Spaghetti al pesto

Gli spaghetti al pesto sono un primo piatto tipico della Liguria dal sapore molto corposo ed intenso. Ecco la ricetta per prepararli ed alcune idee per creare delle varianti interessanti

Spaghetti al pesto
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Gli spaghetti al pesto sono una ricetta tipica della Liguria ma ormai consumate e preparate in tutto il mondo. Gli spaghetti al pesto sono un primo piatto molto corposo e ricco sia da un punto di vista nutrizionale che a livello di gusto. Si tratta di una ricetta diventata basilare per chi muove i primi piatti in cucina, scegliendo poi se arricchire gli spaghetti al pesto con degli altri ingredienti, come ad esempio le patate. Vediamo, intanto, come preparare un classico piatto di spaghetti al pesto.

Ingredienti

  • 300 g di spaghetti
  • 2 spicchi d’aglio
  • 50 g di basilico
  • 100 ml di olio extravergine d’oliva
  • 20 g di pinoli
  • 40 g di pecorino grattugiato
  • 80 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 pizzico di sale

Spaghetti-al-pesto-52558

Preparazione

Per iniziare la preparazione degli spaghetti al pesto dovete iniziare dal pesto, elemento principale e fondamentale di questo piatto. Prendete un mortaio, che è lo strumento tipico e tradizionale ligure nel quale si va a preparare il pesto. Al centro mettete gli spicchi d’aglio precedentemente sbucciato ed andatelo a schiacciare insieme al sale grosso nel mortaio.

Quando avrete ridotto l’aglio in una crema potete aggiungere le foglie di basilico insieme ad un altro po’ di sale. È importante puntualizzare che per questa preparazione le foglie di basilico non vengono pulite con dell’acqua, ma strofinate delicatamente con un panno in maniera tale che le foglie non assorbano dell’acqua che andrebbero poi a rilasciare durante la preparazione del pesto alla genovese.

Aggiunto il basilico continuate a pestare fino a quando non avrete ottenuto un composto ben cremoso. Questa operazione non è molto semplice e richiederà diversi minuti ma non scoraggiatevi e continuate a pestare sfregando non soltanto sul fondo ma anche sui lati del vostro mortaio così da ridurre le foglie di basilico in una purea. Dopo qualche minuto, infatti, vedrete fuoriuscire dalle vostre foglie un liquido che costituirà l’essenza del pesto alla genovese.

Quando il basilico sarà pronto potete continuare aggiungendo i pinoli, che andranno ridotti, come gli altri ingredienti in una crema. A questo punto potete procedere aggiungendo il formaggio, che non andrà inserito tutto in una volta ma poco per volta andando ad ungere di volta in volta con un po’ di olio. In questo modo, infatti, tutti gli ingredienti si incorporeranno per bene all’interno del vostro pesto alla genovese per creare degli spaghetti al pesto davvero deliziosi. Continuate in questo modo fino a quando non avrete incorporato entrambi i formaggi e non avrete ottenuto una consistenza ben cremosa e perfetta. Per la ricetta completa cliccate qui.

A questo punto il vostro pesto alla genovese è pronto e non resta che dedicarsi alla pasta. Prendete una pentola con abbondante acqua salata all’interno e portate ad ebollizione così da andare a creare la condizione ideale per cuocere la pasta. Raggiunto il bollore abbassate la paste e fate cuocere fino a quando questa sarà cotta. Come sempre quando si prepara della pasta la cottura è essenziale. Questa infatti non dovrà essere eccessivamente cotta ma mantenere sempre una consistenza al dente.

In questa preparazione abbiamo deciso di preparare degli spaghetti al pesto ma nulla vieta di usare un altro formato di pasta, come ad esempio le linguine o le bavette che si sposano benissimo con questo tipo di preparazione. Decidete, quindi, il formato che preferite e regolatevi poi di conseguenza coni tempi di cottura.

Quando la pasta avrà raggiunto la cottura desiderata potete scolarla e darla saltare per un paio di minuti con il pesto alla genovese, che in questo modo si incorporerà perfettamente al piatto e si riscalderà potete irrorare con un altro filo d’olio per completare la preparazione degli spaghetti al pesto.

A questo punto gli spaghetti al pesto sono pronti e non resta che andare a servirli ai vostri ospiti. Impiattate in maniera elegante, ricordando che il primo impatto in cucina è sempre visivo. Mettete una forchettata di spaghetti al pesto arrotolati al centro del vostro piatto ed andate a guarnire con qualche fogliolina di basilico cruda oppure con qualche scaglia di formaggio o dei pinoli interi. In questo modo non soltanto renderete il vostro piatto di spaghetti al pesto bello da vedere ma andrete a richiamare anche gli ingredienti presenti all’interno del piatto.

Gli spaghetti al pesto sono un piatto molto goloso e gustoso e di certo vi faranno fare un’ottima figura con i vostri ospiti.

Spaghetti-al-pesto-52558

Consigli e varianti

Gli spaghetti al pesto possono essere preparati anche in alcune varianti in cui omettere determinati ingredienti. Molti, infatti, non amano moltissimo l’aglio all’interno del pesto alla genovese e nella cucina in genere per cui nella preparazione degli spaghetti al pesto potete decidere di aggiungere un solo spicchio d’aglio oppure potete anche ometterlo aggiungendo un po’ più di pinoli e di formaggio. Il risultato è comunque ottimo. Scegliete quindi in base ai vostri ospiti ed a quelli dei vostri ospiti.

Gli spaghetti al pesto possono essere arricchiti con delle patate lesse tagliate a cubetti sottilissimi, che si sposano molto bene con questa preparazione. Andranno lessate e poi amalgamate agli spaghetti al pesto alla fine.

Se state preparando dei primi piatti e volete dare delle alternative alla pasta al pesto potete andare a preparare degli spaghetti alla carbonara, della pasta al forno, delle lasagne alla bolognese o dei tagliolini al salmone se volete continuare a proporre dei piatti molto classici e popolari. Per i palati più esigenti invece potete preparare ad esempio delle pappardelle al ragù di cinghiale o delle pappardelle ai funghi. Gli amanti dei risotti apprezzeranno molto del risotto al radicchio, del risotto ai carciofi, del risotto agli asparagi o del risotto ai funghi. In questo modo darete tante alternative golose ai vostri ospiti.

Conservazione

Gli spaghetti al pesto vanno consumati ben caldi e subito dopo la preparazione. Se lo desiderate, però, si conservano in frigorifero per la massimo un giorno ma vanno poi rimaneggiati in padella prima di essere nuovamente serviti ai vostri ospiti. In questo caso andate ad amalgamare dell’altro pesto alla genovese al vostro piatto di spaghetti al pesto cos da far ritrovare per quanto possibili la cremosità iniziale al vostro piatto. Si tratta comunque di un piatto che è meglio servire subito dopo averlo preparato.

Altre ricette di Primi Piatti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!