Ricette dal web

Ecco il segreto per cuocere alla perfezione le bistecche sul barbecue. Basta toccarle con un dito!

Ecco il trucco che vi permetterà di cucinare delle bistecche alla perfezione, morbide e succose proprio come quelle del ristorante. Il segreto è nascosto nel vostro "dito"!

Ecco il segreto per cuocere alla perfezione le bistecche sul barbecue. Basta toccarle con un dito!

La cottura della carne non è assolutamente semplice come si potrebbe pensare. Quando si ha a che fare con una bistecca, infatti, è estremamente importante capire il grado di cottura così da accontentare tutti i nostri ospiti.

Ci sono, infatti, persone che amano consumare le bistecche al sangue, altre gradiscono una cottura media oppure ben cotte. Per evitare sgradevoli sorprese, quindi, è importante riuscire a capire il grado di cottura della carne prima di toglierla dalla griglia e servirla al proprio ospiti.

I più esperti sanno calcolare i tempi di cottura ed identificare il grado di cottura dall’aspetto della bistecca, ma per chi avesse dei problemi a giostrarsi in questo modo esistono dei piccoli trucchi che possono venirci in aiuto.

Utilizzando semplicemente le mani avrete la possibilità di poter stabilire il grado di cottura della bistecca senza tagliarla, rovinarla o smembrarla, tenendola quindi integra e potendola servire al meglio ai propri ospiti.

La prima cosa da fare è testare la consistenza della zona che si trova proprio sotto il nostro pollice, a ridosso del palmo della mano. Sarà proprio la consistenza di questa zona della nostra mano, a seconda delle posizioni che questa assumerà, a darci un’indicazione sul livello di cottura della nostra carne.

Unendo l’indice ed il pollice otterrete una consistenza di quella zona del palmo della mano di cui abbiamo appena parlato che sarà pari alla consistenza che ritroverete sulla vostra bistecca con una cottura molto al sangue. In questo caso, infatti, la carne sarà quasi completamente cruda all’interno.

Unendo, invece, il medio ed il pollice la consistenza di quella zona della nostra mano cambierà e sarà simile a quella che ritroveremo sulla nostra bistecca con una cottura al sangue.

Unendo l’anulare ed il pollice, invece, la consistenza del nostro palmo sarà molto più compatta e ritroveremo la stessa sensazione sulla nostra bistecca con una cottura media. Unendo, invece, il mignolo ed il pollice la consistenza sarà ancora più compatta, segno che la nostra bistecca è ben cotta.

Utilizzando questo metodo di verifica della cottura non potremmo sbagliare ed avremo sempre la possibilità di servire ai nostri ospiti una carne cotta a puntino, secondo i gusti e le indicazioni dei nostri ospiti.

Altrettanto interessante sarà vedere un video che ci mostra a cosa serve il cassettone si trova spesso sotto il nostro forno. Si tratta di una zona che spesso non teniamo in considerazione ma che ha una funzione specifica che potrà tornarci molto utile.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!