Dolci   •   Torte

Pastiera napoletana senza canditi

La pastiera napoletana senza canditi è una variante della classica pastiera ideale per chi non gradisce la frutta candita. Ecco come prepararla

Pastiera napoletana senza canditi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pastiera napoletana è uno dei dolci per eccellenza della tradizione campana. La pastiera napoletana senza canditi è una versione alternativa a quella classica: non contiene i canditi, il che è un vantaggio per chi ama questo dolce ma non gradisce i pezzi di frutta al suo interno ed inoltre il grano, che è il suo ingrediente principale insieme alla ricotta, viene frullato, per ottenere un ripieno denso e dalla consistenza delicata ma che mantenga comunque il gusto, il sapore e i profumi di quello tradizionale.

Vediamo, quindi, come preparare questo dolce.

Ingredienti per la frolla

  • 500 g di farina 00
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro
  • 3 uova
  • q.b di scorza d’arancia

Ingredienti per il ripieno

  • 580 g di grano precotto
  • 500 ml di latte
  • 350 g di zucchero
  • 500 g di ricotta
  • 6 uova
  • 1 fialetta di fiori d’arancio
  • 1 scorza di limone
  • 2 bustine di vanillina

Ingredienti per spolverizzare

  • q.b. di zucchero a velo

Preparazione

Per iniziare la preparazione della pastiera napoletana senza canditi è necessario partire dal ripieno, cosicchè possa intiepidirsi.

Prendete quindi un tegame abbastanza capiente e versate il grano precotto insieme a 250 ml di latte, 1 cucchiaio di zucchero (preso dal peso totale),  metà fialetta di aroma di fior d’arancio, la buccia intera di un limone biologico e un pizzico di sale.

A questo punto accendete la fiamma e mescolate tutti gli ingredienti, quindi lasciate bollire per 10 minuti a fuoco basso. Trascorso il tempo di cottura, eliminate la buccia del limone e lasciate intiepidire, quindi, tritate con il frullatore ad immersione.

Potete ora occuparvi della preparazione della pasta frolla: disponete la farina a fontana e al centro mettete lo zucchero, il burro, le uova e la scorza grattugiata dell’arancia. Lavorate il tutto fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero.

Mentre la pasta frolla si compatta in frigo, procedete con l’assemblaggio del ripieno. Stemperate in una terrina la ricotta con i restanti 250 ml di latte. Separate poi i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve ferma.

Lavorate i tuorli con lo zucchero e il rimanente fior d’arancio, quindi unite la ricotta, la vanillina e la crema di grano. Amalgamate bene gli ingredienti e aggiungete gli albumi, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

Imburrate ed infarinate una teglia dai bordi alti, quindi rivestitela con la pasta frolla precedentemente stesa avendo cura di foderare anche i bordi per evitare che il ripieno fuoriesca.

Versate il composto e decorare con delle strisce sottili di pasta frolla disposte a griglia. Fate cuocere in forno preriscaldato statico a 180°C per circa 60 minuti, fino a quando la superficie avrà assunto un bel colore dorato intenso.

Togliete la teglia dal forno e lasciatela farreddare. Sformate la pastiera e spolverizzatela con un po’ di zucchero a velo setacciato.

In alternativa potete preparare una torta della nonna o una crostata di marmellata, un grande classico che non delude mai.

Conservazione

La pastiera napoletana senza canditi si conserva per 2-3 giorni in un contenitore ermetico o sotto una campana di vetro.

I consigli di Sanny - Organizzo e Cucino

Con queste dosi dovreste ottenere due pastiere, una da 28 cm e l'altra da 22 cm di diametro. Il peso del grano è riferito a quello del barattolo di vetro standard reperibile in tutti i supermercati. Vi consiglio di preparare la pastiera napoletana qualche giorno prima del consumo, in modo tale che si compatti bene e che tutti i sapori si amalgamino alla perfezione.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!