Gianduiotti fondenti: ricetta semplice e veloce

Uno dei cioccolatini simbolo dell’arte dolciaria in Italia: parliamo del gianduiotto! Di seguito la ricetta per provare a realizzarli direttamente a casa

Gianduiotti fondenti: ricetta semplice e veloce

Presentazione

Tra i cioccolatini più gettonati dagli italiani, i gianduiotti si riconoscono dalla tipica forma a barca ribaltata che, oltre a fare simpatia, è anche molto famosa nel mondo. Questi cioccolatini prendono il nome dal cioccolato con cui vengono realizzati, ovvero il gianduia, originario del Piemonte.

Origini e tipologie di gianduiotti

Il gianduiotto, apparentemente un cioccolatino semplice, nasconde un percorso storico particolare. Si narra che nel periodo del blocco napoleonico il cacao scarseggiasse, così si decise di sostituirlo con le nocciole delle Langhe, dal gusto deciso ma allo stesso tempo delicato.

Si tratta quindi di un tesoro gastronomico italiano molto antico, che tutt’oggi conquista i cuori non solo degli italiani, ma anche dei turisti.

Tra le varianti più diffuse troviamo i gianduiotti fondenti, dal sapore deciso e perfetti per concludere un pasto insieme al caffè o semplicemente per dedicarsi un momento goloso durante la giornata. Scorrendo l’articolo è possibile trovare una ricetta semplice e veloce per provare a realizzarli a casa. Altrimenti, se si è troppo pigri, basterà acquistarli direttamente online, scegliendo prodotti di qualità, come gli iconici gianduiotti fondenti di Venchi.

Ricetta dei gianduiotti fondenti

Cominciamo con il dire che, per realizzare dei gianduiotti al cioccolato fondente, basta veramente pochissimo.

Ingredienti

  • 150 gr cioccolato fondente al 72%;
  • 50 gr di crema alle nocciole;
  • 1 stampo in silicone per gianduiotti.

Se notiamo che lo stampo non è stato conservato bene e presenta delle ammaccature, provvediamo a raddrizzarle, altrimenti rischiamo di creare dei gianduiotti dalla forma imperfetta.

La preparazione dei gianduiotti comincia con lo spezzettamento del cioccolato in un pentolino, posto su una fiamma bassa. Il cioccolato deve risultare fuso ma con ancora qualche pezzettino solido all’interno. A questo punto, il pentolino viene rimosso dal fuoco e si procede a sciogliere i pezzetti rimasti, mantecando il cioccolato fuso.

Dopo aver atteso qualche minuto per permettere al cioccolato di stemperarsi, si aggiunge la crema di nocciola, fino a creare un composto uniforme che va versato nello stampo in silicone per gianduiotti.

A questo punto si deve mettere lo stampo in congelatore per circa 10 minuti. Una volta trascorso il tempo indicato, si estrae lo stampo e si rimuovono i gianduiotti dalle varie sezioni.

Per la conservazione, si raccomanda l’utilizzo di un contenitore in vetro, in modo che i cioccolatini mantengano la loro compattezza.

Consigli utili

Per far durare più a lungo i gianduiotti è consigliabile posizionare il recipiente che li contiene in una zona non assolata e priva di fonti di calore. In questo modo il cioccolato non rischierà di sciogliersi.

Chi desidera ottenere un risultato più curato, magari per realizzare delle idee regalo, può confezionare i cioccolatini in carte colorate per alimenti, creando così degli omaggi originali e unici.

Per chi desidera una variante diversa, è possibile unire al composto delle scagliette di nocciola, da macinare separatamente e aggiungere a quelle già presenti.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!