Crostata di nocciole con ganache fondente

La crostata di nocciole con ganache fondente è un dolce profumato, cremoso e molto semplice da realizzare. Ecco la ricetta

Crostata di nocciole con ganache fondente
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Semplicissima, molto veloce, incredibilmente buona, profumata e intensa. La crostata di nocciole con ganache fondente è una crostata molto gustosa e dalla preparazione con pochissimi passaggi, la cui bontà è data dalla semplicità e dalla qualità degli ingredienti.

Ottima come fine pasto, accompagnata da un bicchierino di liquore, come merenda o come colazione, ma anche adattissima per fare un figurone quando avete ospiti o da portare in omaggio a casa di amici: il cioccolato metterà comunque tutti d’accordo, grandi e piccini!

Vediamo, quindi, insieme come prepararla.

Ingredienti per la base

  • 240 g di farina 00
  • 60 g di nocciole
  • 100 g di zucchero a velo
  • 3 tuorli
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la ganache al cioccolato

  • 200 ml di panna
  • 200 g di cioccolato extra fondente

Preparazione

Per preparare crostata di nocciole con ganache fondente innanzitutto partite con la prepararzione della pasta frolla alle nocciole. Prendete le nocciole e in un pentolino a fiamma bassissima lasciate che si scaldino leggermente affinchè liberino gli olii e l’aroma. Versatele in un mixer e frullate fino a ridurle in polvere.

Unite le nocciole tritate a polvere alla farina 00 e al pizzico di sale. Versate queste polveri sul piano di lavoro e fate un buco al centro, versateci lo zucchero a velo e allargate ancora per creare uno spazio dove adagerete il burro e i tuorli. Iniziate a impastare con una mano solo il burro e i tuorli, schiacciando tra le dita per amalgamare e incorporare le uova al burro. Una volta che il composto avrà un colore omogeneo iniziate a incorporare lo zucchero a velo prendendolo con la mano e amalgamandolo al composto di burro e uova. 

A questo punto iniziate a incorporare la farina passandola tra le mani per staccare il burro rimasto attaccato e incorporate la farina finchè il composto non si addensa in una palla: lavoratela poco, finchè non diventa di colore omogeneo e avvolgete nella pellicola, schiacciando leggermente la massa per farla freddare in frigorifero almeno un’ora.

Intanto occupatevi della ganache. Mettete il latte in un pentolino a scaldare e intanto tritate il cioccolato con un coltello, mettendolo in una ciotola capiente. Quando il latte sobbolle, spegnete la fiamma e versate il latte molto caldo sul cioccolato coprendolo completamente, lasciate così per un minuto poi mescolate bene con una frusta per far sciogliere completamente il cioccolato e incorporare il latte.

Imburrate e infarinate una teglia del diametro 24 cm e accendete il forno preriscaldandolo a 175°C. Tirate fuori la frolla e stendetela con l’aiuto di un mattarello e poca farina fino a uno spessore di 4 o 5 mm, adagiate sullo stampo, fate aderire bene la base e i bordi, togliete la pasta in eccesso e bucherellate la base con i rebbi di una forchetta. Fate aderire un foglio di carta forno sulla frolla, magari aiutandovi con il peso di fagioli secchi o riso e infornate per circa 20 minuti. Dopo circa 15 minuti rimuovete il foglio di carta forno e ultimate la cottura.

Tirate fuori la base e lasciate raffreddare, poi sformate e versate la ganache ancora morbida sulla base fino a riempire. Mettere in frigo a raffreddare e tirare fuori una mezz’ora prima di servirla.

In alternativa potete servire una crostata al cioccolato o una crostata di Nutella.

Conservazione

La crostata di nocciole con ganache fondente si conserva per 3-4 giorni.

I consigli di Alice - Il Dolce Di Alice

Potete preparare la frolla anche qualche giorno prima e conservarla in frigo fino al momento dell'uso. Se avanzerà la pasta, avvolgetela nella pellicola e conservatela in freezer. Un modo alternativo all'uso della carta forno e dei pesi è quello di congelare lo stampo con la pasta stesa e bucherellata, quando la infornerete questa differenza di temperatura impedirà ai bordi di crollare.

Altre ricette di Dolci
Commenti
Francesco Fasanaro

31 maggio 2016 - 23:39:10

mmmmmmm

0
Rispondi