Fusilli con cavolfiore e pangrattato

I fusilli con cavolfiore e pangrattato sono un primo piatto molto ricco e gustoso, facile e veloce da preparare. Cosa chiedere di più? Ecco la ricetta

Fusilli con cavolfiore e pangrattato
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I fusilli con cavolfiore e pangrattato sono un primo piatto molto gustoso e piuttosto facile e veloce da fare.

E’ uno di quei piatti “furbi” che consentono di camuffare il gusto della verdura, ideale quindi da realizzare per chi vuole far mangiare il cavolfiore anche a chi non lo gradisce particolarmente.

E’ inoltre un ottimo piatto da preparare per chi vuole consumare un po’ di verdura senza dover rinunciare al gusto. Provateli senza acciughe per una versione vegetariana ed anche senza formaggio per una versione vegana.

Vediamo adesso come realizzare questi gustosi fusilli con cavolfiore e pangrattato.

Ingredienti

  • 320 g di fusilli
  • 500 g di cavolfiori
  • 4 acciughe
  • 2 spicchi di aglio
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di grana padano
  • q.b di peperoncino

Preparazione

Per iniziare la preparazione dei fusilli con cavolfiore e pangrattato occorre partire dalla pulizia del cavolfiore: eliminate quindi il gambo insieme alle foglie esterne e dividete le cimette. Sciacquatele sotto l’acqua corrente e tuffatele in abbondante acqua salata portata ad ebollizione. Lasciate cuocere per circa 10 minuti, quindi, una volta cotte, lasciatele scolare in modo tale che perdano tutto il liquido in eccesso.

Nel frattempo pulite le acciughe, lavandole bene sotto l’acqua per eliminare tutto il sale, dividetele successivamente a metà e togliete la lisca centrale. In un tegame fate soffriggere con un filo d’olio gli spicchi d’aglio ed il peperoncino. Aggiungete quindi anche le Acciughe e schiacciate con il cucchiaio così da farle sciogliere. Aggiungete il cavolfiore ben scolato e schiacciatelo con una forchetta. Lasciatelo insaporire per circa 5-10 minuti e poi spegnete la fiamma.

Lessate i fusilli in abbondante acqua salata e nel frattempo tostate il pangrattato in una padella, stando attenti a mescolarlo spesso affinchè non bruci. Dopo aver messo da parte qualche mestolo di acqua di cottura, scolate la pasta al dente e versatela nel tegame con il cavolfiore. Accendete la fiamma e fate insaporire i fusilli mescolandoli energicamente. Aggiungete il pangrattato tostato e il Grana Padano grattugiato insieme ad un po’ di acqua di cottura della pasta.

Impiattate completando con un po’ di peperoncino a piacere.

In alternativa potete preparare una pasta al forno con cavolfiori o una pasta al forno bianca.

Conservazione

I fusilli con cavolfiore e pangrattato si conservano per al massimo un paio di giorni in un contenitore ermetico. Andranno scaldati nuovamente ripassandoli in padella prima di servirli.

I consigli di Sanny - Organizzo e Cucino

Potete scegliere di utilizzare il peperoncino secco oppure quello fresco: io ho preferito il primo per poterlo poi utilizzare anche come guarnizione nel piatto. Potete comunque ometterlo se non lo gradite o se preparate il piatto per dei bambini. Vi consiglio di consumare i fusilli al momento per gustarli al meglio.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!