Dolci   •   Torte

Savarin

Il savarin è un dolce di origine francese che ricorda il classico babà al rum ma che viene in questo caso arricchito dalla panna. Vediamo insieme come prepararlo ed alcuni consigli utili per un risultato davvero perfetto

Savarin
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il savarin è un dolce tipicamente francese con una forma circolare ed un buco al centro. Si tratta di un dolce molto goloso, che viene poi arricchito da una bagna al rum e proprio per questo ricorda i famosissimi babà. In questa preparazione, però, si aggiunge un ingredienti ancora più goloso, ovvero la panna. Solitamente viene guarnito con della panna montata o della crema chantilly e proprio per questo è sempre garanzia di grande successo con i propri ospiti. Vediamo, quindi, come preparare un ottimo savarin.

Ingredienti per la biga

  • 150 ml di latte intero
  • 200 g di farina Manitoba
  • 5 g di lievito di birra disidratato

Ingredienti per il savarin

  • 140 g di panna
  • 450 g di farina Manitoba
  • 10 uova
  • 10 g di sale
  • 90 g di zucchero
  • 180 g di burro

Ingredienti per la bagna

  • 2 l di acqua
  • 1 kg di zucchero
  • 50 g di scorza di arancia grattugiata
  • 200 ml di rum

Ingredienti per spennellare

  • 500 ml di panna
  • 150 ml di confettura d’albicocca
  • 6 fragole
  • 100 g di zucchero a velo

Savarin-88108

Preparazione

Per iniziare la preparazione del savarin dovete partire dalla biga. Per fare questo avrete bisogno di una planetaria con il gancio in cui aggiungerete i tre ingredienti che dovrete lavorare fino a quando avrete dato vita ad una palla di impasto morbida e ben liscia. Questa andrà coperta con della pellicola trasparente e messa a lievitare per all’incirca due ore così che raddoppi il suo volume iniziale.

Quando la biga sarà ben lievitata potete aggiungerla in planetaria con la panna, metà delle uova e la farina, che avrete precedentemente setacciato per evitare la formazione di grumi. Azionate quindi la planetaria e fate incorporare tutti gli ingredienti per bene.

Aggiungete, quindi, lo zucchero ed il burro, che deve essere ben morbido, poco alla volta così da farli incorporare per bene. Quando questi due ingredienti saranno ben incorporati potete aggiungere anche il sale. Aggiungete, quindi, anche le altre uova lasciate da parte prima e continuate a lavorare per all’incirca mezzora così da formare un impasto molto elastico e ben morbido.

Quando l’impasto del savarin avrà raggiunto questa consistenza potete versarlo all’interno dell’apposito stampo che avrete imburrato. Utilizzate uno stampo di 22 cm circa così che l’impasto lo riempia per metà perché il savarin dovrà lievitare per un’altra ora così da raddoppiare il suo volume iniziale ed arrivare al bordo dello stampo.

A questo punto il savarin è pronto per essere messo in forno preriscaldato a 180°c per circa un’ora. Quando sarà ben dorato potete sfornare il savarin, toglierlo dallo stampo e lasciarlo freddare per bene.

Mentre aspettate dedicatevi alla realizzazione della bagna. Prendete una pentola ben capiente, aggiungete l’acqua e lo zucchero e fatelo sciogliere per bene. Aggiungete quindi la scorza di arancia, lasciata in fette, e fate arrivare ad ebollizione. Spegnete il fuoco ed aggiungete il rum.

Fatto questo non vi resta che setacciare la confettura di albicocche (cliccate qui per la ricetta), così da renderla perfettamente liscia e senza grumi. Per renderla ancora più liscia potete diluirla con un po’ di bagna così che poi spennellarla sulla superficie del savarin vi risultai più semplice.

Adesso, quando il savarin si sarà freddato immergetelo nella bagna, quando questa è ancora calda, tenendola in infusione per qualche minuti così che si impregni per bene. Scolate il savarin e poi cospargetelo con la confettura preparata prima.

A questo punto non vi resta che passare alla decorazione del savarin. Montate a neve la panna con lo zucchero a velo e tagliate le fragole. Versate con un sac à poche la panna al centro del savarin, andando a riempire il foro centrale e decorate con le fragole in fettina, decorando se lo volete anche la base.

A questo punto il savarin è pronto per essere portato a tavola ai vostri ospiti.

Consigli e varianti

Il savarin può essere farcito e decorato in mille modi diversi. Potete ad esempio utilizzare una crema pasticcera, una crema chantilly o una crema al mascarpone. Tutte creme golosissime.

Il savarin è un’alternativa al classico babà a cui somiglia molto. In alternativa potete servire delle ciambelle fritte o dei cartocci siciliani. Tutti dolci davvero golosi e molto amati.

Conservazione

Il savarin si conserva in frigorifero coperto con della pellicola trasparente o chiuso all’interno di un contenitore ermetico per all’incirca una settimana.

Altre ricette di Dolci
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!