Tigelle

Le tigelle sono delle ottime focaccine di origine modenese che si prestano ad essere farcite in mille modi diversi e sono quindi ottime per mille occasioni diverse. Vediamo insieme come prepararle e come servirle ai propri ospiti

Tigelle
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le tigelle, dette anche crescentine, sono delle focaccine della provincia di Modena, che vengono preparate con pochi e semplici ingredienti. La loro preparazione è molto semplice ma il risultato è un lievitato versatile, perfetto da farcire in mille modi diversi, con delle verdure o dei salumi. Ideale per dei pranzi veloci o per accompagnare un tagliere di salumi in un antipasto. Vediamo, quindi, insieme come preparare delle ottime tigelle.

Ingredienti

  • 250 ml di latte
  • 180 ml di acqua
  • 60 g di strutto
  • 220 g di farina Manitoba
  • 450 g di farina 00
  • 50 ml di olio extravergine d’oliva
  • 1/2 bustina di lievito di birra disidratato

Tigelle-88439

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle tigelle dovete iniziare aggiungendo insieme le due farine in planetaria, dopo averle setacciate, così da avere un risultato più fine e senza grumi. Alle farina aggiungerete poi il latte, che deve essere tiepido o a temperatura ambiente, e poi il lievito.

Fate lavorare il tutto per qualche minuto ed aggiungete poi l’olio, poco per volta, e l’acqua, anche questa a filo così che l’impasto abbia il tempo di incorporarlo per bene. Quando i due elementi si saranno fusi all’impasto aggiungete anche lo strutto e fate lavorare per altri 5 minuti almeno così che anche questo ingrediente si incorpori per bene e solo per ultimo aggiungete il sale.

Fate proseguire la lavorazione dell’impasto delle tigelle per altri 10 minuti circa così che otteniate un composto ben compatto e liscio. Riducete l’impasto in una palla e mettetelo all’interno di una ciotola coprendo con della pellicola trasparente per 2 ore circa a lievitare così che raddoppi il suo volume iniziale.

Una volta completate le due ore di lievitazione fate riposare l’impasto in frigorifero per 8-9 ore. Una volta riposato in frigo l’impasto delle tigelle è pronto per essere steso sul piano di lavoro infarinato e, con un coppa pasta, andate a creare dei dischi di pasta di circa 8-9 cm di diametro.

Le tigelle così ricavate andranno fatte riposare per altri 30 minuti circa prima di poterli cuocere sull’apposita tigelliera facendo cuocere per circa 5 minuti per lato così da avere un risultato perfettamente dorato su entrambe le parti. Servitele ben calde e farcitele come meglio credete.

Tigelle-88439

Consigli e avarianti

Le tigelle si prestano ad essere farcite in mille modi ma anche on un po’ d’olio e degli aromi saranno davvero ottime. Potete, se lo desiderate, anche aggiungere del rosmarino all’impasto per renderle ancora più saporite.

Se non disponete di una tigelliera potete benissimo utilizzare una piastra o una padella ben calda.

Le tigelle sono ottime per mille occasioni diverse. In alternativa potete preparare delle piadine romagnole o delle crepes salate da farcire in mille modi diversi. Non dovete fare altro che sbizzarrirvi con la fantasia.

Conservazione

Le tigelle si conservano per 4-5 giorni al massimo in frigorifero coperte con della pellicola trasparente. Basterà scaldarle in padella per qualche minuto perché tornino ben calde come quando le avete preparate. Potete anche congelare le tigelle dopo avere realizzate e cotte così che basterà cuocerle soltanto dopo averle tolte dal congelatore.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!