Crostata con chiboust e frutti di bosco

La crostata con chiboust e frutti di bosco è perfetta per terminare un pasto, da presentare in occasioni particolari e per tantissime situazioni diverse. Ecco la ricetta

Crostata con chiboust e frutti di bosco
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La crostata con chiboust e frutti di bosco è un ottimo dessert adatto come fine pasto, dal sapore leggero, arricchito con il contrasto tra la crema chiboust e la freschezza acidula dei frutti di bosco. Il croccante della frolla si sposa bene con le consistenze morbide e avvolgenti della chiboust e dei frutti di bosco.

Preparate la frolla in anticipo, oppure per semplicità acquiastatela già pronta, e potrete semplificare le procedure di preparazione e diminuire il tempo per realizzare questo dessert. Adatto a tutte le stagioni, per concludere un pranzo o una cena, per una merenda ricca o per un festeggiamento speciale.

Vediamo, quindi, come preparare questo dolce ed alcuni consigli utili.

Ingredienti

  • 300 g di pasta frolla

Ingredienti per la crema chiboust

  • 6 tuorli
  • 500 ml di latte
  • 125 g di zucchero
  • 20 g di amido di mais
  • 20 g di amido di riso
  • q.b di vaniglia
  • 4 g di colla di pesce
  • 160 g di zucchero
  • 40 ml di acqua
  • 105 g di albumi

Ingredienti per decorare

  • 100 g di frutti di bosco
  • q.b di marmellata di frutti di bosco

Preparazione

Per preparare la crostata con chiboust e frutti di bosco iniziate dalla preparazione della crema pasticcera che poi dovrà freddare.

In una casseruola capiente mettete a sobbollire il latte per la crema pasticcera, a parte in una ciotola montate tuorli e zucchero con i semi di vaniglia, poi aggiungete i due amidi setacciati e amalgamate. Quando il latte sarà a bollore, stemperate il composto di uovo con un po’ di latte caldo e poi versate il pastello in casseruola con il latte. Mescolate continuamente con la frusta fino a che non si addenserà completamente. Versare in un contenitore basso e largo, coprire con pellicola a contatto e mettere la crema pasticcera a raffreddare.

Intanto scaldate il forno a 175°C. Stendete la frolla dello spessore di 4 mm e rivestiteci uno stampo rettangolare 40x15cm, oppure rotondo del diametro di 20 cm. Infornate e cuocete per circa 12-15 minuti, fino a che la frolla risulterà dorata. Estraete dal forno e fate freddare il guscio.

Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda e intanto preparate la meringa. In planetaria mettete gli albumi a montare, mentre in un pentolino fate sciogliere l’acqua con lo zucchero finchè raggiungerà il bollore creando delle piccole bolle. A questo punto versate a filo lo zucchero dentro gli albumi che stanno montando e aumentate la velocità della frusta, continuate per diversi minuti finchè la meringa diventerà spumosa e lucida e le pareti della ciotola si saranno raffreddate.

Crostata con chiboust e frutti di bosco

Fate scaldare due cucchiai di crema pasticcera, scioglieteci dentro la colla ben strizzata e poi unite a 350 grammi di crema fredda mescolando bene. Con movimenti dall’alto verso il basso, incorporate la meringa all crema pasticcera, facendo attenzione a non smontare il composto. Fate raffreddare la chiboust in frigo per circa 15 minuti.

Intanto cospargete il fondo del guscio di frolla con della confettura di frutti di bosco, poi riempite la base con la crema chiboust fermandovi un pochino prima della fine del bordo. Cospargete con frutti di bosco, poi inserite la chibouste in una sac à poche e create dei ciuffi voluminosi sulla superficie, abbondando con le dosi. Mettere in frigo per almeno due ore.

Decorare la superficie con frutti di bosco freschi e cospargete con della gelatina neutra spray se ci sono dei frutti tagliati che si potrebbero ossidare. Conservare in frigo fino al momento di servire.

In alternativa potete preparare una classica crostata alla frutta o una crostata di marmellata, altro classico che piace sempre.

Crostata con chiboust e frutti di bosco

Conservazione

La crostata con chiboust e frutti di bosco si conserva per alcuni giorni in frigorifero sotto una campana di vetro o all’interno di un contenitore ermetico.

I consigli di Alice - Il Dolce Di Alice

Questa crostata, a differenza di quella con crema chantilly, può essere congelata. Se avanzano gli ingredienti potrete realizzarne un altra o altre più piccole e conservare in freezer per 30 gg in caso di emergenza ospiti! Preparate anche la crema in anticipo, potrete anche congelarla e scongelarne la dose necessaria al momento del bisogno.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!