Mini cream tart di San Valentino

Le cream tart sono dei dolcetti perfetti per mille occasioni e sono sempre più apprezzati. In questa versione monoporzione a forma di cuore saranno perfetti per la festa degli innamorati. Stupire il proprio lui o la propria lei con questo dolce di San Valentino sarà davvero semplice. Scopriamo, quindi, insieme come procedere passo dopo passo

Mini cream tart di San Valentino
Difficoltà
Preparazione
Cottura
8 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

La Cream Tart è un’ottima idea di dessert, qualsiasi sia l’occasione: in questa versione sono delle graziose monoporzioni a forma di cuore, ideali da servire nel giorno più romantico dell’anno.

Le preparazioni di base sono piuttosto semplici, ma vi permetteranno di ottenere un grande effetto scenico, che saprà stupire la vostra dolce metà. Le mini cream tart di San Valentino sono formate da due strati di pasta frolla alle nocciole, guarnite con una voluttuosa namelaka al cioccolato al latte, che si sposa benissimo con il gusto della nocciola.

Servitele per la colazione del 14 Febbraio oppure come delicato fine cena, per regalare una dolce coccola alla persona amata! Scopriamo insieme come procedere passo dopo passo.

Ingredienti per la namelaka

  • 7 g di gelatina
  • 240 g di cioccolato al latte
  • 120 g di acqua
  • 10 g di glucosio
  • 277 g di panna da montare

Ingredienti per la pasta frolla

  • 100 g di burro
  • 85 g di zucchero a velo
  • 1 pizzico di sale
  • 30 g di farina di nocciole
  • 225 g di farina 00
  • 50 g di uova
  • q.b di aroma vaniglia

Ingredienti per decorare

  • q.b. di zuccherini colorati

Mini cream tart di San Valentino

Preparazione

Per realizzare le mini Cream Tart di San Valentino iniziate a preparare la namelaka al cioccolato al latte. Reidratate la gelatina in fogli in acqua fredda. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria oppure a microonde, avendo cura di mescolare spesso.

In un pentolino riscaldate l’acqua con il glucosio ed unite, quindi, la gelatina reidratata, mescolando affinché si sciolga. Versate il tutto, un po’ per volta, sul cioccolato sciolto. Aggiungete la panna liquida fredda e mixate per qualche istante, ottenendo un composto omogeneo. Ponete la namelaka in un contenitore e lasciatela riposare in frigorifero almeno sei ore.

Preparate ora la pasta frolla alla nocciola. In una ciotola (o in planetaria con la foglia), lavorate il burro con lo zucchero a velo. Unite le uova e lavorate ancora. Aggiungete la farina di nocciole, la farina setacciata, il sale e l’essenza di vaniglia ed amalgamate, fino ad ottenere un panetto omogeneo; avvolgete il panetto nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero almeno un’ora.

Stendete il panetto su un piano leggermente infarinato e con un coppapasta a forma di cuore, ritagliate la pasta frolla; con un coppapasta più piccolo sempre a forma di cuore, ritagliate la parte centrale di tutti i cuori ottenuti prima. Spostate i cuoricini ottenuti su una placca rivestita di carta forno e lasciateli riposare in frigorifero per 10 minuti circa.

Preriscaldate il forno a 160°C. Infornate le basi di frolla per circa 10 minuti, finché non risulteranno dorate. Sfornate, lasciate intiepidire e spostate i cuori su un piatto.

Componete ora le cream tart. Con l’aiuto di una sac à poche munita di beccuccio tondo, formate un giro di namelaka sul primo biscotto, poggiate delicatamente un secondo biscotto sullo strato di crema e realizzate un giro di namelaka anche su questo. Decorate le cream tart con cuoricini di zucchero. Servite subito, oppure ponete in frigorifero ben coperte.

Mini cream tart di San Valentino

Conservazione

Le mini cream tart di San Valentino si conservano in frigorifero per circa tre giorni.

Michelina Siracusano

I consigli di Michelina

Per ottenere una frolla friabile è importante lavorare velocemente l'impasto, per non surriscaldare il burro e rispettare i tempi di riposo della pasta frolla alle nocciole. Sia la namelaka, sia la pasta frolla, posso essere preparate in anticipo (anche di un paio di giorni), purché conservate in frigorifero ben coperte ed al riparo dall'umidità.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!