Gnocchi al pesto

Gli gnocchi al pesto sono un primo piatto molto saporito e corposo, che se si vuole può diventare molto veloce da preparare. Ecco la ricetta per prepararli ed alcuni consigli utili

Gnocchi al pesto
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli gnocchi al pesto sono un primo piatto davvero sfizioso e dal sapore intenso, perfetto per qualsiasi stagione dell’anno. Si tratta di un piatto che può essere facilmente velocizzato utilizzando degli gnocchi e del pesto già pronto, ma se avete un po’ di tempo in più e vi piace sporcarvi le mani in cucina allora realizzare queste due preparazioni sarà davvero il  massimo ed il risultato sarà ancora più gustoso e ricco. Vediamo, quindi, come preparare degli sfiziosissimi gnocchi al pesto.

Ingredienti per gli gnocchi

  • 1 kg di patate lesse
  • 150 g di farina 00
  • 120  di fecola di patate
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il pesto alla genovese

  • 2 spicchi d’aglio
  • 50 g di basilico
  • 100 ml di olio extravergine d’oliva
  • 20 g di pinoli
  • 40 g di pecorino grattugiato
  • 80 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 pizzico di sale

Gnocchi-al-pesto-75578

Preparazione

Per iniziare la preparazione degli gnocchi al pesto dovete partire proprio dagli gnocchi. Proprio per questo la prima cosa da fare è lavare le patate e metterle in abbondante acqua salata a bollire per circa 40 minuti. quando le patate saranno pronto scolatele, eliminate la buccia esterna e dopo schiacciatele con l’apposito strumento. Fatto questo spostate le patate in una ciotola ben capiente ed aggiungetevi gli altri ingredienti, ovvero l’uovo, il sale e la farina, precedentemente setacciata per evitare che si formino dei grumi che rovinerebbero la vostra preparazione. La pasta ottenuta andrà messa in frigorifero a riposare per almeno un’ora. Per la ricetta completa cliccate qui.

Mentre aspettate che l’impasto degli gnocchi riposi in frigorifero dedicatevi al pesto. Prendete un mortaio, ovvero lo strumento tipico per realizzarlo, ed aggiungetevi l’aglio sbucciato ed il sale che andrete a schiacciare insieme.

Aggiungete a questo punto le foglie di basilico, che non dovete lavare ma solo pulire con un panno asciutto per evitare che assorbano acqua che verrebbe rilasciata in questa fase rendendo troppo liquido il vostro pesto alla genovese. Quando il basilico comincerà a rilasciare tutta la sua essenza potete aggiungere anche i pinoli. Aggiungete adesso poco per volta il formaggio e l’olio extravergine d’oliva. La consistenza che dovete ottenere sarà ben cremosa ma densa. Per la ricetta completa cliccate qui.

A questo punto la pasta per gli gnocchi è pronta per cui toglietela da frigorifero e riducetela in lunghi filoncini, che andrete a tagliare a tocchetti. Passate ogni tocchetto sui rebbi di una forchetta perché diventino ben rigati.

Mettete una pentola con abbondante acqua salata a scaldare e quando sarà arrivata ad ebollizione aggiungete gli gnocchi. Non mescolate ma aspettate che gli gnocchi salgano a galla, segno che sono cotti. Scolateli e fateli saltare in una padella con il pesto alla genovese che avete appena realizzato.

Basteranno pochi minuti perché i vostri gnocchi alla genovese siano pronti da portare a tavola ancora ben caldi. Il risultato è davvero da leccarsi i baffi ma soprattutto piacerà davvero a tutti.

Gnocchi-al-pesto-75578

Consigli e varianti

Gli gnocchi al pesto sono davvero un classico. Se non avete tempo però potete utilizzare tutto già pronto e passare direttamente gli gnocchi cotti in padella con il pesto alla genovese già fatto. Per un pranzo dell’ultimo minuto è davvero l’ideale.

Gli gnocchi al pesto sono davvero ottimi, ma per chi non li gradisse potete preparare degli gnocchi alla sorrentina, degli gnocchi al salmone, degli gnocchi con crema ai funghi e speck, degli gnocchi di patate viola per stupire anche i più piccoli. Per i più tradizionalisti un bel piatto di spaghetti al pesto sarà davvero perfetto.

Conservazione

Gli gnocchi al pesto si conservano per al massimo un giorno se coperti con della pellicola trasparente o se chiusi all’interno di un contenitore ermetico. Basterà scaldarli per pochi minuti in padella perché tornino ottimi come quando li avete preparati. Il consiglio, però, è di consumarli appena preparati e ben caldi.

Altre ricette di Primi Piatti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!