Panelle siciliane fatte in casa

Le panelle sono una preparazione tipica di Palermo, realizzata con farina di ceci cotta e poi fritta. Ottime per farcire un panino e da consumare in ogni periodo dell'anno. Vediamo insieme come prepararle ed alcuni consigli utili per la loro realizzazione

Panelle siciliane fatte in casa
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Le panelle siciliane sono delle frittelle realizzate con farina di ceci, tipiche di Palermo, che fanno parte della cultura del cibo di strada, il cosiddetto street food, del capoluogo siciliano. Si possono acquistare in ogni chiosco o friggitoria della città e sono perfetti per farcire un panino.

Un vero classico per un pranzo veloce o per passare una serata in allegria con amici e parenti che di certo li apprezzeranno molto. Vediamo, quindi, insieme come prepararle, perchè si rompono a volte e come poterle preparare anche con il bimby.

Ingredienti

  • 1,5 l di acqua
  • 500 g di farina di ceci
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • semi di finocchio q.b.

Panelle-siciliane-fatte-in-casa-105830

Come preparare le panelle siciliane

Per le panelle siciliane dovete partire dalla realizzazione dell’impasto che le costituirà. Come prima cosa aggiungete l’acqua all’interno di una pentola ben capiente ed aggiungetevi a freddo la farina di ceci, che sarà sempre meglio setacciare per evitare la formazione di grumi.

Mescolate il tutto con una frusta o un cucchiaio di legno fino a quando non avrete sciolto completamente tutta la farina di ceci nell’acqua. A quel punto salate e pepate ed accendete la fiamma e continuate a mescolare sempre più energicamente. Questa fase è molto delicata e richiede un po’ di olio di gomito per evitare che si formino dei grumi, ma soprattutto che l’impasto si attacchi sul fondo.

Cuocete in questo modo, mescolando continuamente, la farina di ceci per almeno 20 minuti. In questo modo si cuocerà perfettamente e raggiungerete la giusta consistenza, ovvero molto densa e cremosa.

Raggiunto questo risultato potete spegnere la fiamma ed aggiungere i semi di finocchio e il prezzemolo tritato. Amalgamate perfettamente il tutto e procedete alla realizzazione vera e propria delle panelle quando tutto è ancora caldo.

Per fare questo avrete bisogno di piatti piani, leggermente inumiditi con dell’acqua. Aggiungete un paio di cucchiaiate di impasto e livellate con il dorso del cucchiaio a formare una superficie ben liscia. Continuate in questo modo realizzando tanti piattini quando l’impasto che avete a disposizione, facendo attenzione a non stendere troppo impasto o troppo poco per non avere poi delle panelle troppo spesse o troppo sottili, che si brucerebbero in fase di cottura.

A questo punto non vi resta che dividere in 2 o più parti le panelle nei piattini e staccarle dai piatti. Esistono, però, degli appositi stampi per panelle che vi permetteranno di ottenere un risultato più preciso in poco tempo.

Potete aggiungere l’impasto in uno stampo per plumcake. Come tagliare le panelle? Semplice, a fette! In questo modo avranno un aspetto ben uniforme ma fate attenzione a non tagliarle troppo spesse.

Fatto questo non dovrete fare altro che procedere alla loro cottura. In una padella mettete a scaldare abbondante olio di semi e quando questo sarà arrivato a temperatura aggiungete le panelle e fatele cuocere per circa un paio di minuti per lato.

Quando si saranno perfettamente dorate su entrambi i lati le panelle andranno tolte dall’olio con una schiumarola e messe su un piatto coperte con un foglio di carta assorbente così da eliminare l’olio in eccesso.

Panelle-siciliane-105830

Consigli e varianti

Qualche goccia di limone sulle panelle le renderà ancora più buone e saporite.

E’ molto importante distribuire le panelle nei piattini con estrema velocità quando tutto è ancora caldo altrimenti il composto tende ad indurirsi e non sarebbe più gestibile.

Per un buon panino potete aggiungere anche delle crocchè. Insieme formeranno un’accoppiata sempre vincente.

Panelle Bimby

Chiunque abbia mai preparato questo piatto sa bene quanto sia faticoso. L’impasto che viene cotto sul fuoco, infatit, diventa presto molto denso e quindi mescolarlo continuamente per non farlo attaccare sul fondo diventa davvero molto difficile.

Con il Bimby tutto sarà ancora più semplice. Aggiungete gli ingredienti all’interno del boccalee cucinate per 20 minuti a 90°c Velocità 4. Solo alla fine aggiungete il prezzemolo e proseguite per un altor minuto.

Panelle siciliane al forno

Per una versione più leggera potete anche cuocere al forno a 180°C per circa 15 minuti.

Dovrete lavorare il composto come indicato, realizzare le panelle e poi mettere in forno. Il risultato che otterrete sarà un piatto altrettanto buono ma più leggero.

Perchè le panelle si rompono?

A volte può capitare che le panelle si rompano durante la frittura. Questo può dipendere dalla maggiore o minore compattezza dell’impasto.

E’ impèortnate, infatit, che la dose di acqua non sia troppo abbondnate e che quindi il composto risulti poco compatti e denso. Dovrete, infatit, ottenere un impasto molto colloso e denso, tanto da fare fatica a rigirarlo nella pentola. Solo in questo modo otterrete un risultato eccezionale e le vostre panelle non si romperanno.

Conservazione delle panelle siciliane

Le panelle sono ottime da consumare ben calde subito dopo averle preparate. In alternativa, però, potete conservarle in frigorifero per un giorno intero coperte con della pellicola trasparente.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!