Risotto al nero di seppia

Il risotto al nero di seppia è un primo piatto a base di pesce molto prelibato, conosciuto in tutto il mondo. Vediamo la ricetta per prepararlo ed alcuni accorgimenti utili

Risotto al nero di seppia
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il risotto al nero di seppia è un primo piatto molto interessante e conosciuto ormai in tutto il mondo, sebbene le sue origini siano venete.

E’ diventato ormai un classico di tutte le zone di mare e viene apprezzato in particolar modo dagli amanti del pesce. Viene realizzato utilizzando il sacchetto contenuto all’interno delle seppie, che ha un sapore ed un colore molto caratteristico.

Vediamo, quindi, come preparare il risotto al nero di seppia.

Ingredienti

  • 350 g di riso
  • 500 d di seppie
  • 1 cipolla media
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi d’aglio
  • Prezzemolo q.b.
  • Olio d’oliva q.b.
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.
  • 30 g di burro
  • 2 cucchiai di sugo di pomodoro

Preparazione del risotto

Per iniziare la preparazione del risotto al nero di seppia dovete partire proprio dalle seppie, che andranno pulite per bene, se già non lo sono. Evisceratele, pulitele per bene e poi procedete tagliandole a listarelle abbastanza sottili. Tenete da parte anche i tentacoli, tagliandoli in pezzi più piccoli o tenendoli interi, così da rendere il vostro piatto ancora più bello da presentare ai vostri ospiti. Ovviamente durante la pulizia tenete da parte il sacchetto con il nero che è l’altro ingrediente principale di questa preparazione.

A questo punto quando le seppie saranno ben pulite passate alla preparazione della cipolla. Prendete una cipolla dalle dimensioni non troppo grandi, sbucciatela e tritatela molto finemente, così che poi risulti praticamente invisibile. Per un risultato perfetto potete utilizzare un mixer che vi darà un battuto di cipolla davvero perfetto per la preparazione del risotto.

Fatto questo prendete una padella e versatevi la cipolla insieme a dell’olio extravergine d’oliva così che si rosoli per bene. Aggiungetevi anche gli spicchi d’aglio interi, che una volta rosolati andrete ad eliminare. Fate appassire la cipolla per un cinque minuti circa e poi aggiungete le seppie tagliate a listarelle ed i tentacoli. Fate rosolare tutto e aggiungete il riso, che dovrà saltare per un paio di minuti circa. Quando il riso sarà ben tostato potete aggiungere il vino bianco.

Fatte molta attenzione in questa fase perché il vino andrà lasciato sfumare per bene prima di poter continuare la preparazione.

Dopo aver lasciato evaporare per bene il fino, fate saltare il tutto per una decina di minuti, continuando a mescolare il tutto continuamente e poi aggiungete il sugo di pomodoro e qualche cucchiaio di brodo di pesce.

Fate proseguire quindi la cottura e nel frattempo dedicatevi al nero seppia. Prendete una ciotola con un po’ di brodo di pesce e andate a versare il nero contenuto nelle sacche delle seppie,che avete tenuto da parte prima. Mescolate il tutto così che il nero di seppia di stemperi per bene.

Dopo una decina di minuti circa, quando il riso sarà a metà cottura circa potete aggiungere il nero di seppia e fare proseguire ancora la cottura. Soltanto quando il riso sarà quasi cotto aggiungete sale e pepe.

Durante la cottura del risotto al nero di seppia, infatti, si potrà rendere necessaria l’aggiunzione di altro brodo di pesce perché il piatto non risulti troppo secco e si attacchi sul fondo. Il brodo di pesce, però, contiene del sale per cui riservatevi di aggiustare di sale solo alla fine per non avere un risotto al nero di seppia troppo salato.

Continuate la cottura fino a quando questa non sarà terminata e soltanto a questo punto spegnete la fiamma ed aggiungete il burro. Mantecate il tutto ancora in padella. A questo punto non resta che aggiungere una spolverizzata di prezzemolo tritato. Per questa operazione un mixer sarà perfetto per darvi un prezzemolo tritato finemente, proprio come richiede questa preparazione.

È importante aggiungere il prezzemolo solo alla fine ed a fuoco spento per far si che rimanga ben verde e non scurisca cuocendo. A questo punto il vostro piatto è pronto per essere servito. Portatelo a tavola ancora caldo e soprattutto spolverizzate con un’altra manciata di prezzemolo, così da rendere ancora più coreografico il vostro piatto.

Il risotto al nero di seppia è un primo piatto dal sapore molto intenso e gustoso, che piacerà sicuramente a tutti gli amanti del pesce, sarà ottimo da proporre come primo piatto per un menu domenicale oppure per delle occasioni più importanti.

Risotto-al-nero-di-seppia-su-piatto

Consigli e varianti

Si tratta di un primo piatto molto particolare non soltanto per il sapore ma anche per il suo colore nero, che spesso può impressionare. Se volete potete aggiungere una minore quantità di nero di seppia o scioglierlo in un po’ di sugo di pomodoro per rendere il colore nero meno forte.

Utilizzate un riso carnaroli per questa ricetta perché in questo modo terrà meglio la cottura e si manterrà sempre ben al dente, come si conviene ed un risotto.

In alternativa potete preparare un risotto alla marinara.

Risotto al nero di seppia e gamberi

Per arricchire ancora di più il vostro piatto potete decidere di aggiungere dei gamberi o dei gamberetti alla preparazione. Questi andranno dapprima lavati e sgusciati e poi cotti con uno spicchio d’aglio e dell’olio evo.

Una volta cotti andranno aggiunti al risotto soltanto negli ultimi minuti di cottura. In questo modo, infatti, non diventeranno duri e gommosi.

La cottura del pesce, infatti, è sempre molto importante e andrà prolungata per pochi minuti per evitare una consistenza finale davvero spiacevole.

Conservazione

Il risotto al nero di seppia va consumato ben caldo e subito dopo essere stato preparato così da assaporarne per bene la consistenza ed il gusto.

Come tutti i risotti, infatti, anche questo piatto tende a perdere la cottura quando viene conservato in frigorifero. Il consiglio, quindi, è di consumarlo sempre dopo averlo preparato quando è ancora ben caldo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!