Sartù di riso

Il sartù di riso è un primo piatto tipico della cucina napoletana, che si può servire in tante varianti giocando con i sapori del ripieno. Ecco come realizzarlo ed alcuni consigli per un risultato perfetto

Sartù di riso
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il sartù di riso è un piatto tipico della cucina napoletana, che si prepara con del riso, che viene condito con piselli, mozzarella, funghi e polpettine di carne. Viene presentato come un timballo e si può preparare in tantissime varianti diverse, a seconda dei gusti o delle occasioni. Un piatto che piace solitamente a tutti, anche ai bambini. Vediamo, quindi, insieme come preparare un ottimo sartù di riso.

Ingredienti

  • 1 l di sugo di pomodoro
  • 500 g di riso
  • 150 g di parmigiano reggiano
  • 100 g di funghi champignon
  • 100 g di piselli
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 l di brodo vegetale
  • 2 mozzarelle
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • burro q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Ingredienti per le polpette

  • 250 g di carne di suino macinata
  • 1 uovo
  • 40 g di pangrattato
  • 30 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Sartù-di-riso-109325

Preparazione

Per iniziare la preparazione del sartù di riso dovete partire dalla realizzazione del sugo di pomodoro. Per la ricetta cliccate qui. Fatto questo dedicatevi ai funghi, che andranno lavati molto accuratamente sotto acqua fredda corrente così da eliminare ogni residuo di terra. Metteteli in una padella con uno spicchio d’aglio e dell’olio extravergine d’oliva, aggiustando di sale e pepe e fate proseguire la cottura per qualche minuto fino a quando saranno perfettamente cotti.

Fatto questo dedicatevi alla realizzazione delle polpettine. In una ciotola ben capiente mischiate insieme la carne macinata, un uovo, il parmigiano e il pangrattato. Aggiustate di sale e pepe ed impastate il tutto fino a formare un composto ben denso e compatto, dal quale ricaverete delle piccole polpettine. Queste andranno poi fritte in olio ben caldo oppure grigliate, se volete preparare un piatto più leggero. Una volta cotte le polpettine andranno messe su un foglio di carta assorbente così da eliminare l’olio in eccesso.

In una padella mettete a soffriggere la cipolla, tritata molto finemente, e quando questa si sarà appassita potrete unire anche i piselli e poi, quando questi saranno quasi pronti anche i funghi. Amalgamate per bene il tutto, aggiustando di sale e pepe.

Dedicatevi adesso al riso. Aggiungetelo in una casseruola ben capiente insieme a dell’olio extravergine d’oliva e fatelo saltare per qualche minuto. Aggiungete quindi il brodo vegetale, poco per volta, così da fare cuocere il riso. Quando il riso sarà quasi pronto aggiungete anche il sugo di pomodoro e fate proseguire la cottura fino a quando il riso sarà perfettamente cotto e soprattutto quando avrete ottenuto una consistenza ben cremosa. Aggiungete il parmigiano a fine cottura per mantecare.

Fatto questo tutto è pronto per passare alla composizione del vostro sartù di riso. Prendete il vostro stampo, imburratelo e cospargetelo con il pangrattato. Aggiungetevi metà circa del riso e dedicatevi al ripieno. Aggiungete le polpettine, i funghi e la mozzarella ridotta in cubetti, qualche cucchiaio di sugo di pomodoro e spolverizzate con dell’altro parmigiano reggiano.

Ricoprite, quindi, il tutto con il riso rimanente, così da formare il vostro sartù di riso, che dovrete terminare con un’abbondante spolverizzata di parmigiano reggiano e qualche cubetto di burro, così che in forno si formi una bella gratinatura.

Il sartù di riso a questo punto è pronto per essere messo in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti. Una volta ben gratinato toglietelo dal forno e lasciatelo freddare prima di capovolgerlo su un piatto di portata.

Il sartù di riso a questo punto è pronto per cui non resta che portarlo a tavola ai propri ospiti in fette.

Sartù-di-riso-109325

Consigli e varianti

Come detto prima potete realizzare il sartù di riso in mille varianti diverse. Ad esempio potete non aggiungere il pomodoro al riso ma utilizzare dello zafferano per aromatizzarlo oppure potete variare il ripieno, utilizzando dei salumi o dei formaggi, a seconda dei vostri gusti.

Per rendere il vostro sartù di riso ancora più invitante potete cospargere ogni fetta con del sugo e delle polpettine oppure foderare lo stampo con delle melanzane fritte, così che il vostro sartù di riso una volta capovolto sia ancora più invitante.

Il sartù di riso è un ottimo piatto, anche per la domenica. In alternativa potete servire un risotto ai funghi, un timballo di riso o un risotto alla zucca. Tutti piatti che piaceranno sempre a tutti.

Conservazione

Il sartù di riso si conserva per un paio di giorni in frigorifero coperto con della pellicola trasparente oppure chiuso in un contenitore ermetico. Andrà messo a scaldare in forno o in microonde prima di essere nuovamente servito ai vostri ospiti.

Altre ricette di Primi Piatti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!