Pollo arrosto

Il pollo arrosto è un secondo piatto tipico della cucina italiana e non solo che viene solitamente accompagnato con delle patate al forno. Ecco la ricetta per prepararlo ed alcuni accorgimenti per un risultato perfetto

Pollo arrosto
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il pollo arrosto è un secondo piatto decisamente classico, che piace a tutti e che si adatta a tantissime occasioni. Il pollo arrosto, infatti, può essere preparato per una cena tra amici o in famiglia oppure per delle feste più importanti. Il pollo arrosto viene realizzato in forno, utilizzando il pollo interno cotto con tutta la pelle per far si che il grasso presente all’interno della pelle, sciogliendosi con il calore, mantenga morbida la carne. Viene insaporito con un aromi ed accompagnato con delle patate al forno per un risultato davvero semplice ma al tempo stesso molto gustoso. Vediamo, quindi, come preparare un ottimo pollo arrosto.

Ingredienti

  • 1 pollo intero (circa 1 kg)
  • 2 spicchi d’aglio
  • Sale q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Origano q.b.
  • Alloro q.b.
  • Salvia q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Pollo-arrosto-50813

Preparazione

Per iniziare la preparazione del pollo arrosto dovete iniziare dagli aromi. Potete tranquillamente utilizzare dei comuni aromi per arrosto che trovate già pronti e confezionati, ma se avete a disposizione gli ingredienti potete andare a realizzarli voi stessi in maniera tale da regolare a vostro piacimento le varie quantità e le proporzioni.

Capita spesso, infatti, che gli aromi già pronti siano eccessivamente pieni di sale o che contengano una prevalenza di un odore piuttosto che un altro. Preparandoli da voi, invece, realizzerete gli aromi che più gradite. Come prima cosa vi servirà un mixer per riuscire a tritare per bene e molto finemente tutti gli odori.

Aggiungete, quindi, all’interno del mixer il sale, l’aglio sbucciato, il rosmarino, l’origano, l’alloro e la salvia e tritate il tutto per qualche secondo per ottenere un risultato perfetto.

A questo punto iniziate a dedicarvi alla preparazione del pollo, che se già non lo fosse, andrà privato delle interiora. Prendete, quindi, una pirofila, che vi servirà per mettere in forno il pollo arrosto, ed andate ad adagiare il pollo intero.

Adesso prendete un pennello per alimenti e spennellate la superficie del pollo arrosto con dell’olio extravergine d’oliva, che renderà la pelle del vostro pollo arrosto ben croccante e soprattutto farà aderire gli aromi che andrete a versare tra poco.

Prendete gli aromi e cospargete completamente il vostro pollo arrosto, utilizzando le mani per fare aderire bene il tutto e soprattutto su tutta la superficie.

A questo punto dovete dedicarvi alla parte interna del pollo, che andrà anch’essa condita con gli aromi che avete realizzato e con dell’olio extravergine d’oliva. Potete anche aggiungere un rametto di rosmarino e lasciarlo all’interno del pollo perché rilasci in fase di cottura tutto il suo sapore ed il suo odore. Andrete poi a rimuoverlo nel momento in cui andrete a servire il vostro pollo arrosto.

Per evitare che il vostro pollo arrosto si attacchi al fondo potete andare a cospargere il fondo della pirofila con un po’ di olio extravergine d’oliva. A questo punto il vostro pollo arrosto è pronto per essere messo in forno a 200°C per circa un’ora.

Ovviamente queste indicazioni di cottura si riferiscono ad un pollo arrosto delle dimensioni indicate prima, mentre se andate ad utilizzare un pollo più grande o più piccolo i tempi di cottura aumenteranno o diminuiranno proporzionalmente.

Il pollo arrosto si sposa benissimo con le patate al forno per cui potete decidere di aggiungerle direttamente nella pirofila e farle cuocere insieme al pollo arrosto oppure di prepararle a parte. Cliccate qui per la ricetta completa. Se decidete di aggiungerle adesso, sbucciatele,lavatele e tagliatele in cubetti che andrete a condire con olio e aromi e a disporre intorno al vostro pollo arrosto. Se utilizzate delle patate fresche in cubetti dovrete aggiungerle al pollo arrosto all’incirca a metà cottura, perché si cuociono più velocemente, mentre se optate per delle patate novelle queste andranno inserite da subito perché il loro tempo di cottura è uguale a quello del pollo arrosto.

Per le dosi indicate nella ricetta, quindi per quattro persone, dovrete preparare circa un chilo di patate. Se volete che siano più abbondanti aumentate pure le dosi ma in questo caso è meglio prepararle a parte per far si che la loro cottura sia uniforme, cosa che non sarebbe possibile con il poco spazio a disposizione accanto al pollo arrosto.

A metà cottura circa girate il pollo arrosto per farlo dorare così da entrambe le parti, e mescolate anche le patate se le avete aggiunte alla pirofila. Se, invece, state usando delle patate in cubetti è questo il momento di aggiungerle.

Per agevolare la cottura utilizzate un cucchiaio per cospargere la superficie del pollo arrosto con il suo stesso fondo di cottura. In questo modo aiuterete anche la formazione della classica crosticina croccante del pollo arrosto.

Terminata la cottura il vostro pollo arrosto sarà ben dorato e croccante e potrà esser sfornato e servito ancora caldo insieme alle sue patate, che si saranno insaporite con il fondo di cottura del pollo arrosto.

Il pollo arrosto è una preparazione molto semplice che piace ai grandi ma anche ai bambini e che per questo è adatta a tantissime occasioni, per portare a tavola un piatto che piaccia davvero a tutti.

Pollo-arrosto-50813

Consigli e varianti

Il pollo arrosto è una preparazione davvero semplice e basilare della cucina italiana, ma chi lo desidera può arricchirla, ad esempio inserendo all’interno del pollo della cipolla tagliata a fettine sottili, che renderà il vostro pollo arrosto ancora più saporito.

Se dovesse avanzare del pollo arrosto potete tranquillamente utilizzarlo per delle altre preparazioni, ad esempio per preparare una gustosa insalata di pollo da servire l’indomani per pranzo o per cena o semplicemente come antipasto.

Il pollo arrosto va cotto con la pelle per mantenere la carne morbida e succosa. Togliere la pelle nel tentativo di avere un pollo arrosto più leggero e con meno calorie renderebbe la carne troppo secca e poco gradevole da consumare.

Conservazione

Il pollo arrosto si conserva per un giorno in frigorifero, se chiuso all’interno di un contenitore ermetico oppure se coperto con della pellicola trasparente perché non si secchi. Per poter esser consumato può essere riscaldato in forno irrorandolo prima con un po’ di olio e con del limone. Il pollo arrosto è anche perfetto per creare delle altre ricette altrettanto sfiziose e gustose come quelle suggerite prima.

Altre ricette di Secondi Piatti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!