Crema Chantilly

La crema Chantilly è una delle preparazioni più utilizzate in pasticceria, sia da sola ma anche per alleggerire altre creme. Ecco la ricetta per prepararla ed alcuni consigli utili per utilizzarla e conservarla

Crema Chantilly
Difficoltà
Preparazione
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La crema Chantilly è un grande classico della pasticceria internazionale. Le sue origini sono tutte francesi, come indica il suo stesso nome, dal momento che ad idearla fu il francese François Vatel, responsabile di cucina del feudo di Chantilly. La crema Chantilly è decisamente tra le creme più utilizzate ed amate in pasticceria e spesso viene utilizzata per alleggerire altre creme, come ad esempio la crema pasticcera. Vediamo, quindi, insieme come realizzare un’ottima crema Chantilly.

Ingredienti

  • 250 ml di panna
  • 1 bacca di vaniglia
  • 70 g di zucchero a velo

Crema-Chantilly-82235

Preparazione

Per iniziare la preparazione della crema Chantilly dovete partire dal versare la panna all’interno di un contenitore. Aggiungete anche i semi di una bacca di vaniglia ed il suo stesso baccello e fate riposare il tutto per una notte intera.

Passate 12 ore circa la panna andrà setacciata così da eliminare il baccello della bacca lasciato in infusione e montatela a neve. Solo a questo punto potrete aggiungere poco alla volta anche lo zucchero a velo.

A questo punto la vostra crema Chantilly è pronta per cui non dovrete far altro che lasciarla riposare ancora per qualche ora in frigorifero così che sia ben densa e possa essere utilizzata per le mille possibilità che la pasticceria di tutto il mondo offre.

Ad esempio, unendo la crema Chantilly alla crema pasticcera darete vita ad una perfetta crema diplomatica, che potete utilizzare per farcire sfoglie o dolci in mille combinazioni diverse. È, infatti, uso comune credere che l’unione della panna montata con la crema pasticcera dia vita alla crema Chantilly, mentre in realtà quella è proprio la crema diplomatica.

Crema-Chantilly-82235

Consigli e varianti

La crema Chantilly non va montata tantissimo altrimenti i grassi della panna si separeranno e daranno vita a dei grumi che saranno spiacevoli da avvertire poi in bocca. La consistenza giusta sarà ben ferma ma senza esagerare.

Potete anche utilizzare dello zucchero semolato al posto dello zucchero a velo dal momento che la panna contiene abbastanza liquidi al suo interno per poter consentire anche allo zucchero semolato di sciogliersi perfettamente.

Al posto della bacca di vaniglia potete utilizzare una bustina di vanillina, ma ovviamente i semi della bacca sono molto più intensi sia nell’odore che nel sapore.

La crema Chantilly è perfetta per decorare tantissime torte o, come detto prima per alleggerire altre preparazioni. Può essere servita al cucchiaio, oppure utilizzata per farcire tantissime altre preparazioni. Il suo sapore delicato, infatti, ma gustoso allo stesso tempo vi consente di utilizzarla in tantissime occasioni e soprattutto con una grande varietà di abbinamenti diversi. In alternativa potete utilizzare della crema al cioccolato o della crema al mascarpone. Entrambe molto leggere.

Conservazione

La crema Chantilly si conserva per 1 giorno circa all’interno del frigorifero coperta con della pellicola trasparente. È importante utilizzare quanto prima la panna in maniera tale che questa conservi la sua consistenza ben ferma e non tenda a rilasciare liquidi di alcun tipo durante un riposo troppo prolungato. Il consiglio è quello di utilizzare la crema Chantilly quanto prima per poterne assaporare tutta l’aroma e sopratutto il profumo incredibile rilasciato dalla bacca di vaniglia.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!