Gueffus

I gueffus sono dei dolcetti tipici della Sardegna, che per il loro aspetto simile ad una caramella piaceranno molto anche ai bambini. Ecco la ricetta

Gueffus
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I Gueffus sono dei dolci tipici della Sardegna che di solito vengono fatti nelle feste di paese o ricorrenze. Si tratta di piccole palline di pasta di mandorla avvolte in alcuni pezzi di carta velina colorata e chiusi come fossero delle caramella.

A seconda delle zone della Sardegna ci sono alcune varianti. Ad esempio nella zona di Carbonia dopo aver fatto le palline queste vengono immerse per alcuni secondi nell’alchermes e poi nello zucchero semolato mentre nella zona dell’Ogliastra li fanno rotolare nello zucchero a velo.

Vediamo la ricetta per prepararli.

Ingredienti

  • 250 g di mandorle
  • 150 g di zucchero
  • 30 g di acqua di fiori d’arancio.

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei gueffus in un pentolino mettete 150 g di zucchero e un cucchiaio e mezzo di acqua di fiori d’arancio.

Fate formare uno sciroppo denso cuocendo a fiamma alta sempre continuando a mescolare, appena lo zucchero si sara’ sciolto del tutto aggiungete la farina di mandorle, precedentemente ottenuta triturandole al mixer (oppure potete comprarla già pronta nei negozi di articoli di pasticceria). Continuate la cottura sempre mescolando: l’impasto dovrà asciugarsi un bel po e staccarsi bene dalle pareti, ma la sua consistenza sarà sempre leggermente appiccicosa.

Mettete in una ciotola a freddare per almeno 15-20 minuti. A questo punto bisogna inumidirsi le mani o con dell’acqua o con del liquore a piacere, se volete aromatizzarle anche un pò nel gusto, e creatre delle palline grandi come una noce.

Passatele nello zucchero a velo o nello zucchero semolato (i due procedimenti variano a seconda della zona della Sardegna) e incartatele con della carta velina colorata che avrete precedentemente tagliato prima a quadretti e poi a striscioline sottili lungo entrambi i lati e richiudete come fossero delle caramelle.

In alternativa potete servire delle paste di mandorla o degli amaretti morbidii.

Conservazione

I gueffus si conservano per diversi giorni chiusi all’interno di un contenitore ermetico.

I consigli di Ombretta

Vi consiglio di non fare le palline quando l'impasto è caldo perchè rischiate di bruciarvi e le palline non vengono neanche bene perchè non riuscirete ad arrotolare bene nè tra le mani nè nello zucchero. Inoltre, se sono troppo calde lo zucchero a velo non si attaccherà.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!