Polpette fritte

Le polpette fritte sono un ottimo e sfizioso antipasto da mangiare appena cotto. Vediamo le ricetta e le svariate varianti possibili per portare a tavola un piatto buono e gustoso

Polpette fritte
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le polpette fritte sono un piatto tipico da preparare per un antipasto molto sfizioso e goloso. Le polpette fritte sono composte da ingredienti molto semplici, ma che possono essere arricchite in tantissime varianti con sapori molto forti e particolari, in base ai propri gusti o a quelli dei propri ospiti. Le polpette fritte, però, possono anche costituire un secondo piatto, ma in questo caso ovviamente la porzione sarà più abbondante, e vengono solitamente molto amate dai più piccoli. Le polpette fritte sono molto semplici da preparare e spesso si può coinvolgere anche i più piccoli nella loro preparazione. Vediamo, quindi, come preparare delle perfette polpette fritte.

Ingredienti

  • 500 g di carne macinata
  • 80 g di parmigiano reggiano
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 80 g di pecorino
  • Pepe q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 250 g di pane raffermo
  • Sale q.b.
  • Finocchietto selvatico q.b.
  • Un pizzico di noce moscata

Per friggere

  • Olio di semi

Polpette-fritte-45919

Preparazione

Per iniziare la preparazione delle polpette fritte partite dal pane. Utilizzate del pane raffermo piuttosto che del pane fresco perché si possa sbriciolare con più facilità. Eliminate la crosta esterna del pane e conservate soltanto la parte più morbida che andrete a ridurre in tocchetti. Prendete, quindi, un mixer ed inserite all’interno il pane sbriciolato, in maniera tale da renderlo più fine.

A parte prendete una ciotola ben capiente dove andrete a condire la carne. Mettete, quindi all’interno la carne macinata. Solitamente si usa della carne di bovino ma si presta molto bene anche quella di suino, che risulterà ancora più gustosa e saporita. Potete decidere, se volete arricchire ancora di più il gusto delle vostre polpette, di aggiungere della salsiccia privata della sua pelle esterna. Un’altra buona alternativa potrebbe essere della mortadella, anche questa dal sapore molto deciso ed intenso. Scegliete, quindi, in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti. Per le dosi di carne indicata potete aggiungere circa 100 g di salsiccia o di mortadella nell’impasto. La mortadella, però, andrà tritata finemente, utilizzando per questa operazione un mixer.

Prendete adesso del prezzemolo e tritatelo molto finemente prima di aggiungerlo all’impasto. Adesso aggiustate di sale, pepe, noce moscata e finocchietto. Con questi ultimi due ingredienti fate molta attenzione perché hanno un sapore decisamente intenso e ne basta davvero una manciata.

Prendete l’aglio, sbucciatelo e tritatelo ed aggiungetelo all’impasto insieme al parmigiano ed al pecorino grattugiati e a due uova sbattute. Amalgamate bene il tutto, utilizzando una forchetta o una spatola, in maniera tale da ottenere alla fine un impasto morbido e molto compatto. Se doveste notare che in questo modo l’impasto è ancora troppo secco potete aggiungere un altro uovo. L’uovo, infatti, nella preparazione delle polpette fritte ha un ruolo molto importante perché amalgama il tutto e rende il vostro impasto ben compatto, anche in fase di cottura. Continuate ad amalgamare.

Soltanto quando avrete ottenuto un impasto ben corposo e compatto potete aggiungere il pane sbriciolato. In alternativa potete anche usare del pangrattato, fatto in casa o acquistato. Il ruolo del pane nella preparazione delle polpette fritte, infatti, ha il compito di ammorbidire l’impasto e di rendere le vostre polpette fritte ancora più morbide e golose. Amalgamate nuovamente il tutto.

Adesso l’impasto per le polpette fritte è pronto e non vi resta che creare le varie polpette, che andrete poi a friggere. Per fare questo prendete una noce di impasto e donategli una forma ovale o tonda, a seconda dei vostri gusti, e passatele poi nel pan grattato. Ripetete l’operazione per tute le polpette che avete ricavato dal vostro impasto. È importante ricordare che, fungendo da antipasti, le polpette fritte devono essere di piccole dimensioni, in maniera tale da poter essere servite come piccoli finger food. Nel caso in cui, invece, le preparaste come secondo potete creare delle polpette più grandi.

Fate comunque attenzione alla grandezza delle polpette perché, anche se costituiscono un secondo, non devono mai avere una grandezza esageratamente grande perché in questo modo rischiereste di bruciarle poi all’esterno in fase di cottura ma vederle rimanere comunque crude al centro.

Cottura delle polpette di carne

Adesso prendete una padella alta e versate all’interno dell’olio di semi e portate ad una temperatura di circa 170-180°C. Quando l’olio sarà a temperatura potete immergervi le polpette e procedere alla cottura. A metà cottura circa, potete girarle per fa si che la cottura sia omogenea in entrambi i lati.

Quando le vostre polpette fritte saranno ben dorate potete toglierle dall’olio e passarle su della carta assorbente da cucina in maniera tale da fargli perdere tutto l’olio in eccesso. Le polpette fritte vanno consumate ben calde per essere apprezzate al meglio.

Le polpette fritte sono una ricetta estremamente gustosa e golosa, perfetta per degli antipasti veloci o per far mangiare un secondo piatto divertente e sfizioso ai più piccoli.

Polpette-fritte-45919

Consigli e varianti

Come abbiamo visto le polpette possono essere arricchite davvero in mille modi. Oltre alla salsiccia o alla mortadella le polpette fritte possono essere rese ancora più gustose con del salame ad esempio. Questo, come la mortadella, andrà tritato con un mixer o lasciato in piccoli tocchetti se desiderate avvertire il loro sapore quando consumate le polpetter fritte.

Si sposano benissimo con le polpette di carne nella preparazione degli antipasti anche gli arancini di riso, soprattutto quelli alla carne, che richiamano quindi la stessa materia prima delle polpette fritte. Anche gli arancini di riso al burro possono essere una valida alternativa.

Se volete dare un’alternativa più leggera ai vostri ospiti potete optare per una veloce insalata di pollo o per del vitello tonnato.

Le polpette possono anche essere cotte in forno, se non volete appesantire la vostra linea. Basterà condirle con un po’ di olio e metterle in forno fino a quando saranno ben dorate. Il risultato è comunque ottimo.

Conservazione

Le polpette fritte si conservano per al massimo 1-2 giorni, anche se è sempre bene consumarle ben calde per apprezzarne al massimo il sapore e la morbidezza. Le polpette fritte, però possono essere congelate ancora crude per poi scongelarle e friggerle all’occorrenza così da avere sempre a disposizione degli antipasti davvero gustosi e molto sfiziosi, adatti a tantissime occasioni diverse.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!