Come fare la frittata di patate con il Bimby

La frittata di patate è una ricetta tra le più amate in tutto il mondo. Ecco la ricetta per realizzarla utilizzando il Bimby

Come fare la frittata di patate con il Bimby
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La frittata di patate è un piatto molto amato e consumato in tutto il mondo. La sua preparazione, solitamente, prevede la frittura delle patate prima di poter procedere alla realizzazione vera e propria, ma grazie al Bimby sarà possibile fare tutto questo senza utilizzare tantissime stoviglie, ma soprattutto anche con un minore apporto di grassi. In questo modo la frittata di patate risulterà un piatto particolarmente leggero da poter consumare senza troppi sensi di colpa. La cottura con il Varoma, infatti, conferisce comunque gusto non rinunciando alla leggerezza. Esistono tante varianti della frittata di patate. C’è chi preferisce aggiungere il prezzemolo o chi ama aggiungere altri tipi di formaggio oltre al semplice parmigiano, per rendere la frittata di patate ancora più saporita. Vediamo, adesso, però nello specifico la ricetta tradizionale della frittata di patate utilizzando il Bimby.

frittata-patate-32600

Ingredienti

  • 4 patate medie
  • ½ cipolla
  • 40 di olio extra vergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • 6 uova
  • Prezzemolo q.b.
  • 40 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • Pepe q.b.
  • 1 litro di acqua

Preparazione

Come prima cosa quando si vuole preparare una frittata di patate dovete dedicarvi alle patate. Sbucciatele accuratamente e poi tagliatele a cubetti. È importante che i cubetti non siano troppo piccoli perché in fase di cottura si sfalderebbero completamente, ma è anche bene evitare di realizzarli di dimensioni troppo grandi per non allungare inutilmente i tempi di cottura delle patate. Mettete le patate in una ciotola con dell’acqua per almeno 10/15 minuti in modo tale da fargli perdere parte dell’amido che contengono. Passato questo lasso di tempo scolatele ed asciugatele per bene.

Nel frattempo sbucciate la cipolla e mettetela nel boccale per 3 secondi a velocità 7. A questo punto, aiutandovi con una spatola, racimolate la cipolla, che si sarà raggruppata tutta sui bordi, ed aggiungete l’olio. Soffriggete per 3 minuti a 100° con velocità 1. Dopodiché aggiungete le patate e salate a vostro piacimento. Cuocete per 8 minuti a 90° a velocità 2. Mettete il tutto in una ciotola ben capiente e lasciate intiepidire per bene prima di iniziare la preparazione della frittata. Infatti, il contatto delle patate con le uova in questo momento farebbe creare dei grumi a causa dell’alta temperatura.

Lavate per bene il boccale, che avete appena utilizzato, e aggiungetevi le uova, il parmigiano, il prezzemolo, sale e pepe a piacimento e fate andare il tutto per 20 secondi a velocità da 3 a 4. A questo punto versate all’interno anche le patate, che abbiamo cotto prima con la cipolla e mescolate per 20 secondi a velocità 1. In questo modo i due composti si amalgameranno per bene prima di iniziare la cottura della frittata di patate.

Adesso lavate il boccale, versate l’acqua e chiudete bene il coperchio. Posizionate, quindi, sopra il Varoma. Prendete un foglio di carta forno, bagnatelo e dopo strizzatelo per bene ed utilizzatelo per foderare il vassoio del Varoma. A questo punto versatevi sopra il composto e cuocete per 20 minuti a Temperatura Varoma velocità 1.

A questo punto non resta che aspettare il tempo di cottura. Ovviamente i tempi possono variare a seconda dei gusti e di tanti fattori, per cui se passati i 20 minuti la frittata di patate dovesse sembrarvi ancora troppo bagnata potete prolungare la cottura di altri 5 o 10 minuti, a seconda dei casi. Oppure, potete metterla in una pirofila e metterla in forno con funzione grill per qualche minuti per asciugarla per bene e darle il tipico aspetto dorato della frittata di patate. È importantissimo non dimenticare di posizionare la carta forno prima di versare il composto per evitare che la vostra frittata di patate si possa attaccare sul fondo.

A questo punto la frittata di patate è pronta e può essere servita. Solitamente si consuma calda, ma molti preferiscono farla riposare un paio di minuti e consumarla tiepida o addirittura a temperatura ambiente. In quel caso, avendo avuto modo di riposare, la vostra torta di patate avrà un aspetto ancora più compatto e fermo, rispetto a quando viene consumata ancora ben calda.

Varianti e consigli

Come anticipato all’inizio, si può decidere di aggiungere una quantità maggiore di formaggio oppure decidere di utilizzarne un tipo diverso. La ricetta originale vuole il parmigiano reggiano o il grana, ma si può utilizzare anche pecorino o un mix di formaggi, a seconda dei gusti. Inoltre, per rendere più mediterranea la frittata di patate, si può decidere di aggiungere qualche pomodorino ciliegino ben maturo a metà cottura. I pomodorini andranno ben lavati e tagliati in pezzettini prima di essere aggiunti al composto. Inoltre, in questo caso è bene sostituire il prezzemolo con il basilico. Anche il prezzemolo spesso è oggetto di discussione nella preparazione della frittata di patate, dal momento che molti preferiscono non aggiungerlo. Omettere questo ingrediente, comunque, non cambia le dosi o i tempi di cottura per la realizzazione della frittata di patata. Altri, invece, preferiscono aggiungere della menta al posto del basilico, pre rendere la frittata di patate più estiva e fresca.

Per chi volesse una frittata di patate ancora più leggera di quella descritta in questa ricetta, si potrà evitare di soffriggere la cipolla con l’olio, ma potete tagliarla a fettine sottili ed aggiungere dell’acqua fino a coprire le lame per farla cuocere evitando l’aggiunta di grassi. Andrà cotta per circa 10 minuti a Temperatura Varoma Velocità 1. Anche la cipolla spesso nella preparazione della frittata di patate divide. Coloro che amano particolarmente questo alimento, infatti, preferiscono aumentare le dosi della cipolla, in modo tale da distinguerla nettamente poi quando la fruttata di patate sarà ultimata.

È possibile aggiungere anche del pan grattato alla preparazione della frittata di patate. La sua presenza, infatti, renderà la frittata di patate ancora più compatta e serrata. Andrà aggiunto al composto creato utilizzando le uova ed il formaggio. La quantità varia in base alle uova utilizzate, ma solitamente basta uno o due cucchiai da tavola di pan grattato per ottenere un risultato ancora migliore.

In ogni caso, comunque, la frittata di patate costituisce un classico che in ogni regione d’Italia e molto apprezzato, senza dimenticare che sono tantissimi anche i paesi esteri che la consumano giornalmente. In molti casi, ovviamente, a seconda dei paesi si possono trovare delle piccole differenze, ma il piatto rimane sempre questo.

frittata-patate-32600

Altre ricette interessanti con il Bimby:

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!