Treccia di pandolce al carbone vegetale e agrumi caramellati

La treccia di pandolce al carbone vegetale e agrumi caramellati è un dolce soffice e morbido, particolare e dal sapore che saprà sorprendervi. Ecco la ricetta

Treccia di pandolce al carbone vegetale e agrumi caramellati
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La treccia di pandolce al carbone vegetale e agrumi caramellati è un dolce lievitato che si prepara in pochi passaggi ma è perfetta per la colazione, con la sua sofficità e morbidezza.

Se amate gli agrumi non potete non provarla. Potete anche a piacere arricchirla con gocce di cioccolato o crema spalmabile al cioccolato e nocciole per far amare questa colazione anche ai più piccoli. Sia alla vista ch al palato saprà deliziarvi con i suoi colori particolari e il sapore di caramello, arancia e limone.

Vediamo, quindi, insieme come prepararla.

Ingredienti

  • 400 g di farina manitoba
  • 100 g di farina al carbone vegetale
  • 80 g di lievito madre
  • 250 g di latte d’avena
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di miele di agrumi
  • 50 g di zucchero di canna
  • q.b di cannella
  • q.b di arance
  • q.b di limoni
  • 60 g di olio extravergine d’oliva
  • q.b di farina di mandorle

Preparazione

La treccia di pandolce al carbone vegetale e agrumi caramellati si prepara cominciando dall’impasto di base. Nella planetaria unite le farine e il lievito madre rinfrescato e impastate lentamente.

Nel frattempo scaldate il latte con lo zucchero e il miele finchè sarà leggermente tiepido, ma non caldo altrimenti ucciderà il lievito. Frullate velocemente il latte tiepido con l’olio oppure miscelate rapidamente con una frusta e versate poco per volta nella planetaria mentre impasta. Impastate a lungo fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico. Quando l’impasto sarà quasi pronto potete aggiungere anche il pizzico di sale.

Mettete a lievitare l’impasto in un posto tiepido, in una ciotola coperta con pellicola e un canovaccio. Dovrà raddoppiare di volume. Potete prepararlo la sera prima e lasciarlo lievitare tutta la notte.

Caramellate gli agrumi (potete scegliere tra arance, limone e lime, in quantità preferita, circa 4 agrumi). In una padella versate dello zucchero e qualche cucchiaio di acqua. Fate sciogliere lo zucchero e versatevi gli agrumi tagliati a fette o a spicchi. Fate caramellare bene mescolando con un cucchiaio di legno. Versate gli agrumi caramellati su un foglio di carta forno, separandoli e lasciateli raffreddare.

Riprendete l’impasto quando sarà raddoppiato di volume e stendetelo in un rettangolo di circa 1 cm di spessore. Versate un pochino di farina di mandorle quindi spargetevi gli agrumi caramellati e avvolgete la pasta in un rotolo, dal lato corto. Tagliate a metà il rotolo nel lato lungo, mettete il ripieno verso l’alto e avvolgete i duo cordoni come una treccia. Depositate la treccia sulla teglia coperta di carta forno. Coprite con il canovaccio e lasciate lievitare ancora per almeno due ore.

Preriscaldate il forno a 200°C. Spennellate la treccia con del latte e cuocete a 190°C per circa 30-40 minuti. Dopo circa 20-30 minuti di cottura abbassate il forno a 170°C e terminate la cottura.

In alternativa potete preparare del pane alle olive o del pane al miglio.

Conservazione

La treccia di pandolce al carbone vegetale e agrumi caramellati si conserva per al massimo 2-3 giorni.

I consigli di Alessia - Pan di Zenzero

Per ottenere dei dolci o salati lievitati bisogna usare sempre una farina forte, come una farina manitoba, ma in commercio esistono anche farine semintegrali o multicereali perfetti per impasti lievitati. Al posto della pasta madre potete utilizzare del lievito di birra, la quantità dipende da quanto tempo volete lasciarlo lievitare, io vi consiglio di non utilizzare più di 20 g di lievito di birra fresco altrimenti il suo retrogusto si sentirà poi nel dolce finito. Il latte vegetale o vaccino che utilizzate non crea modifiche nella ricetta, quindi potete utilizzare quello che preferite.

Altre ricette di Lievitati
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!