Pesto alla genovese

Il pesto alla genovese è un condimento tipicamente ligure, che si tramanda da secoli ormai. Vediamo come prepararlo e conservarlo al meglio per poterlo gustare in ogni periodo dell'anno

Pesto alla genovese
Difficoltà
Preparazione
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il pesto alla genovese è una preparazione tipicamente ligure, ma amatissima ormai in tutto il mondo. Si tratta di un condimento dalle origini antiche dal momento che se ne ha traccia già nell’Ottocento e da allora la ricetta si è mantenuta sempre nel tempo, tanto che i liguri ne sono molto gelosi. La vera preparazione del pesto alla genovese prevede l’utilizzo di un mortaio di marmo ed un pestello di legno e tanto olio di gomito per avere un risultato perfetto. Vediamo insieme come fare.

Ingredienti

  • 20 g di pinoli
  • 120 ml di olio extravergine d’oliva
  • 90 g di parmigiano reggiano
  • 40 g di pecorino grattugiato
  • 60 g di basilico in foglie
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale q.b.

Pesto-alla-genovese-102203

Preparazione

Per iniziare la preparazione del pesto alla genovese dovete partire dal basilico. Le foglie, infatti, andranno lavate per bene sotto acqua fredda corrente ed asciugate delicatamente con un canovaccio o un foglio di carta assorbente.

Fatto questo sbucciate gli spicchi d’aglio ed inseriteli all’interno di un mortaio con un pizzico di sale. Iniziate a schiacciare ed aggiungete anche le foglie di basilico e dell’altro sale. Continuate a pestare il tutto fino a quando le foglie di basilico inizieranno a scurirsi e ad ammorbidirsi.

A questo punto aggiungete i pinoli e continuate a pestare, cercando di ruotare il pestello così da lavorare tutto il composto. Poco per volta aggiungete l’olio, a filo, ed i formaggi. Continuate ad amalgamare il tutto fino a quando avrete ottenuto una salsa molto omogenea e cremosa.

Il vostro pesto alla genovese è quindi pronto.

Consigli e varianti

Il pesto alla genovese può essere realizzato anche omettendo l’aglio, se voi o i vostri ospiti non lo gradite molto. Potete inoltre correggere le proporzioni di parmigiano e pecorino a favore di uno o l’altro a seconda dei vostri gusti.

Il pesto alla genovese è perfetto per dei semplici spaghetti al pesto, per degli gnocchi al pesto o per delle lasagne pesto e ricotta. Tutti piatti corposi e molto particolari.

Conservazione

Il pesto alla genovese si conserva per 3 giorni al massimo in frigorifero chiuso all’interno di un contenitore ermetico. Il pesto alla genovese si può anche congelare, chiuso all’interno di piccoli vasetti di vetro. Andrà lasciato a temperatura ambiente prima di poter essere utilizzato per i vostri primi piatti di ogni tipo. In questo modo avrete un pesto alla genovese fresco e molto profumato sempre, anche in inverno quando il basilico non è fresco e profumato come in estate.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!