente di tutti i sapori e gli odori inseriti all’interno.

Peperoni-sott-olio-92856

Consigli e varianti

Per la buona riuscita dei peperoni sott’olio è importante che gli ortaggi che sceglierete siano ben freschi e soprattutto senza macchie o difetti di alcun tipo.

I peperoni sotto’olio sono davvero un’ottima idea per delle conserve che durino tutto l’anno. In alternativa però, potete servire dei peperoni appena preparati magari servendo una peperonata, dei peperoni con patate o degli involtini di peperoni. Tutti piatti davvero incredibilmente gustosi e saporiti.

Conservazione

I peperoni sott’olio si conservano per diversi mesi, se tenuti in un luogo buio e fresco. Una volta aperto andranno tenuti in frigorifero, rabboccando con dell’altro olio ed ceto perché i peperoni siano sempre coperti perfettamente. Una volta aperti i peperoni sott’olio vanno consumati entro un paio di settimane.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!