Pesce spada gratinato

Il pesce spada gratinato è una variante gustosa e molto saporita della preparazione classica del pesce spada al forno. Vediamo come realizzarla passo dopo passo e in che varianti poterla servire

Pesce spada gratinato
Difficoltà
Preparazione
Cottura
2 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il pesce spada gratinato è una ricetta molto gustosa ma allo stesso tempo semplice, che costituisce una variante molto interessante della ricetta classica, per chi vuole portare a tavola un piatto ancora più saporito e allo stesso tempo facile da preparare. Il pesce spada gratinato è perfetto come secondo piatto in un menu sfizioso ma allo stesso tempo leggero. La sua cottura al forno, infatti, e la presenza di pochi grassi fanno del pesce spada gratinato un piatto estremamente versatile, adatto anche a chi vuole stare attento alla linea ed alle calorie. Inoltre il pesce spada gratinato è perfetto per i più piccoli che non apprezzano particolarmente il pesce. Vediamo, quindi, come prepararlo al meglio.

Ingredienti

  • 4 filetti di pesce spada
  • 50 g di prezzemolo
  • 200 g di pangrattato
  • 40 g di capperi
  • 50 g di pomodori pachino
  • 40 g di capperi
  • 1 spicchio d’aglio
  • Origano q.b.
  • Burro q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.

Pesce spada al forno gratinato

Preparazione

Per iniziare la preparazione del vostro pesce spada gratinata bisogna iniziare dal pesce spada. Prendete tutte le fette, lavatele per bene ed asciugatele una per una. Si tratta questa di un’opeazione fondamentale prima di impanare il pesce spada con l’impasto che andrete a preparare in seguito.

Fatto questo potete iniziare a preparare i vari elementi che servono per la preparazione dell’impasto che andrà a formare la gratinatura sopra il vostro pesce spada. Iniziate dal pangrattato. Potete scegliere di comprarlo già fatto oppure potete farlo voi stessi in casa. Per questo vi servirà del pane raffermo. Attenzione a scegliere il pane giusto. Infatti, per ottenere un buon pangrattato avrete bisogno di un pane ben raffermo, che verrà grattugiato con estrema facilità. La comodità di fare il pangrattato direttamente in casa è quella di poter scegliere anche il risultato finale. Solitamente, infatti, il pangrattato è molto fine, quasi simile a della farina, ma chi volesse, soprattutto per delle gratinature come quella del pesce spada gratinato, può scegliere di macinare il pane in maniera più grossolana in maniera tale da creare una panatura poi più consistente e croccante quando il vostro pesce spada gratinato sarà cotto.

Quando avrete preparato il pangrattato passate al prezzemolo, che andrà tritato finemente, ai capperi ed all’aglio che vanno anche questi tritati in maniera tale da non risultare troppo invadenti poi all’interno della vostra panatura. Quando avrete terminato aggiungete pure l’aglio, i capperi ed il prezzemolo al pangrattato ed aggiungete anche il sale ed il pepe in base ai vostri gusti.

Questa panatura, infatti, è molto gustosa, sebbene non contenga molti grassi, perchè ha al suo interno dei sapori molto forti che sapranno arricchire molto bene il vostro pesce spada gratinato. Aggiungete adesso un po’ di olio extravergine d’oliva per legare un po’ tutti gli ingredienti.

Adesso che la vostra panatura è pronta potete procedere con il pesce spada. Prendete le singole fette e ricopritele con questo impasto. Aggiungete, quindi, anche dei pomodorini che avrete precedentemente tagliato a pezzetti. In questo modo darete anche un tocco di acidità al vostro pesce spada gratinato, che renderà il piatto ancora più delicato e gustoso.

Adesso prendete una teglia per la cottura in forno del vostro pesce spada gratinato. Foderate con della carta forno e adagiatevi le fette di pesce spada che avete appena preparato. A questo potete mettere il pesce spada gratinato in forno a 180°C per circa 10 minuti. Ovviamente i tempi di cottura variano in base allo spessore delle fette di pesce spada. Per delle fette dallo spessore medio 10 minuti di cottura saranno più che sufficienti, mentre per delle fette più o meno spesse il tempo di cottura aumenterà o diminuirà di conseguenza. Fate attenzione, comunque, quando acquistate il pesce spada a scegliere sempre delle fette di media cottura, perché uno spessore minimo renderebbe il vostro pesce spada gratinato troppo secco, mentre uno spessore eccessivo allungherebbe troppo i tempi di cottura rischiando di far rimanere il pesce spada crudo al suo interno e di bruciare però la panatura.

Per rendere la panatura ancora più croccante potete mettere qualche noce di burro sopra le fette prima di metterle in forno. In questo modo la crosticina che si verrà a creare sarà ancora più croccante e saporita. Decidete in base ai vostri gusti ad a quelli dei vostri ospiti.

Quando la crosta esterna del vostro pesce spada gratinato sarà ben dorata potete sfornate e servire. Il pesce spada gratinato, infatti, è un piatto che va servito e consumato ancora caldo per poterlo apprezzare al meglio.

Non resta, quindi, che deliziarsi con questo secondo piatto davvero goloso e leggero da portare a tavola in mille occasioni.

Consigli e varianti

Fate molta attenzione allo spessore del pesce spada ed a regolare bene i tempi di cottura per evitare spiacevoli sorprese.

Nella preparazione del pesce spada gratinato potete scegliere di aggiungere delle olive verdi tagliate a cubetti piccolissimi, in maniera tale da dare un sapore ancora più deciso alla vostra panatura. Scegliete in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti che consumeranno il piatto.

Potete anche scegliere di omettere l’aglio nella preparazione. Si tratta, infatti, di un alimento che si sposa benissimo con il pesce ma che molti non apprezzano moltissimo. Altri invece ne sono addirittura intolleranti. L’omissione di questo ingrediente, comunque, non rende meno buono il vostro pesce spada gratinato.

Per gli amanti dei sapori più semplici potete scegliere di preparare una variante classica del pesce spada oppure una versione impanata altrettanto saporita e gustosa.

Conservazione

Il pesce spada gratinato si consuma ancora caldo e subito dopo averlo preparato in maniera tale da poter gustare ed apprezzare bene la gratinatura ancora ben croccante. Potete, comunque, conservarlo per al massimo un giorno, ma questo andrà riscaldato prima di essere servito. In questo caso evitate di utilizzare il microonde che renderebbe ancora più morbida la vostra panatura, ma scegliete piuttosto una cottura al grill. Mettete in forno a grill per 10 minuti per scaldare il vostro pesce spada gratinato e, per aiutare la vostra crosta a tornare croccante, cospargete la superficie dei vostri filetti di pesce spada gratinato con dell’olio extravergine d’oliva, che donerà croccantezza al vostro secondo piatto. In questo modo riuscirete a rendere anche un avanzo buono quasi come appena preparato.

Pesce spada al forno gratinato

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!