Focaccia genovese al rosmarino

La focaccia genovese al rosmarino è ideale per uno snack o uno spuntino o da consumare al posto del pane. Ecco la ricetta

Focaccia genovese al rosmarino
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La focaccia genovese al rosmarino è uno dei piatti tipici della tradizione italiana. Alta, soffice e delicata è ideale come snack o spuntino, per un pranzo veloce o come accompagnamento ad altre pietanze al posto del pane. È ottima da proporre ai bambini per una merenda sana e sicuramente gradita.

Grazie al suo gusto inconfondibile garantisce un risultato senz’altro gradito da tutti! Inoltre la preparazione dell’impasto per la focaccia bianca può essere arricchita con pomodorini, olive, origano o rosmarino o altro condimento a vostro piacimento.

Vediamo, quindi, insieme come preparare questa focaccia ed alcuni accorgimenti da serguire per un risultato perfetto.

Ingredienti

  • 200 g di acqua
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 7 g di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 340 g di farina 00
  • 17 g di lievito di birra
  • q.b di acqua
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di rosmarino

Preparazione

Iniziate la preparazione della focaccia genovese al rosmarino ponendo in una ciotola dell’acqua nella quale scioglierete il sale, un cucchiaino di zucchero e l’olio. Aggiungete metà della farina fino ad ottenere una pasta densa ma ancora liquida. Prendete ora un goccio d’acqua e scioglietevi il lievito. Aggiungetelo al composto. Lavorate la pasta aggiungendo la farina rimanente così da ottenere un impasto compatto ma non duro, morbido ed elastico al tatto.

Continuate a lavorare l’impasto per almeno una decina di minuti finché non risulterà più appiccicoso e riuscirete a non farlo più attaccare alle vostre mani. (Se volete potete utilizzare una planetaria così da facilitare il lavoro).

Coprite bene l’impasto con un panno, così da non fare entrare aria (per evitare la creazione della crosta in superficie), e lasciate riposare per 15 minuti su un asse di legno. Piegate la pasta in due e di nuovo in due così da dar forza alla pasta. Prendete ora una teglia rotonda di diametro 26 ( per una focaccia più alta) o 30, oppure rettangolare.

Ungetela bene con dell’olio e posizionate la pasta al centro ricalcando più o meno la forma rotonda della teglia. Ungete la parte superiore dalla pasta e mettetela a lievitare nel forno con la porta chiusa e la luce accesa per un’ora e mezzo.

Trascorsa la prima lievitazione riprendete la teglia e stendete la pasta con le mani cercando di non tirarla ma di schiacciarla fino a che occupi tutta la teglia. Cospargete con un velo di sale così da evitare che si formi la crosta durante la seconda lievitazione e in modo da condire la focaccia. Ponete a lievitare nuovamente nel forno spento per un’altra ora.

Riprendete la teglia e cospargete la focaccia con un po’ di acqua tiepida e bel po’di olio e fate i classici buchi con le mani. Se volete questo è il momento per aggiungere il condimento, in questo caso costituito solo da del rosmarino. Ponete poi di nuovo nel forno spento con la luce accesa per una terza lievitazione di un’ora e mezzo.

Trascorso il tempo necessario accendete direttamente il forno a 240 gradi e fate cuocere per circa 15/20 minuti. 

In alternativa potete preparare una focaccia pugliese o una focaccia patate e rosmarino.

Conservazione

La focaccia genovese al rosmarino si conserva per al massimo 2-3 giorni sotto una campana di vetro o all’interno di un contenitore ermetico.

I consigli di Gabriella

Importanti sono i tempi di lievitazione, perchè questi permettono di ottenere una pizza alta, soffice e digeribile. È vero che la preparazione richiede numeroso tempo di riposo e di lievitazione ma tutto lo sforzo permetterà di avere una focaccia morbida e gustosa. Se volete aggiungere il condimento fatelo prima dell'ultima lievitazione.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!