Pettole pugliesi al parmigiano

Ottime come antipasto o per accompagnare un aperitivo queste pettole pugliesi salate al parmigiano. Facili da preparare e da poter arricchire in tanti modi diversi. Ecco la ricetta

Pettole pugliesi al parmigiano
Difficoltà
Preparazione
Cottura
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le pettole pugliesi dolci sono molto diffuse e conosciute ma possono anche essere servite in versione salata, a seconda che decidiate di portare a tavola un antipasto oppure come particolare e goloso dessert.

In questo caso, le pettole pugliesi al parmigiano saranno una vera scoperta e potranno essere servite semplicemente come piccolo stuzzichino da accompagnare ad un aperitivo oppure potranno essere arricchite anche dalla presenza di salumi al proprio interno. Otterrete delle vere e proprie nuvole soffici e lievitate che faranno impazzire i vostri ospiti e vi faranno riscuotere sicuramente un grandissimo successo.

Una ricetta semplice, pronta in pochi minuti ma che sicuramente vi permetterà di portare una ventata di novità a tavola.

Ingredienti

  • 400 g di farina 00
  • 10 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di sale
  • 300 ml di acqua
  • 70 g di parmigiano reggiano

Come preparare le pettole pugliesi salate

Per preparare le pettole pugliesi al parmigiano dovete dapprima setacciare la farina e disporla all’interno di un ciotola. Aggiungete poco per volta il lievito di birra e l’acqua e iniziate ad amalgamare il tutto.

Aggiungete quindi il sale e successivamente il formaggio grattugiato. Impastate per bene il tutto con le mani fino a quando avrete ottenuto un impasto molto elastico e colloso. La quantità di acqua può variare in base alla tipologia di farina utilizzata per cui, in base all’impasto ottenuto, decidete di aggiungerne un altro po’. Dovrete ottenere un composto molto elastico, ancora molto morbido ed appiccicoso.

A questo punto coprite la ciotola con della pellicola trasparente e fate lievitare per circa due ore. Solo a questo punto potete passare alla cottura. Utilizzando un cucchiaio prelevate una piccola quantità di impasto e versatela nell’olio portato ad una temperatura di 180°C. La temperatura è di fondamentale importanza per poter avere un risultato perfetto. Dell’olio troppo caldo, infatti, farebbe scurire troppo presto la parte esterna ma lascerebbe l’interno ancora crudo.

Una volta pronte le pettole andranno servite ai vostri ospiti quando sono ancora ben calde.

Pettole pugliesi alle olive

Se volete creare una variante ancora più particolare di questo piatto potete aggiungere delle olive verdi tritate al composto lievitato.

Impastate velocemente così che le olive possano distribuirsi in maniera omogenea e proseguire con la cottura come indicato. Otterrete una variante ancora più gustosa e particolare che si presta benissimo per un aperitivo.

Pettole-pugliesi-salate

Conservazione delle pettole

Le pettole pugliesi al parmigiano si conservano per al massimo un paio di giorni. L’ideale, però, è consumarle ben calde subito dopo la loro preparazione.

Fidelity Cucina

I consigli di Fidelity Cucina

Dosate la quantità di parmigiano in base al gusto più o meno intenso che volete dare. Al posto del parmigiano potete anche utilizzare del grana oppure dell'altro formaggio grattugiato. Ad esempio sarà ottimo anche del pecorino o del caciocavallo. Oltre alle olive verdi potete utilizzare delle olive nere oppure dei cubetti di pancetta o di prosciutto.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!