Mojito: ricetta originale cubana

Il mojito è facile e veloce da realizzare e vi consentirà di preparare un drink fatto in casa secondo la ricetta originale cubana o in tante varianti

Mojito: ricetta originale cubana
Difficoltà
Preparazione
6 persone
Porzioni
Costo

Presentazione

Il mojito potrà essere realizzato secondo la ricetta originale cubana ma anche in versione analcolica così da renderlo perfetto anche a chi non volesse consumare alcol.

Secondo la leggenda questo particolare cocktail fu inventato nel XVI secolo da Sir Francis Drake. Secondo quanto viene narrato la versione originale prevedeva del rum grezzo, dello zucchero bianco, hierba buena, acqua e lime. La bevanda diventò popolare soltanto a metà dell’800 e nel corso del tempo è diventato sempre più famoso fino ad essere ad oggi uno dei cocktail più amati e consumati al mondo.

Sull’origine del nome, invece, le teorie sono davvero tantissime. Secondo alcuni, infatti, il termine deriverebbe da “mojo”, ovvero un condimento realizzato a base di aglio ed agrumi che si usa molto nella cucina cubana per marinare alcuni piatti; secondo altri invece deriverebbe dal termine “mojadito”, che significa umido.

La preparazione è molto semplice ma risultato finale vi permetterà di poter stupire vostri ospiti con un drink fatto in casa davvero buonissimo.

Vediamo, quindi, come si fa il mojito.

Ingredienti

  • 60 ml di rum
  • 10 foglie di menta
  • 4 cucchiaini di zucchero di canna
  • q.b di acqua gassata
  • q.b di ghiaccio
  • succo di 1 lime

Preparazione

Il mojito cubano si prepara in poche mosse ma darà vita ad un risultato davvero straordinario. La preparazione in realtà è molto semplice e vi porterà via poco tempo ma vi permetterà di ottenere un risultato davvero straordinario.

All’interno di un bicchiere da drink, il cosiddetto tumbler alto, infatti, dovrete aggiungere le foglie di menta e pestarle insieme allo zucchero di canna. Bisognerà schiacciare più e più volte così che la menta rilasci tutto il suo sapore e tutto il suo aroma. Aggiungete quindi il succo di lime e continuate a pestare per qualche secondo fino a quando anche questi ingredienti si saranno perfettamente incorporati al resto degli ingredienti.

Aggiungete quindi il ghiaccio precedentemente tritato in cubetti ed il rum. Aggiungete dell’acqua gassata o della soda e mescolate il tutto decorando poi con un rametto di menta. Il vostro mojito fatto in casa è quindi pronto per essere servito ai vostri ospiti.

In alternativa potete preparare un long island.

Varianti

Le varianti possibili del classico mojito cubano sono davvero tantissime. In alcuni casi, infatti, si utilizza dello zucchero bianco oppure della birra cubana per arricchire la preparazione oppure un pizzico di angostura.

Mojito sbagliato

Tra le versioni possibili di questo drink una delle più diffuse soprattutto in Europa, conosciuta anche con il nome di caipirissima, prevede di pestare il lime all’interno del bicchiere insieme alla menta fino a quando questa aver sprigionato completamente tutto il suo aroma.

Mojito allo zenzero e alla frutta

Questo drink può essere realizzato anche sostituendo il line con dello zenzero oppure utilizzando della frutta fresca di stagione per creare dei cocktail alla frutta. In questo caso potrete utilizzare frutta come le fragole o le pesche oppure addirittura frutti esotici come il cocco o il mango. Il risultato finale sarà davvero straordinario, fresco e leggero ed addirittura vi permetterà di poter stupire i vostri amici ed i vostri ospiti con un cocktail diverso dal solito.

Il risultato che otterrete, però, sarà sempre un grandissimo successo.

Conservazione

Il mojito va consumato subito dopo la sua preparazione per evitare che il ghiaccio si sciolga e che quindi si perda la sua caratteristica principale.

I consigli di Fidelity Cucina

Dosate sapientemente la quantità di rum e se volete invece realizzare una versione analcolica potete sostituire questo ingrediente con dell'altra soda o acqua gassata. In questo modo, infatti, renderete questo cocktail perfetto davvero per tutti, anche per coloro che non possono consumare alcolici. Non pestate eccessivamente e troppo a lungo la menta per evitare di lacerarla.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!