Orata all’acqua pazza

L'orata all'acqua pazza è un secondo piatto a base di pesce molto facile e veloce da preparare ma dal sapore molto intenso. Ecco la ricetta per prepararla ed alcune indicazioni utili per un risultato perfetto

Orata all’acqua pazza
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

L’orata all’acqua pazza è un vero e proprio classico secondo piatto a base di pesce, molto semplice e veloce da preparare ma soprattutto adatto a tutte le stagioni, dal momento che è molto buono anche servito freddo. L’ orata all’acqua pazza viene realizzata arricchendo il pesce con del pomodoro, dell’aglio e del prezzemolo. Il risultato è molto gustoso e piace davvero a tutti. Vediamo, quindi, come preparare una perfetta orata all’acqua pazza.

Ingredienti

  • 2 orate
  • 350 g di pomodoro ciliegino
  • Prezzemolo q.b.
  • 5 spicchi d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • ½ bicchiere d’acqua
  • ½ bicchiere di vino bianco

Orata-all-acqua-pazza-64005

Preparazione

Per iniziare la preparazione dell’orata all’acqua pazza dovete partire dalla preparazione e pulizia dell’orata. Come prima cosa dovete eliminare le pinne laterali, quelle del ventre e quelle del dorso ed eliminare le squame su tutta la pelle del vostro pesce.

A questo punto procedete ed eviscerare l’orata praticando un taglio lungo tutta la pancia e procedendo a svuotare l’interno per bene. Pulite, quindi sotto acqua fredda corrente così da eliminare qualsiasi residuo ancora presente.

Solo a questo punto potete procedere nella preparazione dell’ orata all’acqua pazza riempiendo la pancia interna delle vostre orate con uno spicchio d’aglio, qualche ciuffetto di prezzemolo e del sale. Attenzione a non esagerare con il sale perché ricordatevi che le orate sono già sapide per natura.

A questo punto prendete una pirofila ben capiente cospargendo il fondo con dell’olio extravergine d’oliva ed adagiate le vostre orate. Aggiungete alla pirofila i pomodorini a cubetti ed il prezzemolo ridotto in foglie oppure tritato, a seconda dei vostri gusti. Salate e pepate, quindi, ed aggiungete anche acqua e vino alla vostra pirofila.

La vostra orata all’acqua pazza è pronta per essere messa in forno preriscaldato a 220°C per circa 25 minuti. Passato questo lasso di tempo la vostra orata all’acqua pazza è pronta per essere tolta dal forno e sfilettata. Eliminate prima la pelle e poi ricavate i vari filetti, facendo attenzione a rimuovere tutte le lische presenti e la testa dell’orata. In questo modo avrete ricavato dei filetti perfetti.

La vostra orata all’acqua pazza è pronta per essere servita per cui disponete i filetti in un piatto di portata e serviteli insieme al fondo di cottura formato dal pomodoro e dagli altri ingredienti aggiunti prima in pirofila. L’ orata all’acqua pazza a questo punto può essere servita con un filo d’olio extravergine a crudo ancora ben calda così da apprezzarne al meglio il sapore e la tenerezza della carne.

L’ orata all’acqua pazza è un secondo molto leggero che si presta benissimo a tantissime occasioni, da una semplice cena fino ad arrivare a delle occasioni più eleganti e raffinate. Spolverizzate con un po’ di prezzemolo tritato o con qualche ciuffetto di prezzemolo per rendere la vostra orata all’acqua pazza anche bella da vedere.

Consigli e varianti

L’ orata all’acqua pazza può essere cotta anche in padella ricavando i vari filetti di orata e poi mettendo gli altri ingredienti in padella così da farli cuocere insieme. Il risultato è comunque molto buono e saporito. Scegliete, quindi, la modalità di cottura che preferite.

L’ orata all’acqua pazza è un ottimo secondo a base di pesce, ma in alternativa potete servire un branzino al forno, degli involtini di pesce spada, del pesce spada al forno, del pesce spada impanato, del pesce spada gratinato o con dei pomodorini. Come contorno potete affiancare alla vostra orata all’acqua pazza delle patate duchessa, un flan di patate, un flan di spinaci o delle semplici patate a forno. Scegliete, quindi, in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti per scegliere l’accoppiamento migliore.

Conservazione

L’ orata all’acqua pazza è ottima da mangiare appena preparata, ma si presta molto bene ad essere servita ben fredda, il che rende questo piatto adatto anche alla stagione estiva ed alle giornate più afose. L’ orata all’acqua pazza, infatti, si conserva per al massimo due giorni in frigorifero se coperta con della pellicola trasparente o se chiusa all’interno di un contenitore ermetico. Nel caso in cui decideste di servirla fredda tenetela fuori dal frigo per almeno un’ora prima di portarla a tavola oppure passatela per alcune decine di secondi in microonde perché torni calda e morbida come quando l’avete preparata.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!