Piadipizza in padella

La piadipizza in padella è una variante della classica pizza margherita realizzata utilizzando come base una piadina romagnola. Ecco la ricetta ed alcuni consigli

Piadipizza in padella
Difficoltà
Preparazione
Cottura
1 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La piadipizza in padella è un piatto molto appetitoso che unisce l’inconfondibile sapore della pizza alla praticità della piadina. La piadipizza si realizza in breve tempo, necessita di pochi e semplici ingredienti ed il suo gusto è apprezzato proprio da tutti, grandi e piccoli.

Non serve accendere il forno perchè la cottura avviene in padella in pochi minuti e proprio per questo motivo è una ricetta salvacena, perfetta nelle occasioni in cui si ha poco tempo a disposizione per cucinare.

Vediamo quindi come realizzare la piadipizza in padella.

Ingredienti

  • 1 piadina
  • 300 ml di passata di pomodoro
  • 2 mozzarella
  • 1 spicchio d’aglio
  • q.b di sale
  • q.b di origano
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Per iniziare la preparazione della piadipizza in padella dovete innanzitutto sbriciolare con le mani la mozzarella e disporla su un colapasta, in modo tale che rilasci l’acqua in eccesso.

Prendete un piccolo tegame e versate la passata di pomodoro insieme ad uno spicchio d’aglio, quindi fate cuocere a fiamma moderata per 12 minuti circa. Questo passaggio permetterà alla passata di pomodoro di restringersi ed evitare che risulti eccessivamente liquida per la cottura della piadina.

Trascorso il tempo di cottura, spegnete la fiamma e insaporite con il sale.

Ponete sul fuoco una padella antiaderente abbastanza ampia e fatela riscaldare. Adagiatevi la piadina e procedete con l’assemblaggio della piadipizza: disponete la passata di pomodoro con un cucchiaio lasciando qualche millimetro scoperto sui bordi ed aggiungete anche la mozzarella avendo cura di coprire un po’ tutta la superficie.

Piadipizza in padella

A questo punto mettete il coperchio e lasciate che la mozzarella si sciolga, ci vorranno all’incirca 8 minuti. Lasciate comunque la fiamma moderata e controllate di tanto in tanto la cottura, abbassando ulteriormente la fiamma, se necessario.

Trasferite la piadipizza su un piatto largo e conditela con un filo d’olio e un po’ di origano. 

In alternativa potete preparare una pizza margherita o una piadina romagnola fatta in casa da farcire a vostro piacimento.

Piadipizza in padella

Conservazione

La piadipizza in padella si conserva per al massimo un giorno. L’ideale, però, è consumarla subito.

I consigli di Sanny - Organizzo e Cucino

Potete variare il condimento della piadipizza secondo i vostri gusti, sostituendo ad esempio l'origano con delle foglie di basilico oppure arricchendola con delle fette di prosciutto cotto o crudo, di speck o ancora di bresaola. Ideale da gustare ancora calda per apprezzarne al meglio il sapore ma è altrettanto buona consumata fredda.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!