Dessert alle pesche con alchechengi e zafferano

Il dessert alle pesche con alchechengi e zafferano è un dessert molto particolare, servito su un letto croccante a base di amaretti. Ecco la ricetta

Dessert alle pesche con alchechengi e zafferano
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il dessert alle pesche con alchechengi e zafferano è un dessert buono ma anche bello da portare in tavola.

Il dessert ideale per chiudere un pasto importante. Da gustare fino in fondo, cucchiaiata dopo cucchiaiata.

Preparato direttamente in singole porzioni per dare al dessert un aspetto perfetto, magari decorato con ciuffetti di panna montata, sarà davvero ideale anche per le situazioni più formali.

Vediamo, quindi, insieme come preparare questo particolare dessert.

Ingredienti

  • 250 g di ricotta
  • 2 pesche
  • 100 zucchero
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 bicchierino di latte
  • 200 g di panna da montare
  • 2 foglie di colla di pesce
  • 3 alchechengi
  • 2 cucchiai di liquore

Ingredienti per le cialde di amaretti

  • 200 g di amaretti
  • 4 cucchiai di marsala
  • q.b. di latte

Preparazione

Per iniziare la preparazione del dessert alle pesche con alchechengi e zafferano dovete intiepidire il latte insieme allo zafferano e lasciarlo sciogliere.

Mettete i fogli di colla di pesce in acqua fredda e lasciare che si ammorbidiscano. Sgocciolate la ricotta, mettetela in una ciotola grande e mescolatela un poco.

Lavate e togliete la buccia alle pesche, tagliatele grossolanamente e unitele alla ricotta. Lavate l’alchechengi, eliminare la buccia e mettere la polpa nel contenitore della ricotta. Utilizzando il frullatore ad immersione riducete la ricotta e la frutta a crema.

Nel latte tiepido aggiungete la colla di pesce, ammorbidita e ben strizzata, e lasciatela sciogliere.

Montate la panna con lo sbattitore elettrico, trasferitela nella ciotola insieme alla ricotta. Incorporate il latte con lo zafferano e la colla di pesce. Aggiungete anche il liquore e mescolate ancora. Quando l’impasto comincia a solidificarsi, mantenendosi comunque morbido, travasatelo nei piccoli stampi scelti, anche di forme diverse per un bell’effetto scenografico. Tenete in frigo sino al momento di servire.

Dedicatevi ora alla preparazion delle cialde di amaretti.

Col mixer tritate gli amaretti. Trasferire in una ciotola. Unire il latte ed il marsala e mescolare. Bisogna ottenere un impasto morbido e che stia insieme senza sbriciolarsi. Se serve aggiungete amaretti o altro latte, ma poco per volta sino a quando si ottiene la giusta consistenza. Fate una palla e tenete in frigo per circa 20 minuti.

Mettete l’impasto tra due fogli di pellicola e col matterello stendetelo ottenendo una sfoglia sottile. Con un coppa pasta, dal diametro maggiore rispetto alle formine scelte per i dessert, ricavare tanti dischi quanti sono i dessert e adagiateli delicatamente su ogni piattino. Capovolgete delicatamente il dessert ottenuto sulle sfoglie di amaretti e servite.

In alternativa potete preparare dei budini al cioccolato o dei budini alla vaniglia.

Conservazione

Il dessert alle pesche con alchechengi e zafferano si conserva per al massimo un paio di giorni.

Vincenzina Rocchella

I consigli di Vincenzina

E' un dessert spesso richiesto in famiglia e consiglio di farlo perchè veramente buono. Anche con altri tipi di frutta, magari di stagione. Volendo, potete decorare la base con ciuffetti di panna montata, in questo caso suggerisco di fare la sfoglia ancora più larga. Sia per la facilità che per la bontà è un dolce ideale per finire con gusto ed eleganza, un pranzo importante.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!