Dolci   •   Torte   •   Senza lattosio

Camille alla carota, arancia e mandorle

Le camille sono state delle famosissime merendine che hanno accompagnato l'infanzia di tantissimi bambini e che ancora oggi vengono consumate con piacere. Preparare, quindi, con le proprie mani delle camille alla carota, arancia e mandorle sarà una vera soddisfazione

Camille alla carota, arancia e mandorle
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Lo stesso profumo, lo stesso colore, lo stesso sapore delle note merendine di una famosa marca di prodotti da colazione: le camille sono tortine soffici e delicate a base di carote e succo di arancia, morbidissime, sane e piene delle vitamine contenute nella frutta e nella verdura arancione!

Perfette come alternativa monoporzione ad un classico ciambellone alle carote arricchito dalla presenza della farina di mandorle. Dolci e salutari allo stesso tempo, sono perfette per la colazione e per la merenda dei più piccoli, ma allo stesso tempo ottime come dolcetti da thé o accompagnate da un buon caffè per gli adulti, e sono inoltre adatte per gli intolleranti al lattosio! Scopriamo quindi insieme la ricetta per preparare queste deliziose tortine.

Ingredienti

  • 130 g di carote
  • 40 g di olio di semi
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia
  • 50 ml di succo d’arancia
  • 70 g di uova
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di farina di mandorle
  • 100 g di farina 00
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Per preparare le Camille alle carote, arancia e mandorla iniziate pelando le carote fino a raggiungere il peso richiesto in ricetta. Inseritele nel tritatutto insieme all’olio di semi e il succo di arancia, frullate bene per ottenere una purea.

Scaldate il forno a 175°C e oliate leggermente degli stampini monoporzione in silicone, di qualsiasi forma, oppure anche quelli da muffin o in alluminio usa e getta, avendo cura con questi ultimi due anche di infarinare bene.

Camille alla carota, arancia e mandorle

Con le fruste elettriche o in planetaria montate le uova con lo zucchero e la scorza di arancio fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Inserire nel composto la farina di mandorle e amalgamare con un mestolo, inserire la purea di carote e mescolare bene. Per ultimi, inserite la farina con il pizzico di sale e il lievito vanigliato ben setacciati insieme, mescolando il composto dal basso verso l’alto.

Con l’aiuto di un cucchiaio o di un romaiolo versate il composto negli stampini fino a un terzo dal bordo, in quanto poi cresceranno in cottura. Cuocete per circa 15-20 minuti – i tempi di cottura variano dalla dimensione degli stampini, per cui effettuate la prova stecchino e regolatevi di conseguenza – poi estraete dal forno e lasciate raffreddare su una griglia.

Camille alla carota, arancia e mandorle

Conservazione

Sformate i tortini dagli stampi e conservateli anche per due o tre giorni sotto una campana di vetro.

Alice Parretta

I consigli di Alice

Montate bene uova e zucchero per diversi minuti, in modo che il composto incorpori molta aria e risulti quindi poi ancora più soffice dopo la cottura. La mandorla ha effettivamente un ruolo importante nel sapore delle Camille, ma se non avete la farina di mandorle potrete sostituire il quantitativo con altrettanta farina 00, oppure con della farina di riso per un effetto più leggero.

Altre ricette interessanti
Commenti
Rossella Gallori
Rossella Gallori

25 maggio 2018 - 07:55:26

Un pò di nord un pò di sud , cose semplici per pzlati esigenti

0
Rispondi
Rossella Gallori
Alice Parretta

25 maggio 2018 - 11:13:35

Sempre attuali e intramontabili...cose semplici e delicate che addolciscono le mattine!

0