Pizza Margherita

La pizza margherita è uno dei simboli del nostro paese in tutto il mondo, amata dai grandi e dai piccoli. Vediamo la ricetta per prepararla ed alcuni suggerimenti importanti

Pizza Margherita
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La pizza margherita è la pizza più classica e più amata di tutti i tempi, conosciuta in tutto il mondo ed amata sia dai grandi che dai più piccoli. La pizza margherita viene realizzata con una base di pasta per pizza condita con passata di pomodoro, mozzarella di bufala o mozzarella fiordilatte, olio e qualche foglia di basilico. La pizza margherita è diventata un vero e proprio simbolo della nostra cucina in tutto il mondo ed è una vera specialità della Campania ed in particolare di Napoli. La storia vuole che la pizza margherita nacque per opera del pizzaiolo napoletano Raffaele Esposito che la creò in occasione della visita della Regina Margherita a Napoli, da lì il nome del piatto. Vediamo, quindi, come preparare una perfetta pizza margherita secondo la ricetta classica napoletana.

Ingredienti per la pasta pizza

  • 250 g di farina 0
  • 250 g di farina 00
  • 300 ml di acqua
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 4 grammi di lievito di birra disidratato
  • 25 ml di olio extravergine d’oliva

Ingredienti per condire

  • 500 ml di passata di pomodoro
  • 400 g di mozzarella di bufala
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • origano q.b.
  • Sale q.b.

Pizza-margherita-57102

Preparazione

Per iniziare la preparazione della pizza margherita dovete partire dalla realizzazione dell’impasto base. Per fare questo prendete una ciotola ben capiente ed aggiungetevi l’acqua ed il sale ed amalgamate il tutto. A questo punto versate anche l’olio e poi la farina. Per evitare la formazione di grumi è sempre bene setacciare la farina prima di aggiungerla all’impasto così da avere un risultato perfetto. Aggiungete la farina poco per volta andando ad amalgamare il tutto. Servitevi pure delle mani per andare a creare un impasto omogeneo e perfetto. Unite anche il lievito di birra e lo zucchero.

Aggiungere lo zucchero alla preparazione della base per la pizza margherita può sembrare strano dal momento che si tratta di un cibo salato ma serve per aiutare la lievitazione dell’impasto. Mescolate bene il tutto continuando ad impastare fino a quando non avrete ottenuto un composto ben liscio ed omogeneo. Fino a quando il risultato non sarà perfetto continuate a lavorare.

Potete fare questa operazione a mano, dal momento che si tratta di un quantitativo piccolo di farina, oppure potete utilizzare una planetaria per aiutarvi. In questo modo otterrete un risultato perfetto ed in ancora meno tempo.

Continuate a lavorare l’impasto per almeno una decina di minuti così da avere un impasto ben morbido e soffice e andate a formare una palla, che andrete a mettere in una ciotola e a coprire con un canovaccio. A questo punto non vi resta che fare lievitare la vostra pasta per pizza per almeno un paio di ore, fino a quando non avrà raddoppiato il proprio volume.

Per aiutare la lievitazione, specialmente se state preparando la pizza margherita in inverno, potete mettere la pasta per pizza all’interno del forno e lasciare la luce accesa così da creare un ambiente ben caldo. Se, invece, state preparando la pizza margherita in estate vi basterà corpire con un canovaccio e metere la ciotola da parte.

Passato il tempo di lievitazione noterete le che pasta per pizza ha raddoppiato il suo volume e che ha una consistenza ancora più morbida rispetto a quando l’avete preparata. Prendete due teglie di circa 34 cm di diametri ed oleatele, così da evitare che la pizza margherita si attacchi sul fondo.

Prendete l’impasto e stendetelo fino a formare un cerchio della grandezza della teglia che andrete ad usare per cuocere in forno la vostra pizza margherita. Passate la pasta per pizza sulla teglia e finite di stenderla così da coprire tutto il fondo della teglia. Procedete anche con la seconda teglia.

A questo punto non vi resta che iniziare a condire la pasta per pizza così da andare a realizzare la famosa pizza margherita. Prendete una ciotola e versatevi all’interno la passata di pomodoro che andrete a condire con sale e olio. Mescolate il tutto e versatelo sulla pizza margherita servendovi di un cucchiaio. La passata di pomodoro andrà spalmata su tutta la pasta pizza avendo cura di lasciare scoperti i bordi.

La pizza margherita è pronta per esser messa, quindi, in forno preriscaldato a 250°C per circa 7 minuti. Mentre la pizza margherita cuoce in forno andate a tagliare la mozzarella, che sia di bufala o di fiordilatte, in cubetti sottili. Sfornate la pizza margherita e ricoprite la passata di pomodoro con i cubetti di mozzarella. Rimettete quindi la pizza margherita in forno per altri 5 minuti così da terminare la cottura e fare fondere completamente la mozzarella.

Quando la mozzarella sarà ben filante potete togliere la pizza margherita dal forno e andarla a servire ancora calda per poterne apprezzare tutto il suo gusto. Condite con qualche foglia di basilico fresco e portatela a tavola ai vostri ospiti.

La pizza margherita è un vero classico in tutto il mondo e costituisce un piatto perfetto per una serata con gli amici o per consumare qualcosa di diverso il sabato sera. La pizza margherita è molto semplice da preparare e davvero ottima da consumare ancora calda e filante.

Pizza-margherita-57102

Consigli e varianti

La mozzarella va sempre messa sulla pizza margherita a metà cottura circa per evitare che si secchi troppo in forno e perda la sua cremosità. In questo modo sarà ancora più succosa.

La pizza margherita può essere arricchita anche con tantissimi altri ingredienti per diventare ancora più gustosa e saporita. Decidete insieme ai vostri ospiti come condirla e che altra pizza farla diventare. La pizza margherita è però un classico e con questo piatto non sbaglierete davvero mai. Anche i più piccoli, infatti, la amano moltissimo e sono sempre contenti di consumarla, magari insieme a delle golose patatine fritte.

Conservazione

La pizza margherita si conserva in frigorifero per al massimo un giorno se coperta con della pellicola trasparente oppure se chiusa all’interno di un contenitore ermetico. Basterà scaldarla inforno per una decina di minuti perché ritorni buona  e morbida. La pasta per pizza può essere tenuta in frigorifero per al massimo un paio di giorni, se avvolta con della pellicola trasparente. in questo modo sarà sempre pronta per diventare una golosa pizza margherita.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!