Vellutata di zucca

La vellutata di zucca è un primo piatto leggero ma dal sapore intenso, adatto per una giornata invernale o per un pasto leggero. Vediamo come realizzarla ed alcune varianti interessanti

Vellutata di zucca
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La vellutata di zucca è una crema realizzata con una polpa di zucca, che viene cotta in padella insieme a del brodo vegetale e a della cipolla. La vellutata di zucca è un piatto caldo adatto alle giornate più fredde, quando si ha voglia di consumare qualcosa di leggero ma di gustoso allo stesso tempo. La vellutata di zucca è adatta ad una cena leggera o come primo piatto seguito da un secondo per un menu più leggero. La vellutata di zucca è ottima da servire ancora calda con dei crostoni di pane tostato ed un filo di olio extravergine d’oliva. Vediamo, quindi, come preparare un’ottima vellutata di zucca.

Ingredienti

  • 1 kg di zucca rossa
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 cipolla media
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.
  • Brodo vegetale q.b.
  • 100 g di scaglie di parmigiano reggiano

Preparazione

Per iniziare la preparazione della vellutata di zucca dovete partire proprio dall’ingrediente principale e fondamentale di questa ricetta, ovvero la zucca. Questa, infatti, andrà pulita per bene così da avere un risultato perfetto. La zucca è un ortaggio non particolarmente facile da sbucciare e pulire per via della sua scorza molto dura per cui armatevi di un po’ di pazienza e di un coltello ben affilato per sbucciare per bene la zucca.

Quando avrete eliminato tutta la buccia della zucca rimuovete anche i semi ed i filamenti interni della zucca a tagliatela in cubetti di piccoli dimensioni. Non fate molta attenzione ai cubetti che andrete a realizzare dal momento che poi andranno frullati e non saranno, quindi, più visibili all’interno della vostra vellutata di zucca.

A questo punto dedicatevi alla cipolla. Sbucciatela e tritatela molto finemente. Anche in questo caso non badate troppo al risultato dal momento che anche la cipolla, che cuocerà insieme alla zucca, finirà per essere frullata e non sarà più distinguibile nel piatto.

Fatto questo prendete una pentola ben capiente e versatevi la cipolla con un po’ di olio extravergine d’oliva, così da farla rosolare per un paio di minuti. Appena la cipolla sarà ben appassita aggiungete la zucca e fate saltare per una decina di minuti, coprendo la pentola con un coperchio.

Passati dieci minuti aggiungete del brodo di verdure così da rendere la preparazione più morbida e permettere ala vostra zucca di cuocere per bene. A questo punto fate proseguire la cottura della zucca per circa 20 minuti a fuoco medio.

Controllate di tanto in tanto la vostra preparazione e se lo ritenete necessario aggiungete dell’altro brodo di verdure. È importante che la preparazione sia sempre molto morbida e che il sughetto non manchi, altrimenti la vostra vellutata di zucca risulterebbe troppo densa. Allo stesso modo la preparazione non deve contenere troppo brodo, per evitare che la vellutata di zucca risulti troppo liquida. Aggiungete, quindi, il brodo di verdure poco per volta per riuscire a regolarvi al meglio.

Quando la zucca si sarà cotta per bene aggiustate di sale e di pepe. È bene sempre aggiungere il sale alla fine della cottura della vellutata di zucca per evitare di avere una vellutata di zucca troppo salata. Il brodo di verdure che andate aggiungendo alla preparazione, infatti, contiene già del sale, per cui aggiungendo il sale all’inizio della preparazione rischiate di perdere di vista le quantità e di portare a tavola una vellutata di zucca troppo sapida.

Fatto questo aggiungete anche la cannella e la noce moscata, facendo attenzione a non eccedere perché si tratta di due ingredienti dal sapore molto forte e ne basta davvero poco. A questo punto non vi resta altro che frullare la vostra zucca per ottenere una vellutata di zucca perfetta. Aiutatevi per questa operazione con un mixer oppure con un frullatore ad immersione che vi permetterà di ottenere una crema ben densa e omogenea.

A questo punto la vellutata di zucca è pronta e non vi resta che portarla a tavola quando è ancora ben calda, condendo con un filo di olio extravergine d’oliva e delle scaglie di parmigiano grattugiato, che con il calore stesso della vellutata di zucca si fonderanno e risulteranno ancora più golose.

La vellutata di zucca è perfetta per una serata invernale quando si ha voglia di un piatto caldo ma leggero allo stesso tempo. Il sapore intenso della zucca, infatti, rende la vellutata di zucca davvero molto gustosa con pochissime calorie, il che rende questo piatto perfetto ance per chi sta seguendo un regime dietetico e fa particolare attenzione alle calorie.

Consigli e varianti

Nella preparazione della vellutata di zucca è sempre bene aggiungere poco brodo vegetale. Nel momento, infatti, in cui andrete a frullare la zucca, qualora vi rendeste conto che la vellutata di zucca ottenuta è troppo densa, potete sempre aggiungere qualche cucchiaio di brodo vegetale fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Per dare croccantezza al piatto potete aggiungere alla vostra vellutata di zucca dei crostoni di pane, che andrete a passare ad olio e poi a mettere in forno a 220°C per circa 5 minuti, così da rendere il vostro pane ben croccante e saporito.

La vellutata di zucca è un ottimo primo piatto leggero ed ottimo. In alternativa, però, potete servire un’insalata di pollo o un minestrone di verdure.

Conservazione

La vellutata di zucca si conserva in frigorifero per un massimo di tre giorni se chiusa all’interno di un contenitore ermetico o se coperta con della pellicola trasparente. Prima di andare a servire nuovamente la vostra vellutata di zucca vi basterà scaldarla nuovamente in padella oppure per una decina di secondi al microonde perché il piatto ritrovi la temperatura giusta per essere portata a tavola. Condite, quindi, con olio e scaglie di formaggio e servite ben calda ai vostri ospiti. La vellutata di zucca è un piatto che si può preparare anche con un po’ di anticipo in maniera tale da mettersi avanti nella preparazione del proprio menù, specialmente se questo prevede diverse portate e con delle preparazioni piuttosto laboriose. Il suo sapore, anche a distanza di un paio di giorni dalla sua preparazione, infatti, rimane davvero molto gustoso e questo vi faciliterà non poco il lavoro.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!