Pappardelle ai funghi

Le pappardelle ai funghi sono un ottimo primo piatto autunnale dal sapore intenso e deciso. Vediamo come prepararle passo dopo passo ed in quali varianti poterle portare a tavola

Pappardelle ai funghi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le pappardelle ai funghi sono un primo piatto tipicamente autunnale, quando i funghi si prestano particolarmente a questo tipo di preparazione. Le pappardelle ai funghi sono perfette per gli amanti dei funghi ed in particolare dei funghi porcini. Si tratta di un gusto molto intenso e gustoso e, chi lo desiderasse, può anche arricchirle con dello speck o del formaggio. Le pappardelle ai funghi sono sicuramente un primo piatto di grande qualità dal sapore intenso, che piace proprio a tutti. Vediamo come andare a preparare le pappardelle ai funghi.

Ingredienti

  • 300 g di pappardelle
  • 500 g di funghi
  • Aglio q.b.
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Ingredienti per decorare

  • Parmigiano reggiano q.b.

Pappardelle-ai-funghi-49939

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle pappardelle ai funghi partite dalla pulizia dei funghi. Questi infatti andranno puliti molto accuratamente per non correre il rischio che parte del terriccio che li ricopre possa poi rimanere all’interno delle vostre pappardelle ai funghi. Eliminate, quindi, dapprima la parte terrosa all’altezza della radice e pulite sotto acqua corrente. Dopo di che andate a spellare i cappelli così da renderli più omogenei alla vista ma soprattutto ancora più piacevoli da guardare.

Quando i vostri funghi saranno ben puliti procedete a tagliarli realizzato delle fette di spessore medio. Attenzione allo spessore che andrete a dare ai vostri funghi, che non vanno realizzati troppo grandi perché rimarrebbero troppo croccanti poi in fase di cottura nè troppo sottili perché risulterebbero poco consistenti poi nelle vostre pappardelle ai funghi. Adesso dedicatevi al prezzemolo e tritatelo molto finemente. Per questa operazione potete utilizzare una mezzaluna oppure un mixer. In quest’ultimo caso l’operazione diventerà ancora più veloce e facile da portare a termine. Infatti, in pochissimi secondi avrete un battuto di prezzemolo davvero finissimo, perfetto per questa preparazione. Potete conservare un ciuffo di prezzemolo per andare poi a decorare le vostre pappardelle ai funghi.

Adesso preparate una padella ben ampia e andatevi a mettere l’aglio schiacciato. Per preparare l’aglio e tritarlo molto finemente potete utilizzare un apposito schiaccia aglio oppure, se lo preferite, potete anche aggiungere l’aglio intero, farlo rosolare e poi andare a toglierlo così da non avvertirlo più poi nelle vostre pappardelle ai funghi. Fate rosolare a fuoco molto basso per evitare che l’aglio si bruci.

Se volete associare ai funghi anche dello speck questo sarebbe il momento di aggiungerlo. Tagliatelo in listarelle sottili e mettetelo a rosolare insieme all’aglio prima di aggiungere i funghi. Per queste dosi ve ne basterà una fetta da 100 g.

Aggiungete i funghi e lasciateli cuocere per circa 10 minuti, mescolando ogni tanto per non fare attaccare sul fondo. Quando i funghi saranno cotti potete aggiungere anche il prezzemolo tritato, salare e pepare. Il prezzemolo va aggiunto all’ultimo perché, se messo per troppo tempo sul fuoco, tende ad annerirsi, il che renderebbe le vostre pappardelle ai funghi meno appetitose e golose da vedere.

A questo punto il vostro condimento delle pappardelle ai funghi è pronto per cui non vi resta che dedicarvi alla cottura delle pappardelle. Prendete una pentola ben capiente e versatevi dell’acqua che porterete ad ebollizione e salerete. Quando avrà raggiunto il bollore potrete aggiungere anche la pasta. Fate attenzione alla cottura delle pappardelle che dovranno rimanere al dente perché ricordate che andranno poi messe a mantecare con il condimento che avete appena preparato.

Quando le pappardelle avranno raggiunto la cottura perfetta, scolatele ed andatele ad aggiungere in padella al condimento preparato prima. Lasciate un piccolo residuo di acqua di cottura se possibile così da andare a rendere le vostre pappardelle ai funghi ben morbide in questa fase.

A questo punto non vi resta che mescolare per bene il tutto e fare addensare il sugo. Quando questo sarà ben stretto potete scendere le vostre pappardelle ai funghi ed andare ad impiattare. Per la presentazione potete spolverizzare con un po’ di parmigiano reggiano grattugiato e con un ciuffetto di prezzemolo per andare a richiamare il condimento delle vostre pappardelle ai funghi.

Le pappardelle ai funghi vanno servite ben calde ai vostri ospiti e vi assicureranno sicuramente tantissimi complimenti. Le pappardelle ai funghi, infatti, hanno un sapore molto intenso perfetto per le giornate fredde invernali.

Pappardelle-ai-funghi-49939

Consigli e varianti

Fate molta attenzione alla pulizia dei funghi durante la preparazione delle pappardelle ai funghi. È importante andare a rimuovere tutta la terra, ma dovete fare anche attenzione a non maltrattare troppo i vostri funghi, che altrimenti si annerirebbero troppo. Se i funghi sono eccessivamente ricoperti di terra potete strofinarli leggermente con una spazzolina dalle setole morbide.

Potete arricchire ancora di più il gusto delle vostre pappardelle ai funghi con della panna. Non esagerate con le quantità della panna, per le dosi sovra indicate ne basteranno circa 200 ml. Quando andate a mantecare le pappardelle ai funghi aggiungete la panna e fate saltare tutto insieme perché i vari sapori si fondano tra di loro.

Le pappardelle ai funghi sono solitamente apprezzate da tutti, meno che dai più piccoli, che preferiscono sapori più semplici, come ad esempio le lasagne alla bolognese, le lasagne alle verdure o la pasta al forno. Come altra alternativa golosa potrebbero essere un’ottima idea degli gnocchi alla sorrentina, delle pappardelle al ragù di cinghiale o degli spaghetti alla carbonara.

Conservazione

Le pappardelle ai funghi si conservano in frigorifero per un giorno se chiuse all’interno di un contenitore ermetico oppure se coperte con della pellicola trasparente. Nel momento in cui queste, però, vanno servite nuovamente ai vostri ospiti dovrete mantecarle nuovamente. Mettetele, quindi, in una padella ben capiente, aggiungete del formaggio grattugiato e dell’olio e fate saltare per un paio di minuti in padella. Pepate, nuovamente, e portate a tavola. In questo modo non andrete soltanto a riscaldare le vostre pappardelle ai funghi ma le renderete anche più croccanti e, quindi, molto piacevoli da mangiare. Non prolungate troppo a lungo la mantecatura per non far perdere di consistenza alla vostra preparazione. Versate un altro filo d’olio a crudo sulle vostre pappardelle ai funghi ed andate a servire ai vostri ospiti. E’ comunque bene sapere che è sempre bene consumare le pappardelle ai funghi quando sono appena preparate

Altre ricette di Primi Piatti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!