Risotto ai funghi

Il risotto ai funghi è un tipico primo piatto della stagione autunnale realizzato con porcini freschi. Vediamo la ricetta ed alcune varianti interessanti e gustose per stupire i vostri ospiti

Risotto ai funghi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il risotto ai funghi è un tipico piatto autunnale dove l’ingrediente principale sono i funghi, solitamente i funghi porcini. Il risotto ai funghi ha un sapore molto semplice ma decisamene intenso e costituisce un piatto veloce e facile da preparare, ma di sicuro successo. Il risotto ai funghi può poi essere arricchito con del parmigiano reggiano grattugiato oppure con del prezzemolo tritato. Il risultato è davvero molto goloso ed adatto a tantissime occasioni diverse, che siano una pranzo domenicale o un’occasione più particolare. Vediamo, quindi, come preparare un perfetto risotto ai funghi.

Ingredienti

  • 300 g di riso carnaroli
  • 400 g di funghi porcini
  • 60 g di burro
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • 1 cipolla
  • 1 aglio
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Sale q.b.
  • Brodo vegetale q.b.
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato

Risotto-ai-funghi-52191

Preparazione

Per iniziare la preparazione del vostro risotto ai funghi dovrete iniziare proprio dall’ingrediente principale di questo primo piatto, ovvero dai funghi. Questi, infatti, crescono in un ambiente molto terroso e anche quando li acquistate spesso sono ricoperti da parecchi detriti terrosi, che andranno totalmente eliminati prima di poter procedere con la cottura.

Per pulire i funghi dovrete innanzitutto togliere la parte terrosa alla base del gambo ed andare poi a staccare le cappelle dei funghi dai vari gambi. Lavate bene ogni parte dei funghi sotto acqua fresca corrente e aiutatevi con una piccola spazzolina se i detriti terrosi sono parecchio consistenti. Il risultato deve essere un fungo perfettamente pulito per avere poi un risotto ai funghi perfetto senza alcun tipo di residuo, che sarebbe spiacevolissimo da consumare.

Andate asciugando uno per volta i funghi con un panno con della carta assorbente e dedicatevi adesso al taglio. Affettate sia i gambi che le cappelle in maniera abbastanza sottili, ma senza realizzare delle fette o dei cubetti troppo sottili altrimenti questi perderebbero poi di consistenza durante la preparazione del vostro risotto ai funghi.

Fate attenzione allo spessore dei funghi perché questi non devono essere neanche troppo spessi per evitare poi che i funghi rimangano crudi in fase di cottura. Una volta che avrete affettato tutti i funghi potete dedicarvi alla preparazione del riso.

Prendete un tegame ben capiente e mettetevi il burro e la cipolla tritata finemente. Per la preparazione del risotto ai funghi la cipolla dovrà essere tritata molto finemente per evitare poi che questo ingrediente risulti troppo invadente all’interno del piatto. Per questo potete utilizzare una mezzaluna oppure un mixer che in pochissimi secondi vi darà un battuto davvero perfetto.

Fate appassire la cipolla per un paio di minuti fino a farla dorare leggermente e poi aggiungete il riso che andrà fatto tostare per un paio di minuti prima di poter aggiungere il brodo vegetale. A questo punto dovete fare cuocere andando aggiungendo il brodo vegetale (cliccate qui per la ricettapoco per volta. Questo è un passaggio molto importante. Non dovete, infatti, aggiungere il brodo tutto in una volta per evitare che il riso perda la cottura e risulti quasi lesso. Il brodo andrà, invece, aggiunto un mestolo alla volta così da mantenere il punto di cottura del vostro riso.

Mentre aspettate che il riso si cuocia andate a preparare i funghi. Prendete un’altra padella e fate rosolare l’aglio con dell’olio extravergine d’oliva. Anche l’aglio, come la cipolla, andrà tritato molto finemente per cui potete utilizzare un apposito schiaccia aglio per avere un risultato perfetto. Se lo desiderate, però, potete anche utilizzare l’aglio intero ed andare poi a rimuoverlo quando questo sarà rosolato.

Fatto rosolare l’aglio non vi resta che aggiungere i funghi e fare cuocere a fuoco vivace. A metà cottura andrete ad aggiungere sale e pepe a vostro gusto. Se notate che i funghi non sono ancora cotti, ma non hanno più del brodo di cottura potete aggiungere del brodo vegetale. Lasciate cuocere e spolverizzate con del prezzemolo tritato. Anche questo ingrediente va tritato molto finemente, tenendo magari da parte un piccolo ciuffetto poi per la decorazione. Anche in questo caso potete utilizzare un mixer per avere un risultato perfetto. In alternativa, se volete fare da voi, potete utilizzare una mezzaluna.

Quando il riso avrà quasi ultimato la sua cottura potete aggiungere i funghi al riso e continuare la mantecatura. Tenete da parte un paio di cucchiai di funghi per poter andare a decorare poi il vostro risotto ai funghi. Mantecate bene il tutto e quando il risotto ai funghi sarà ben cotto potete andare a togliere dal fuoco e aggiungere una noce di burro e del parmigiano reggiano grattugiato.

A questo punto il risotto ai funghi è pronto e non vi resta che andarlo ad impiattare per portarlo a tavola. Versate il risotto ai funghi nel piatto e poi al centro nella sua sommità disponete alcuni dei funghi che avete tenuto da parte prima ed un ciuffetto di prezzemolo per decorare al meglio il piatto. Se lo desiderate potete spolverizzare con dell’altro parmigiano reggiano grattugiato.

Il risotto ai funghi è un primo piatto davvero molto gustoso, perfetto per gli amanti dei funghi e per chi non vuole rinunciare ad un primo leggero ma allo stesso tempo molto goloso.

Risotto-ai-funghi-52191

Consigli e varianti

Il risotto ai funghi è piatto già molto gustoso, ma se lo desiderate potete arricchirlo utilizzando un formaggio dal sapore più intenso rispetto al parmigiano reggiano, come il pecorino o la ricotta salata. Decidete in base ai vostri gusti.

Il risotto ai funghi è solitamente molto amato ma se a qualcuno dei vostri ospiti non dovesse piacere o semplicemente per portare a tavola un’alternativa potete preparare anche un risotto agli asparagi, un risotto alla milanese, un risotto al radicchio o un risotto ai carciofi. Per gli amanti del pesce potete preparare un risotto alla marinara. Se invece volete stupire ancor adi più gli amanti dei funghi preparare delle pappardelle ai funghi.

Conservazione

Il risotto ai funghi va mangiato ben caldo e subito dopo essere stato preparato. Può essere conservato in frigorifero anche per un giorno ma di certo in questo modo il risotto ai funghi risulterà meno cremoso e corposo rispetto a quando è stato preparato e tenderà a seccarsi. Anche volendolo rimaneggiare questo non ritroverà la sua stessa consistenza soprattutto perché il riso tende a scuocere e a perdere la sua caratteristica cottura.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!