Danubio semi integrale con salame ungherese e provola dolce

Il danubio semi integrale con salame ungherese e provola dolce è un lievitato salato molto gustoso ed originale al tempo stesso. Ecco la ricetta per prepararlo

Danubio semi integrale con salame ungherese e provola dolce
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il danubio semi integrale con salame ungherese e provola dolce è un lievitato molto ricco di sapori e aromi, molto adatto da portare ad un pic-nic ma anche da presentare in un buffet.

Il profumo che emana attrae tutti gli ospiti; alla vista è una goduria ma tutta la sua squisitezza si rivela solo al morso: la morbidezza dell’impasto e la fermezza dei sapori conferiscono al Danubio il primato assoluto del re dei buffet e degli aperitivi. 

Vediamo come preparare insieme questa ricetta.

Ingredienti per l’impasto

  • 300 g di farina integrale
  • 300 g di farina 00
  • 20 g di lievito di birra
  • 10 g di miele
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 250 ml di latte intero
  • 80 g di olio di semi di girasole
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 32 fette di salame ungherese
  • 250 g di provola

Ingredienti per decorare

  • q.b di pepe nero in grani
  • 1 tuorlo
  • 3 cucchiai di latte

Preparazione

Per iniziare la preparazione del danubio semi integrale con salame ungherese e provola dolce in planetaria, dopo aver installato il gancio per impastare, versate le farine e mescolate a bassa velocità per qualche minuto, così da setacciarle insieme.

A parte, in una tazza, intiepidite leggermente il latte intero e versate poi nella tazza, sciogliendolo completamente, il lievito di birra. Unite in tazza anche i due cucchiaini di zucchero e il miele, mescolando per bene. Sempre in tazza, miscelate l’olio e l’uovo (che deve essere a temperatura ambiente). Sbattiamo con una forchetta e versiamo tutti i liquidi a filo in planetaria mentre è in funzione a velocità medio-bassa.

Quando il composto sarà liscio, omogeneo ed elastico e si staccherà dai bordi della ciotola, formando una palla attorno al gancio, sarà pronto. Lavoratelo un po’ con le mani sul piano da cucina, ripiegate l’impasto su se stesso ed effettuate un taglio a croce sul panetto. Se il panetto inizia a “strapparsi” è segno di troppa lavorazione: va subito messo a riposo in una ciotola per lievitare, spennellata leggermente con olio sul fondo e sigillata con pellicola o tappo ermetico.

La lievitazione può essere fatta in forno con luce accesa e un pentolino di acqua bollente sul fondo, che dona umidità all’ambiente.

Preparate ora, per essere più efficienti con il tempo, i fagottini di salame e provola, tagliando a cubetti le fette di provola dolce e disponendone circa 8 g (meno di un cucchiaio) su ogni fetta di salame. Ripiegate la fetta di salame prima dalle estremità destra e sinistra e poi ripiegate ancora la fetta dall’alto al centro e dal basso al centro. In questo modo la provola rimane chiusa dentro il salame e non ci saranno rischi di bruciature o rottura dell’impasto per via del formaggio che fonde in forno.

Al raddoppio di volume, l’impasto è pronto per essere lavorato, dopo circa 2 ore. Pesatelo e dividete l’impasto in 32 parti uguali. Eventualmente se vi eccederanno palline le potrete infornare senza ripieno. Stendete ogni pallina come se fosse una mini pizza e posizionate il fagottino di salame al centro, ripiegate i bordi di impasto per chiudere il salame dentro la pasta, girate la pallina e pirlate sul piano di lavoro, senza romperla o fare uscire il fagottino.

Disponete le palline leggermente separate l’una dall’altra in una tortiera rotonda del diametro di 26-28 cm, coprite con pellicola e lasciate lievitare circa mezz’ora, finché non saranno gonfiate e si toccheranno l’un l’altra. Accendete il forno in modalità statico a 180°C, mentre arriva a temperatura spennellate il Danubio con un tuorlo sbattuto con tre cucchiai di latte e macinate del pepe nero fresco sul vostro stampo. Infornate per circa 30 minuti, fino a completa doratura, quindi sfornate e lasciate intiepidire avvolgendo il Danubio con un panno di cotone pulito.

Potete servirlo da caldo, tiepido o a temperatura ambiente. 

In alternativa potete preparare un danubio dolce o dei fagottini di brisée.

Conservazione

Il danubio semi integrale con salame ungherese e provola dolce si conserva per al massimo 2-3 giorni sotto una campana di vetro o dentro un contenitore ermetico.

I consigli di Chiara

Per aumentare la digeribilità dell'impasto, il mio consiglio è di preparare la lievitazione la mattina presto con metà del lievito, eseguire la porzionatura dell'impasto raddoppiato dopo l'ora di pranzo e lasciare lievitare tutto il pomeriggio in forma. Ma questa versione è già di per sé leggera, per cui se non avete tutta la giornata ma solo mezzo pomeriggio a disposizione potete andare tranquilli.

Altre ricette di Lievitati
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!