Iris fritta

La iris fritta è un dolce tipicamente siciliano ed in particolare di Palermo, dove si consuma in più varianti. Vediamo come prepararla ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto

Iris fritta
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La iris fritta è un lievitato dolce di origini siciliane ed in particolare una delle specialità del palermitano, amatissimi sia dai grandi che dai più piccoli. Vengono realizzate farcendo una speciale pasta lievitata con della crema di ricotta e delle gocce di cioccolato. Il tutto viene poi impanato e fritto ed il risultato è davvero golosissimo. Vediamo, quindi, insieme come preparare delle ottime iris fritte.

Ingredienti per l’impasto

  • 500 g di farina 00
  • 50 g di strutto
  • 250 ml di latte
  • 50 g di zucchero semolato
  • 10 g di sale
  • 5 g di lievito di birra disidratato
  • 1 uovo

Ingredienti per la crema di ricotta

  • 350 g di ricotta di pecora
  • 100 g di zucchero a velo
  • gocce di cioccolato q.b.

Ingredienti per la panatura

  • 2 uova
  • 250 g di pangrattato

Ingredienti per friggere

  • Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione

Per iniziare la preparazione della iris fritta dovete partire dalla crema di ricotta, che dovrà riposare poi per diverse ore. In una ciotola unite insieme la ricotta, che avrete privato dell’acqua in eccesso, e lo zucchero. Amalgamate il tutto e riponete in frigorifero per circa 4-5 ore, meglio ancora se per una notte intera, così che i sapori si mischino alla perfezione.

Iris-fritta-126071

Fatto questo la crema di ricotta andrà setacciata due volte così da ottenere una crema perfettamente liscia a cui potrete aggiungere adesso le gocce di cioccolato. Amalgamate il tutto e rimettete in frigorifero mentre vi dedicate alla realizzazione dell’impasto.

In una planetaria aggiungete la farina ed il lievito. Aggiungete anche lo zucchero ed iniziate a fare lavorare il tutto con il gancio. Poco per volta aggiungete il latte, che deve essere a temperatura ambiente o addirittura leggermente intiepidito.

Aggiungete l’uovo e continuate a fare lavorare il tutto per almeno una decina di minuti così che tutto si mischi perfettamente. A questo punto aggiungete lo strutto e lasciate lavorare fino a quando il composto non avrà assorbito perfettamente anche questo ingrediente. Solo per ultimo aggiungete il sale.

Quando avrete ottenuto un composto ben elastico potete toglierlo dalla planetaria ed aggiungerlo all’interno di una ciotola coperta con un canovaccio o della pellicola trasparente e messa all’interno del forno spento ma con luce accesa per circa 2-3 ore.

Dovrà quasi triplicare il suo volume iniziale. A questo punto riprendete l’impasto ed andate a creare dei tocchetti di circa 80/100 g ciascuno. Lasciate lievitare il tutto per un’altra ora su un vassoio infarinato ma coprendo il tutto con un canovaccio.

Riprendete i vostri bocconcini, che nel frattempo avranno lievitato per bene ed aggiungetevi al centro una cucchiaiata circa di crema di ricotta. Adesso, pizzicando i bordi tra di loro chiudete il dischetto a sacchetto così da formare una palla perfettamente chiusa. In alternativa potete sovrapporre due dischi ma in questi caso le palline andranno realizzate più piccole altrimenti otterreste delle iris fritta troppo grandi.

Continuate in questo modo fino a quando avrete ottenuto tutte le iris possibili. Le iris andranno lasciate lievitare per un’altra ora circa e solo a quel punto potrete passarle nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato a formare una palla perfettamente panata.

Le iris andranno quindi fritte in olio a 170°C circa per circa 5 minuti, girandole però a metà cottura così da consentire una perfetta cottura ed una doratura omogenea.

Quando le iris fritta saranno ben dorate potete toglierle dall’olio con una schiumarola e aggiungerle su un vassoio coperto con della carta assorbente così da perdere tutto l’olio in eccesso. Servite le iris fritta quando sono ancora ben calde così da apprezzarle al meglio.

Iris-fritta-126071

Consigli e varianti

Le iris fritte possono essere realizzate in altre varianti sostituendo la crema di ricotta con della crema pasticcera oppure con della crema al cioccolato.

Non esagerate con la quantità di crema all’interno della iris fritta per non avere problemi poi nel chiuderla. Se volete che le gocce di cioccolato mantengano la loro consistenza e non si sciolgano del tutto potete congelarle prima di aggiungerle alla crema.

Le iris fritte sono un ottimo dolce, ma in alternativa potrete servire dei cartocci siciliani, dei cannoli siciliani o dei Krapfen con Nutella. Tutti dolci davvero irresistibili.

Conservazione

Le iris fritta sono ottime da consumare ben calde subito dopo averle preparate.

Altre ricette di Lievitati
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!