Spaghetti: storia, curiosità e ricette

La cucina italiana non può rinunciare agli spaghetti, uno tra i formati di pasta più amati e mangiati in tutto il mondo, che ben si prestano ad essere accompagnati con tantissimi sughi diversi

Spaghetti: storia, curiosità e ricette

Presentazione

Gli spaghetti sono tra i formati di pasta più amati e mangiati in tutto il mondo: versatili e divertenti da gustare, ben si prestano ad essere accompagnati con centinaia di sughi diversi, dal più classico ragù ai condimenti più innovativi, come quelli nati dalla nuova cucina vegana.

La storia degli spaghetti

La cucina regionale italiana non può rinunciare agli spaghetti: da quelli cacio e pepe a quelli al pomodoro e basilico, gli spaghetti si prestano ad essere portati a tavola in un’ampia varietà di versioni diverse.
Nonostante l’amore di tutti gli italiani per gli spaghetti, sembra però che gli stessi siano nati in Oriente, nella zona dell’attuale Pakistan: sembra che la forma allungata fosse data dal fatto che nascevano dagli scarti della pasta che veniva accuratamente preparata per il sultano.
Gli spaghetti hanno fatto la loro comparsa in Italia intorno al XII secolo, in contemporanea alla diffusione delle tante forme diverse di maccheroni che vengono citate dalla letteratura del tempo. Si stima, dunque, che gli spaghetti siano nati nel Medioevo, quando la pasta era vista ancora come un alimento elitario, destinato soltanto ai più facoltosi, ed era condita con ingredienti che oggi sembrano bizzarri, in un autentico mix tra dolce e salato.
A Napoli, nel tardo Medioevo, gli spaghetti iniziarono a diffondersi, diventando via via disponibili anche per i meno facoltosi e conquistando sempre più tutte le tavole locali: in quel periodo ebbe uno straordinario successo il condimento al pomodoro San Marzano, semplice e delizioso oltre che accessibile per le tasche di tutti. Col passare dei secoli, gli spaghetti hanno conquistato grandi e piccini e hanno saputo, meglio di tanti altri formati di pasta, sposare condimenti di varia natura, da quelli di carne a quelli di pesce, passando per quelli con sole verdure, come gli spaghetti alle zucchine che sono, oltre che buoni, molto divertenti da mangiare!

Gli spaghetti La Molisana rappresentano, oggi, una delle eccellenze della cucina italiana: il pastificio La Molisana è, dal 1912, anno in cui fu fondato a Campobasso dalla famiglia Carlone, uno dei punti di riferimento del settore. I suoi punti di forza sono, senza dubbio, la filiera sostenibile e il rispetto dell’ambiente, caratteristiche principali della strategia messa in atto negli ultimi anni e poggiata sul rispetto dell’ambiente e sulla volontà di assicurare ai propri consumatori un prodotto di qualità. Gli spaghetti La Molisana nascono dalla scelta dei migliori grani italiani selezionati e prendono vita in un lento e curato procedimento; il packaging è sostenibile e riciclabile, la scelta giusta per muoverci, tutti insieme, verso un mondo migliore e più green.

Curiosità sugli spaghetti

Lo spaghetto più lungo al mondo è stato creato a Tokyo nel 2010 e raggiunge una lunghezza di ben 3.776 metri! Dopo un eccezionale lavoro che ha portato alla nascita di questo spaghetto particolare, lo stesso è stato cotto e mangiato!

Spaghetti La Molisana: le migliori ricette

Vogliamo, in chiusura, proporvi due gustose ricette con spaghetti de La Molisana, con dei condimenti che danno il loro meglio con questo formato di pasta.

Uno dei sughi bianchi più deliziosi con i quali condire gli spaghetti è quello al pesce spada: tutto il sapore del Mediterraneo viene, con questa ricetta, catapultato nel nostro primo piatto, tra i sapori di mare e le eccellenze della tradizione culinaria italiana.
Preparare gli spaghetti con il sugo di pesce spada è piuttosto semplice: dopo aver tagliato in quattro pezzi i pomodorini ciliegini, eliminate la pelle dal trancio di pesce spada e tagliatelo a cubetti. Fate soffriggere con abbondante olio extravergine d’oliva l’aglio, i pomodorini e le olive, aggiungendo sale e pepe a piacimento, e sfumate, se necessario, con un mestolo d’acqua di cottura. Quando i pomodorini iniziano ad appassire, aggiungete il pesce spada a cubetti e fate cuocere fino a che non avrà cambiato colore. Scolate la pasta al dente e fatela insaporire per circa cinque minuti, aggiungendo, se ne vedete la necessità, ulteriore acqua di cottura.
Questo è uno dei più deliziosi piatti di pasta al pesce, in grado di riportare la mente di tutti ai deliziosi pranzi estivi gustati in riva al mare.

Gli spaghetti al sugo rosso che vogliamo proporvi oggi, invece, sono conditi con pomodoro e stracciatella. Veloci e deliziosi, questi spaghetti vi permettono di portare sulla tavola tutti i sapori più autentici della tradizione culinaria italiana.
Sono necessari pochi ingredienti di alta qualità per ottenere un primo piatto da leccarsi i baffi: fate scaldare la polpa di pomodoro con due cucchiai d’olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale; dopo dieci minuti circa, versate la pasta al dente nel sugo, fatela saltare per due o tre minuti e impiattate. Per concludere con un tocco gustoso, mettete al centro del piatto un cucchiaio di stracciatella, qualche foglia di basilico o timo e un giro d’olio; se volete potete rendere il tutto più sfizioso con l’aggiunta di una spolverata di parmigiano grattugiato o di pepe.

Non ci resta che augurarvi buon appetito con la compagnia degli spaghetti La Molisana!

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!