Pollo al pesto genovese

Il pollo al pesto genovese è un secondo piatto che necessita di pochi ingredienti ma che sarà davvero un'ottima alternativa al classico secondo piatto. Ecco la ricetta ed alcuni consigli

Pollo al pesto genovese
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il pollo al pesto genovese si presenta come un piatto semplicissimo da realizzare richiedendo semplicemente il tempo di cottura del pollo, che sappiamo tutti essere molto breve.

E’ una soluzione per un pranzo improvvisato perchè necessita di pochi ingredienti e se non si ha tempo di preparare da sè il pesto, ci sono tantissime soluzioni: al supermercato si può acquistare il pesto fresco servito al banco o i vasetti confezionati.

Vediamo, quindi, insieme come preparare un ottimo pollo al pesto genovese.

Ingredienti

  • 8 fette di petto di pollo
  • 300 g di basilico
  • 200 g di pinoli
  • 1 spicchio di aglio
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • q.b di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale
  • q.b di pepe

Preparazione

Per iniziare la preparazione del pollo al pesto genovese partite dalla realizzazione del pesto alla genovese

Pulite il basilico fresco. Unitelo, in un mixer, ai pinoli, aglio, sbucciato e senza le sue estremità (potete anche omettere il suo utilizzo) e frullare il tutto. Aggiungete, a questo punto, il parmigiano, l’olio extravergine d’oliva e sale qb. Frullate bene il tutto. Meglio non abbondate inizialmente con il sale, ma provarlo dopo una prima frullatura e nel caso aggiungerne ancora. Per i più esperti invece di utilizzare il mixer, servitesi del mortaio, strumento da sempre utilizzato per questa preparazione.

Si passa poi alla preparazione del pollo. E’ possibile acquistarlo già a fette oppure tagliare da sè delle fettine. Utilizzatre fettine non troppo fini, bensì spesse in modo tale che non il pollo non si secchi in cottura e che il suo sapore non sia completamente sovrastato da quello del pesto che andrà aggiunto a fine cottura.

Salate e pepate, dunque, le fettine di pollo prima di metterle in padella. Scaldate una padella con del burro o con dell’olio, a vostro piacimento e gusto. Quando il primo sarà sciolto o il secondo scaldato, disponete le fettine, non sovrapposte, sulla padella e lasciatele cuocere a fuoco basso coprendo con un coperchio. 

Giratelo numerose volte. Una volta cotto spegnete il fuoco e nella padella ancora calda aggiungete il pesto e mescolate pochi istanti. Servite caldo con qualche foglia di basilico come decorazione.

In alterantiva saranno ottimi degli involtini di cotoletta o dei bocconcini di pollo e spinaci, se cercate dei secondi sfiziosi e particolari.

Conservazione

Il pollo alla genovese è ottimo da consumare entro poche ore dalla sua preparazione. 

I consigli di Francesca

Il pollo è buono servito caldo o in alternativa se lo preferite freddo meglio aggiungere il pesto al momento della consumazione, tenendo il pesto preparato in un vasetto di vetro ben coperto da olio in modo che non si rovini. Un'alternativa alle fettine può essere quella di utilizzare straccetti di pollo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!