Pasta per il pane

La pasta per il pane è un vero e proprio fondamento della cucina di tutto il mondo, che affonda le radici in tempi lontanissimi. Vediamo la ricetta per preparare un pane morbido e dal sapore meraviglioso

Pasta per il pane
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pasta per il pane è una di quelle cose che è sempre bene sapere fare dal momento che rappresenta uno degli alimenti fondamentali non soltanto della nostra cucina ma anche di tutto il mondo. la preparazione della pasta per il pane è molto semplice, ma il segreto sta nella lavorazione e nella lievitazione, che devono essere eseguite con passione e senza fretta per avere un risultato davvero incredibile. Si prepara il pane in casa davvero dai tempi più antichi e sebbene ormai lo si prepari meno frequentemente è sempre bellissimo sentire la casa riempirsi del suo odore così particolare ed intenso. Vediamo, quindi, come preparare la pasta per il pane.

Ingredienti

  • 300 ml di acqua
  • 250 g di farina 00
  • 250 g di farina Manitoba
  • 50 ml di Olio extravergine d’oliva
  • 12 g di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 bustina di lievito secco o 12 g di quello fresco

Preparazione

Per iniziare la preparazione della pasta per il pane dovete decidere se utilizzare un’impastatrice oppure se realizzare l’impasto a mano. In entrambi i casi dovrete, però, far lavorare molto bene tutti gli ingredienti per avere un risultato perfetto e ben morbido.

Per iniziare sciogliete il lievito nell’acqua. È bene non sciogliere il lievito in tutto il quantitativo d’acqua necessario per la ricetta ma soltanto in una parte. A seconda della tipologia di farina, infatti, può variare, sebbene di poco, la quantità d’acqua da aggiungere. Conservatene, quindi, un po’ senza lievito che vi riserverete di andare aggiungendo durante la lavorazione.

Aggiungete anche lo zucchero e dedicatevi alle farine. Queste, infatti, andranno setacciate prima di essere aggiunte per evitare la formazione di grumi. Aggiungetele, quindi, in planetaria, oppure se impastate a mano formate la classica fontana al centro della quale versare il composto di acqua e lievito preparato prima.

Iniziate a lavorare l’impasto ed aggiungete anche l’olio. Quando avrete amalgamato il tutto aggiungete il sale e continuate a lavorare. La lavorazione della pasta per il pane è fondamentale per la buona riuscita di questa preparazione perché è essenziale che tutti gli ingredienti si siano fusi completamente ma soprattutto che il risultato finale sia ben morbido ed elastico. Lavorate, quindi, per circa una decina di minuti trasferendovi su un piano di lavoro per ottenere questo risultato.

Quando avrete raggiunto la giusta consistenza riducete la pasta per il pane in una palla, mettetela in una ciotola e copritela con un canovaccio. Decidete adesso che forma dare alla vostra pasta per il pane. Se desiderate preparare un filone o delle pagnotte più piccole create già le forme, altrimenti se volete realizzare la classica pagnotta mettete la palla a lievitare per almeno due ore in un luogo abbastanza caldo (ideale mettere la pasta per il pane dentro al forno con la sola luce accesa così da creare una temperatura costante). La pasta per il pane dovrà raddoppiare in questo lasso di tempo di volume.

Passate le due ore noterete che la pasta per il pane è molto più grande rispetto a quando l’avete preparata prima, per effetto della lievitazione. A questo punto non vi resta che rimodellare la pasta per il pane per dargli la forma sperata e fare qualche incisione sulla sua sommità così da dare alla vostra pasta per il pane una forma ancora più bella, ma soprattutto per aiutare la lievitazione.

Disponete la pasta per il pane su una teglia foderata con della carta forno e rimettete in forno a lievitare per un’altra ora circa. Passata un’altra ora la pasta per il pane avrà continuato a lievitare ed a questo puto è pronta per essere messa in forno a 200°c per circa 45 minuti.

La pasta per il pane si sarà trasformata in una splendida pagnotta quando avrà un aspetto ben dorato. Non resta che sfornare il voglio pane e farlo riposare per una mezz’ora, coperto da un canovaccio prima di portarlo a tavola. Il risultato è croccante e morbido allo stesso tempo ma soprattutto il suo profumo è inconfondibile.

Consigli e varianti

La pasta per il pane è una ricetta davvero molto importante e basilare. Se volete realizzare del pane di rimacino sostituite la farina 00 con della farina di grano duro. La consistenza del vostro pane in questo caso sarà ancora più corposa.

Per chi ama mettere le mani in pasta può essere utile anche preparare una pizza margherita con le proprie mani. Con delle pagnotte di pane, inoltre potete realizzare delle ottime barchette di pane da farcire come meglio preferite.

Conservazione

La pasta per il pane si conserva per al massimo una notte in frigorifero coperta con della pellicola. Una volta cotta, invece, si conserva per tre giorni, in un contenitore ermetico o in un sacchetto di plastica. Il pane cotto può anche essere congelato se lo si desidera.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!