Finocchi gratinati

I finocchi gratinati sono un contorno sfizioso e invitante, perfetto per accompagnare secondi piatti di ogni tipo, sia di carne che di pesce. Vediamo insieme come prepararlo ed alcuni consigli utili per un risultato perfetto

Finocchi gratinati
Difficoltà
Preparazione
Cottura
4 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

I finocchi gratinati sono tra i gratinati al forno più semplici e veloci da preparare. I finocchi vengono dapprima scottati e poi cosparsi con formaggio e besciamella per un risultato gratinato in forno molto goloso ed apprezzato, perfetto per accompagnare secondi piatti sia di carne che di pesce.

Vediamo, quindi, insieme come preparare i finocchi gratinati.

Ingredienti

  • 4 finocchi
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • 50 g di burro

Ingredienti besciamella

  • 250 ml di latte
  • 25 g di farina 00
  • 25 g di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.

Finocchi-gratinati-95004

Preparazione dei finocchi

Per iniziare la preparazione dei finocchi gratinati dovete partire proprio dai finocchi, che andranno puliti eliminando le cime e soprattutto le foglie più esterne, che sono quelle meno tenere e buone da mangiare.

Dividete ogni finocchi in quartini e lavateli per bene. I finocchi andranno scottati per una decina di minuti in acqua calda portata ad ebollizione così che inizino ad ammorbidirsi. A questo punto i finocchi andranno scolati per bene e messi in padella insieme al burro, dove li fare te saltare per una decina di minuti.

Nel frattempo proseguite la preparazione realizzando la besciamella. In una pentola unite a freddo tutti gli ingredienti e fateli incorporare per bene prima di spostarci sul fuoco e fare addensare il tutto per qualche minuto.

Una volta pronti i finocchi andranno disposti all’interno di una pirofila e cosparsi di besciamella e per ultimo di parmigiano reggiano grattugiato così che in forno si gratinino per bene.

I finocchi sono pronti per essere messi in forno preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti fino a quando saranno ben dorati ed invitanti.

Una volta pronti i finocchi andranno lasciati ad intiepidire per una decina almeno di minuti prima di servirli ai vostri ospiti.

Finocchi-gratinati-95004

Consigli e varianti

Potete arricchire ancora di più i finocchi gratinati aggiungendo al loro interno della pancetta o del prosciutto cotto a cubetti o listarelle, a seconda dei vostri gusti.

Potete utilizzare per questa ricetta anche degli altri ingredienti come ad esempio il finocchietto selvatico. Dapprima dovrete capire come pulire il finocchietto selvatico, poi bollirlo e successivamente disporre in una pirofila aggiungendo gli altri ingredienti. Il risultato sarà davvero strepitoso.

In alternativa potete preparare dei finocchi gratinati al parmigiano, facili da preparare ma molto golosi. Ottimi anche dei cavolfiori gratinati.

Finocchi gratinati senza besciamella

Potete preparare un piatto molto ricco e gustoso anche senza utilizzare la besciamella, che inevitabilmente aggiunge calorie alla vostra preparazione e di conseguenza rende il piatto più pesante.

Potete utilizzare ad esempio delle fette di mozzarella o di provola per arricchire il piatto e donare una nota filante oppure potete gratinare semplicemente con olio e pangrattato. Il risultato sarà croccante e particolare ma di sicuro successo anche tra i più esigenti. Con il passaggio in forno, infatti, otterrete un piatto con una crosticina croccante in superficie che ben contrasta con la morbidezza dei finocchi. Il piatto che otterrete sarà davvero irresistibile.

Conservazione

I finocchi gratinati si conservano per un paio di giorni in frigorifero chiusi all’interno di un contenitore ermetico oppure coperti con della pellicola trasparente. Andranno, però, scaldati in forno tradizionale per qualche minuto oppure per una decina di secondi in microonde perché tornino ben caldi e morbidi come quando li avete preparati.

Se, invece, preferite servirli a temperatura ambiente, potete scaldarli e lasciarli poi intiepidire un po’ così che la besciamella abbia modo di sciogliersi nuovamente e rinnovarsi prima di freddarsi nuovamente. Decidete voi in base ai vostri gusti ed a quelli dei vostri ospiti. L’ideale è consumarli ben caldi dopo averli sfornati per apprezzarli al massimo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!