Gnocchi di patate

Gli gnocchi di patate sono la base di tantissimi primi piatti succulenti ed amatissimi in tutto il mondo. Vediamo insieme come prepararli, cuocerli e conservarli

Gnocchi di patate
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli gnocchi di patate sono una delle preparazioni più amate in tutto il mondo. Si adattano a tantissimi tipi di condimento e saranno sempre un modo molto originale per realizzare un primo piatto. Si possono preparare in tante varianti, utilizzando delle farine di diversi tipi. Una volta realizzato l’impasto utilizzando patate, farina, fecola e uova si vanno a ricavare dei piccoli tocchetti che andranno poi cotti per pochissimi minuti in acqua bollente. Il risultato sarà davvero molto goloso. Vediamo, quindi, insieme come preparare degli ottimi gnocchi di patate.

Ingredienti

  • 1 kg di patate lesse
  • 150 g di farina 00
  • 120  di fecola di patate
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale

Gnocchi-di-patate-103162

Preparazione

Per iniziare la preparazione degli gnocchi di patate dovete partire proprio dalle patate, l’ingrediente principale di questa preparazione. Queste, infatti, andranno pulite a fondo e poi messe a lessare in abbondante acqua salta per circa 40 minuti.

Cercate di scegliere delle patate che abbiano più o meno tutte le stesse dimensioni così da avere una cottura uniforme. Una volta ben cotte le patate andranno sbucciate e schiacciate quando sono ancora calde. Potete lasciare intiepidire solo una decina di minuti per non correre il rischio di bruciarvi, ma è importante che questa operazione venga fatta con delle patate ancora calde così che schiacciarle sia più semplice e veloce.

A questo punto vi servirà uno schiaccia patate. Procedete riducendo in purea tutte le patate. A questa dovrete aggiungere la farina, la fecola, l’uovo e un pizzico di sale. Amalgamate il tutto a formare un panetto compatto ed omogeneo.

A questo punto non resta che ridurre l’impasto degli gnocchi di patate in cordoncini e ricavare, utilizzando un coltello o un tarocco, dei piccoli tocchetti. Gli gnocchi di patate a questo punto sono pronti, ma se volete renderli ancora più gradevoli potete rigarli in superficie così che siano ancora più belli da presentare ai vostri ospiti.

Per fare questo potete utilizzare un apposito riga gnocchi oppure fare scorrere ogni tocchetto di impasto sui rebbi di una forchetta. In questo modo la loro superficie si righerà perfettamente. Una volta rigati tutti i vostri gnocchi non resta che passare alla loro cottura.

Portate ad ebollizione dell’acqua salata e tuffate i vostri gnocchi. Non mescolate ma attendete che gli gnocchi salgano da soli a galla. Sarà segno che sono ben cotti. Scolateli quindi e conditeli come meglio credete, a seconda del piatto che volete realizzare.

Gnocchi-alla-sorrentina

Consigli e varianti

Fate attenzione a non infarinare troppo il piano di lavoro quando lavorate gli gnocchi di patate per evitare che questi assorbano troppa farina e diventino quindi duri e gommosi.

Gli gnocchi di patate sono molto versatili, potete condirli per realizzare degli gnocchi al pesto oppure per dei classici ma sempre amatissimi gnocchi alla sorrentina.

Conservazione

Gli gnocchi di patate si conservano per un paio di giorni al massimo chiusi all’interno di un contenitore ermetico. Potranno anche essere congelati mettendoli dapprima in freezer su un vassoio, e quando si saranno induriti all’interno di un sacchettino per alimenti. In questo modo non si attaccheranno tutti tra di loro.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!