Salsa Cocktail

La salsa cocktail nasce dall'unione di maionese e ketchup ed altri pochi ingredienti e dà vita ad una salsa amatissima, utilizzata per arricchire piatti di pesce o un piatto di patatine

Salsa Cocktail
Difficoltà
Preparazione
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La salsa cocktail, più comunemente chiamata salsa rosa in Italia per via della sua colorazione, altro non è che l’unione di maionese e ketchup. La preparazione della salsa cocktail è molto semplice e dà vita ad una salsa perfetta per accompagnare carni, pesce o anche semplicemente delle buonissime patatine fritte. Vediamo, quindi, insieme come preparare un’ottima salsa cocktail.

Ingredienti

  • 150 g di Ketchup
  • 300 g di maionese
  • 25 g di worcestershire sauce
  • 20 ml di cognac
  • 10 g di senape

Salsa-cocktail-101146

Preparazione

Per iniziare la preparazione della salsa cocktail dovete partire dalla maionese, che potete acquistare già pronta oppure realizzare voi stessi montando i tuorli con sale, pepe, aceto ed olio di semi da aggiungere a filo, molto delicatamente per evitare che la maionese impazzisca. Per la ricetta completa cliccate qui.

Quando la maionese sarà pronta potete aggiungere il ketchup, la worcerstershire sauce ed il cognac. Anche per il ketchup, come per la maionese, potete decidere di utilizzarne uno già pronto oppure realizzarlo voi stessi (cliccate qui per la ricetta). Amalgamate il tutto con una frusta continuando ad emulsionare ad aggiungete anche la senape. Continuate fino a quando tutti gli ingredienti che avete inserito all’interno non saranno perfettamente amalgamati tra di loro. La salsa cocktail così ottenuta andrà messa in frigorifero a compattarsi per all’incirca un’ora.

In questo modo non soltanto acquisirà la giusta consistenza ma tutti i sapori al suo interno si mischieranno perfettamente dando vita a duna salsa molto sfiziosa ed amata in tutto il mondo.

Consigli e varianti

Potete variare le proporzioni di maionese e ketchup all’interno della salsa cocktail, a seconda se volete che uno dei due elementi prevalga rispetto all’altro. Scegliete, quindi, in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti.

La salsa cocktail si presta benissimo per accompagnare un cocktail di gamberetti, ad esempio, ma può accompagnare benissimo anche altri piatti a base di pesce. Ottima anche con delle semplicissime patatine fritte o all’interno di panini con hamburger. Insomma le possibilità di utilizzo della salsa cocktail sono davvero tantissime.

Conservazione

La salsa cocktail si conserva in frigorifero per 2-3 giorni al massimo coperta con della pellicola trasparente oppure chiusa all’interno di un contenitore ermetico così che si mantenga perfetta e ben cremosa come quando l’avete preparata.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!