Torta al semolino e ganache fondente

La torta al semolino e ganache fondente è un dolce dagli ingredienti poveri ma che dà vita ad un risultato davvero molto goloso. Ecco la ricetta

Torta al semolino e ganache fondente
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Un classico intramontabile nelle zone di firenze, la torta al semolino con ganache di cioccolato fondente unisce la povertà di ingredienti semplici come il semolino alla prelibatezza di un buon cioccolato fondente e di una profumatissima pasta frolla.

Facile e veloce da preparare, soprattutto se già si ha una dose di frolla pronta all’uso, basteranno pochi passaggi per realizzare questa torta, ottima come fine pasto serale: in piccole monoporzioni se si hanno gli stampi adatti o con un unico stampo da crostata, finirà in un attimo!

Vediamo, quindi, insieme come prepararla.

Ingredienti per la pasta frolla

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di tuorli
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di vanillina

Ingredienti per il ripieno

  • 350 ml di latte
  • 10 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di semolino
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo

Ingredienti per la ganache

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 250 ml di panna

Preparazione

Per iniziare a preparare la torta al semolino con ganache di cioccolato fondente iniziate dalla pasta frolla, se non avete già a disposizione una dose in freezer.

Mettete a fontana la farina sul piano di lavoro, al centro il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, un pizzico di sale, il cucchiaino di vanillina e i tuorli. Iniziate a impastare dal centro, senza incorporare la farina, impastando con la mano per amalgamare bene le parti umide. Quando il composto sarà uniforme, iniziate a incorporare la farina, cercando di mescolare il meno possibile, fino ad ottenere una palla uniforme e liscia. Avvolgete nella pellicola e fate riposare almeno un’ora in frigorifero. Potete prepararla anche uno o due giorni prima, per risparmiare tempo e farla riposare bene, oppure utilizzate una dose che avete già congelata, tirandola fuori dal freezer almeno 2 o 3 ore prima.

Accendete il forno a 175°C, mentre stendete la pasta frolla alta circa 5 millimetri. Imburrate e infarinate lo stampo da 24 cm di diametro, adagiatevi sopra la frolla, facendo aderire bene la pasta ai bordi e sulla base, bucherellatela con i rebbi di una forchetta. Ricoprite con cartaforno facendola aderire bene alla frolla e infornate per circa 15-20 minuti, ricordando dopo metà tempo di rimuovere il foglio di cartaforno. Se usate gli stampini monodose i tempi si riducono a circa 10 minuti di cottura: la regola è sempre quella di cuocere la frolla finchè non è dorata in superficie ed estrarla quando ancora risulta morbida al tatto. Lasciate raffreddare e sformate.

Occupatevi adesso della ganache, in modo che poi abbia il tempo di intiepidirsi un po’. In un pentolino antiaderente fate scaldare bene la panna e intanto tagliate a piccoli pezzi il cioccolato e versateli nella panna caldissima ma non bollente, spegnendo subito la fiamma e mescolando con una frusta. Lasciate riposare il composto nel pentolino. Se volete potete prepararla anche il giorno prima e tenerla in frigo, pronta all’uso.

A questo punto occupatevi del semolino: mettete il latte in un pentolino a scaldare e nel frattempo mescolate il semolino con lo zucchero, unite l’uovo e il tuorlo e frullate bene il composto. Appena il latte sfiora il bollore versate l’impastino di semolino nella casseruola e portare a ebollizione, mantecando con il burro e mescolando con un mestolo di legno finché il composto “tira”. Lascia riposare finché si raffredda un po’.

E’ giunta ora la fase dell’assemblaggio: prendete il guscio di frolla ormai freddo e versateci il semolino per due terzi, livellando con una spatola o con un cucchiaio. Versate sopra la ganache semiliquida e livellate, anche ruotando con le mani la base in movimenti circolari in modo da ricoprire uniformemente con la ganache.

Mettete la torta al semolino in frigorifero per far rassodare e tirate fuori dal frigo mezz’ora prima di servirla.

In alternatica potete servire una torta Ferrero Rocher o una torta tenerina, altrettanto golose.

Conservazione

 La torta al semolino con ganache di cioccolato fondente si conserva per al massimo un paio di giorni.

I consigli di Alice - Il Dolce Di Alice

Per evitare che i bordi della pasta frolla crollino durante la cottura, potete congelare la base già sistemata nello stampo prima di cuocerla: in questo modo il dislivello maggiore di temperatura permetterà alla farina di cuocersi evitando che ceda a causa dello scioglimento dei grassi. Se la ganache solidifica troppo o l'avete preparata in anticipo sarà sufficiente riaccendere la fiamma sotto al pentolino per ammorbidirla un po'!

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!