Bonet piemontese

Il Bonet è un dolce delizioso tipico del Piemonte ed in particolare della zona delle Langhe. Vediamo insieme come prepararlo ed alcune varianti altrettanto invitanti ed appetitose

Bonet piemontese
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il bonet, o bunet, è un dolce al cucchiaio di origini piemontesi, che si addice perfettamente alla fine di un pasto.

Il suo sapore intenso e la sua decorazione ne fanno un dolce adatto anche alle occasioni più particolari o ai giorni di festa. Gli ingredienti principali sono gli amaretti, il cacao ed il caramello, che danno vita ad un dolce davvero meraviglioso.

Vediamo insieme come preparare, quindi, un ottimo bonet.

Ingredienti

  • 120 g di amaretti
  • 70 g di cacao amaro in polvere
  • 12 tuorli
  • 180 g di zucchero semolato
  • 850 ml di latte intero
  • ½ bicchierino di rum

Ingredienti per decorare

  • 100 g di zucchero semolato
  • 8 amaretti

Come preparare il bonet

Per iniziare la preparazione del bonet dovete partire dai tuorli, che andranno lavorati a lungo in planetaria insieme allo zucchero così da formare una crema ben areata e spumosa. Dedicatevi nel frattempo agli amaretti, che andranno tritati finemente così da diventare quasi una polvere.

Quando i tuorli ed lo zucchero avranno dato vita ad una crema aggiungete il rum e poco per volta anche il cacao amaro in polvere, setacciandolo per non formare grumi, gli amaretti ridotti in farina ed il latte. Aggiungete gli ingredienti poco per volta in modo tale da dare il tempo al composto di assorbirli perfettamente.

Mentre il composto viene lavorato in planetaria dedicatevi allo zucchero che andrà aggiunto in un pentolino e messo a scaldare senza però mai mescolarlo. Il caramello così ottenuto andrà versato all’interno di un apposito stampo per plumcake che sarà perfetto per dare al bonet la sua classica forma allungata e cercate d farlo aderire per bene a tutta la superficie dello stampo, quindi sia sul fondo che sui bordi.

Fatto questo versate all’interno dello stampo anche il composto appena preparato. A questo punto lo stampo andrà aggiunto all’interno di una teglia più capiente dai bordi alti che andrà riempita con dell’acqua bollente così da arrivare a circa i 2/3 del vostro stampo.

Il dolce andrà lasciato così a bagnomaria e messo in forno a 180°c per circa 55 minuti. Sarà cotto quando inizierà a staccarsi dai bordi. A questo punto sfornate il vostro bonet e toglietelo dalla teglia in cui è rimasto a bagnomaria.

Fate freddare per bene e poi, quando sarà freddo, fatelo riposare in frigorifero per circa 2 ore. Solo dopo questo lasso di tempo lo stampo potrà nuovamente essere messo per qualche minuto a bagnomaria con altra acqua bollente, così che si stacchi facilmente dai bordi dello stampo.

Capovolgete il vostro dolce su un piatto da portata e terminate la decorazione aggiungendo in fila sulla sommità degli amaretti.

Consigli e varianti

Il bonet è un dolce davvero molto ricco e saporito. Se, però, non ne apprezzate la nota alcolica potete sostituire il rum con del caffè. In alternativa al rum, invece, potete utilizzare il liquore che più preferite.

Bonet Bimby

Con il Bimby realizzare questo dolce piemontese sarà ancora più semplice.

Unite acqua, zucchero e liquore all’interno del bimby fino a completa caramellizzazione dello zucchero. Dedicatevi, quindi al bonet vero e proprio. Inserite nel boccale cacao e amaretti e tritate a velocità Turno per 10 secondi.

Aggiungete il latte e fate andare a velocità 3 per 40 secondi. A questo punto aggiungete anche i tuorli e continuate a lavorare per un altro minuto sempre alla stessa velocità. Adesso versate il composto all’interno dello stampo e mettete quindi in forno a cuocere.

Storia del Bonet

Come detto inizialmente il bonet è un dolce tipico del Piemonte, che ha origini molto antiche. Il termine “bonet” significa nel dialetto locale “cappello” e si rifà allo stampo che viene utilizzato solitamente per la preparazione di questo dolce.

Si tratta di una ricetta molto particolare, resa ancora più curiosa dal particolare metodo di cottura utilizzato. Una cottura molto particolare che rivela le antiche origini di un dolce ad oggi ancora considerato intramontabile.

Conservazione del bunet

Il bonet si conserva per un paio di giorni in frigorifero coperto con della pellicola trasparente o posto sotto una campana di vetro.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!