Cavatelli

I cavatelli sono un formato di pasta fresca tipico del Molise e della Puglia realizzato con un mix di farina 00 e farina di semola. Ecco come preapararli ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto

Cavatelli
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I cavatelli sono un formato di pasta fresca tipico del Molise e della Puglia, ma molto amati in tutto il Sud Italia. I cavatelli sono caratterizzati da una forma allungata e con un incavo all’interno, che si ottiene pressando un po’ la pasta. Proprio questo incavo sarà perfetto per trattenere il condimento dei vostri primi piatti. Vediamo insieme come prepararli.

Ingredienti

  • 150 g di farina di semola
  • 150 g di farina 00
  • 160 ml di acqua
  • 10 ml di olio extravergine d’oliva

Cavatelli-104350

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei cavatelli dovete partire dalla realizzazione della pasta. Come prima cosa quindi unite le due farine e versatele sul piano di lavoro oppure all’interno di una ciotola ben capiente. Formate al classica fontana ed aggiungete al centro l’acqua, poco per volta, e l’olio.

Amalgamate il tutto e lavorate la pasta per diversi minuti fino a quando avrete ottenuto una consistenza morbida ed elastica ma soprattutto ben omogenea. A questo punto riducete l’impasto in una palla ed avvolgete la pasta con della pellicola trasparente. Fate riposare in questo modo la pasta per circa mezzora.

Quando la pasta avrà riposato per bene potete ridurla in piccoli tocchetti. Ognuno di questi andrà ridotto in filoncini molto sottili e poi in tocchetti di al massimo 1 cm di larghezza. A questo punto potete passare realizzazione vera e propria dei cavatelli. Con due dita esercitate una piccola pressione su ogni tocchetto cercando di arricciarlo su se stesso.

Continuate in questo modo fino a quando avrete realizzato tutti i cavatelli possibili. Mano mano che saranno pronti disponeteli su un vassoio coperto con un canovaccio cosparso con della farina. Una volta pronti i cavatelli possono essere messi direttamente a cuocere oppure potete lasciarli seccare per un paio d’ore prima di procedere alla cottura, che dovrà avvenire in acqua salata portata ad ebollizione per circa 8 minuti.

Consigli e varianti

Se lasciate seccare i cavatelli la cottura potrebbe prolungarsi di qualche minuto.

I cavatelli sono un formato di pasta fresca molto particolare e che si sposa bene con diverse preparazioni. In alternativa potete preparare delle tagliatelle o delle orecchiette. Saranno ottimi anche degli gnocchi di patate.

Conservazione

I cavatelli si conservano per al massimo 3-4 giorni in frigorifero coperti con un canovaccio. I cavatelli, però, potranno anche essere congelati, mettendoli su un vassoio in freezer e poi, quando inizieranno ad indurirsi, all’interno di un sacchetto per alimenti. In questo modo non si attaccheranno tra di loro.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!