Pasta per la pizza

Saper fare una buona pasta per la pizza sarà la base per tantissimi tipi di pizze da poter realizzare direttamente a casa vostra. Vediamo come prepararla ed alcuni consigli per un risultato che farà impazzire i grandi ma anche i più piccoli che adorano per questo piatto tutto italiano

Pasta per la pizza
Difficoltà
Preparazione
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pasta per la pizza rappresenta la base per realizzare delle pizze di ogni tipo, di ogni forma e condite come meglio preferiamo. La lavorazione per ottenere la pasta per la pizza è molto semplice, sebbene la lavorazione debba essere accurata così da ottenere un risultato perfettamente elastico e morbido. Un vero e proprio classico, simbolo dell’Italia ma amatissimo in tutto il mondo, dove viene riproposto in tantissime varianti e situazioni. Vediamo, quindi, come preparare la pasta per la pizza per accontentare i più piccoli ma anche molti adulti.

Ingredienti

  • 250 g di farina 0
  • 250 g di farina 00
  • 300 ml di acqua
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 1 bustina di lievito disidratato
  • 25 ml di olio extravergine d’oliva

Dough for Italian pizza preparation. Falling flour.

Preparazione

Per iniziare la preparazione della pasta per la pizza dovete partire amalgamando le farine ed il lievito di birra. Potete lavorare la pasta per la pizza a mano, direttamente sul piano di lavoro se vi piace sporcarvi le mani di farina, oppure potete utilizzare una planetaria, che di certo renderà questa operazione molto più semplice e veloce.

Aggiungete alla farina anche lo zucchero ed iniziate ad aggiungere poco per volta l’acqua in modo tale che l’impasto abbia il tempo di assorbirla per bene. Quando l’acqua si sarà incorporata perfettamente alla pasta per la pizza potete aggiungere anche l’olio e lasciare lavorare il tutto per una decina di minuti così che l’impasto prenda consistenza e raggiunga la giusta elasticità.

Solo all’ultimo aggiungete il sale e lasciate lavorare il tutto per qualche altro minuto. Quando l’impasto si sarà perfettamente staccato dalla ciotola ed attorcigliato intorno al gancio della planetaria potete ridurre l’impasto della pasta per la pizza in una palla e lasciare riposare, anche all’interno della stessa ciotola della planetaria, per all’incirca 2 ore, coperta con un canovaccio. Riponete la pasta per la pizza all’interno del forno spento ma con la luce accesa, così che si crei la giusta temperatura.

Passate le due ore di lievitazione stendete la pasta per la pizza, dandole la forma che desiderate e lasciatela lievita per un’altra mezzora dopo averla condita prima di metterla in forno a cuocere.

Impasto per la pizza

Consigli e varianti

Potete modificare le quantità di sale in base a quanto volete che sia salata la vostra pasta per la pizza. I condimenti per farcirla sono davvero infiniti per cui giocate con gli abbinamenti e sbizzarritevi con la fantasia. Potete creare una semplice margherita o arricchirla con mille altri condimenti.

Una buona alternativa alla pasta per la pizza è la focaccia, realizzata con con le patate.

Conservazione

La pasta per la pizza si conserva per un giorno al massimo in frigorifero chiuso all’interno di un contenitore oppure coperta con della pellicola trasparente perché si mantenga morbida anche in superficie. Basterà lasciarla fuori dal frigorifero e lavorarla un po’ perché torni morbida e ben elastica come quando l’avete preparata.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!