Polpette di pane al pesto

Le polpette di pane al pesto sono una variante ancora più ricca e profumata delle classiche polpette di pane. Impossibile resistere. Ecco come prepararle

Polpette di pane al pesto
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le polpette di pane al pesto sono un antipasto sfizioso, particolare e costituiscono una variante delle classiche polpette di pane.

Il pane ed i ceci insieme formano una base perfetta per essere arricchita dal sapore intenso e gustoso del pesto alla genovese. Il risultato finale è un piatto dal sapore deciso, dalla consistenza croccante fuori e morbida all’interno che non potrà che conquistarvi.

La preparazione è semplice e può essere variata in tanti modi, realizzando le polpette al forno oppure friggendole per renderle ancora più croccanti.

Vediamo, quindi, insieme come preparare delle ottime polpette di pane al pesto.

Ingredienti

  • 300 g di pane da sandwich
  • 200 g di ceci
  • 200 ml di latte
  • 60 g di parmigiano reggiano
  • 1 uovo
  • 2 spicchi di aglio
  • q.b di sale
  • q.b di prezzemolo
  • q.b di olio extravergine d’oliva

Ingredienti per la panatura

  • 2 uova
  • q.b di farina 00
  • q.b di pangrattato

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle polpette di pane al pesto dovete partire dal pane. Questo, infatti, andrà ridotto in piccoli pezzi e poi messo in una ciotola con il latte. Schiacciate bene con una forchetta così da fare in modo che tutto il pane venga impregnato perfettamente. E’ sempre consigliabile aggiungere il latte poco per volta perché a seconda del tipo di pane utilizzato potrà servirvene una quantità inferiore.

Fate riposare r nel frattempo dedicatevi ai ceci, che in questo caso sono stati già cotti e che andranno frullati al mixer così da ottenere una purea. Potete anche decidere di preparare i ceci voi stessi, mettendo in ammollo la sera prima e poi cuocendoli fino a cottura ultimata procedendo poi con il passaggio al mixer.

La purea di ceci andrà aggiunta in una ciotola insieme al pane. Aggiungete anche l’uovo, il formaggio grattugiato, dell’olio extravergine d’oliva, 2 spicchi d’aglio precedentemente tritati ed il prezzemolo. Amalgamate per bene il tutto fino a quando avrete ottenuto un composto perfettamente compatto ed a questo punto aggiungete anche qualche cucchiaio di pesto alla genovese.

Lavorate ancora per qualche secondo fino a quando avrete ottenuto un composto omogeneo in cui anche il pesto si è perfettamente integrato.

A questo punto non vi resta che ricavare delle piccole porzioni dell’impasto appena preparato ed andare a realizzare le vostre polpette facendo roteare l’impasto tra le mani. In questo modo avrete dato una forma perfettamente sferica alle vostre polpette.

Non vi resta quindi che passare alla panatura che deve avvenire dapprima nella farina 00, poi nell’uovo sbattuto con un pizzico di sale ed infine nel pangrattato. Se volete una panatura ancora più consistente potete ripassare le polpette nuovamente nell’olio e poi nel pangrattato, cercando di far aderire bene tutta la panatura all’intera superficie.

Le polpette di pane al pesto sono quindi pronte per essere fritte in olio ben caldo. Una volta cotte e ben dorate le polpette di pane al pesto andranno scolate e adagiate su un piatto coperto con carta assorbente così che perdano l’olio in eccesso. Non resta quindi che servire le vostre polpette.

In alternativa potete preparare delle polpette di pane ripiene o dei rotolini di pane.

Polpette di pane al pesto

Conservazione

Le polpette di pane al pesto sono ottime da consumare ben calde subito dopo la loro preparazione ma possono essere conservate per al massimo un giorno in frigorifero coperta con della pellicola trasparente i chiuse all’interno di un contenitore ermetico.

I consigli di Fidelity Cucina

Se volete rendere questa preparazione più leggera potete cuocere le polpette in forno a 180°C per circa 20 minuti o fino a totale doratura. In questo caso cospargete con dell'olio prima di mettere in forno. È importante che l'olio per la frittura non sia troppo caldo per cui attestatevi su una temperatura di circa 170°C per un risultato ottimale, altrimenti rischiereste di avere una parte esterna troppo scura e l'interno ancora crudo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!