Frittata di carciofi

La frittata di carciofi è un secondo piatto gustoso ma semplice allo stesso tempo, perfetto per i mesi autunnali ed invernali. Vediamo insieme come prepararla ed alcune varianti altrettanto apprezzate per accontentare tutti i nostri ospiti

Frittata di carciofi
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La frittata di carciofi è un secondo piatto sfizioso e molto saporito, perfetto per la stagione autunnale ed invernale in cui i carciofi sono di stagione. La frittata di carciofi, però, si presta ad essere servita anche come antipasto in un buffet riducendola in piccoli quadrotti da consumare a temperatura ambiente. Si tratta di un piatto molto semplice, costituito da uova, carciofi e formaggio ma il risultato è davvero molto gustoso. Vediamo, quindi, insieme come preparare una frittata di carciofi.

Ingredienti

  • 400 g di carciofi
  • 1 limone
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • 6 uova
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 60 g di parmigiano reggiano
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • brodo vegetale q.b.

Frittata-di-carciofi-88707

Preparazione

Per iniziare la preparazione della frittata di carciofi dovete partire proprio dai carciofi, vero elemento principe di questa ricetta. Come prima cosa dovrete accorciare il gambo e poi procedere eliminando le foglie più esterne, che sono quelle più dure. Quando le foglie inizieranno a staccarsi con facilità sarà segno che siete arrivati a quelle più tenere e potete, quindi, passare alle spine. Eliminate tutta la parte terminale accorciando di circa la metà le foglie. A questo punto tagliate a metà ed eliminate la barba centrale, scavando con un coltellino. Riducete, quindi, i carciofi in fettine di medio spessore, che metterete in una ciotola con acqua ed il succo di un limone così che si mantengano ben bianchi e non diventino neri.

Fatto questo prendete una padella e mettete a soffriggere gli spicchi d’aglio, lasciandoli interi così da rimuoverli poi in un secondo momento. Quando l’aglio inizierà ad appassire aggiungete i carciofi, che avrete scolato e privato della sostanza acidula nella quale erano immersi, e fate saltare il tutto per qualche minuto. Aggiungete, quindi, del brodo vegetale per fare proseguire la cottura per circa 10 minuti, coprendo con un coperchio. Aggiustate di sale e pepe, tenendo conto che il brodo di verdure è già salato.

Mentre aspettate che i carciofi cuociano dedicatevi al composto con le uova. In una ciotola ben capiente aggiungete, quindi, le uova, il parmigiano reggiano grattugiato, sale, pepe ed il pangrattato. Amalgamate per bene il tutto con una forchetta.

Quando i carciofi saranno ben morbidi, ma ancora consistenti toglieteli dalla padella ed aggiungeteli all’interno del composto con le uova, facendo però attenzione che non siano troppo liquidi. Amalgamate per bene il tutto. A questo punto ungete con un po’ d’olio extravergine d’oliva la padella e versatevi il composto della frittata di carciofi. Fate andare per circa 5 minuti e, solo quando inizierà a prendere consistenza ed a dorarsi giratela così da consentire la cottura uniforme su entrambi i lati. Fate continuare la cottura a fiamma bassa per altri 5-6 minuti circa.

Quando la frittata di carciofi sarà ben dorata potete adagiarla su un piatto di portata e servirla ai vostri ospiti, calda oppure fredda lasciandola a temperatura ambiente per circa 30 minuti.

Frittata-di-carciofi-88707

Consigli e varianti

La frittata di carciofi può essere anche realizzata con delle fettine di cipolla, che sostituiscono l’aglio, e che vanno fatte saltare nell’olio in padella prima di aggiungere i carciofi. In questo modo la dolcezza della vostra frittata di carciofi sarà ancora maggiore.

La frittata di carciofi è un ottimo secondo piatto, ma in alternativa potete servire una frittata di spinaci e ricotta, una frittata di zucchine o una classica frittata di patate, da preparare anche con il Bimby, che di certo metterà d’accordo tutti.

Conservazione

La frittata di carciofi si conserva per 2 giorni al massimo chiusa all’interno di un contenitore ermetico oppure coperta con della pellicola trasparente. Andrà lasciata a temperatura ambiente per circa un’ora se volete servirla fredda oppure scaldata in forno tradizionale o a microonde perché torni calda e morbida come quando l’avete preparata.

Altre ricette di Secondi Piatti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!