Come cucinare le lenticchie

Tecniche e consigli su come cucinare le lenticchie al meglio, qual è il giusto tempo di cottura e la fase di ammollo per ottenere un risultato perfetto. Tante ricette sfiziose

Come cucinare le lenticchie

Presentazione

Consigli su come cucinare le lenticchie? Apparentemente potrebbero sembrare superflui. Per volti, infatti, si tratta di un’operazione di routine che si fa spesso in cucina per preparare ricette con lenticchie.

I meno esperti, però, potrebbero non conoscere non soltanto le tante varietà di lenticchia esistenti ma anche il tempo di cottura, se necessitano ammollo e per quanto tempo. Insomma, di cose da sapere sulle lenticchie ce ne sono davvero tante, non ultime anche e loro tante proprietà benefiche che le rendono un super alimento che non deve mancare mai nella nostra dieta.

Scopriamo, quindi, tutto ciò che c’è da sapere sulle lenticchie, come cucinare e tante idee per piatti strepitosi.

Come cucinare le lenticchie

Come cucinare le lenticchie

Come abbiamo detto prima, per poter stabilire bene tempi di cottura e di ammollo è necessario partire dalla base, ovvero dal tipo di lenticchia da scegliere. Solo così potremo avere un risultato perfetto.

Lenticchie-verdi

Lenticchie verdi

Le lenticchie verdi sono piccole e molto saporite con un colore verde ed un sapore molto intenso che mantiene molto bene la cottura.

Queste lenticchie non hanno bisogno di un tempo di ammollo.

Per velocizzare la cottura potete tenere in ammollo per un paio d’ore.

lenticchie-rosse

Lenticchie rosse

Le lenticchie rosse sono molto diffuse soprattutto in Oriente, sono lenticchie molto piccole e vengono solitamente utilizzate per la preparazione di creme e vellutate.

Di solito si trovano in commercio già decorticate per cui non sarà necessario metterle in ammollo e cuoceranno molto velocemente. Qualora non lo fossero, invece, andranno tenute in ammollo da 2 a 4 ore a seconda dello spessore della buccia.

Lenticchie-nere

Lenticchie nere

Dette anche Beluga, le lenticchie nere sono estremamente fibrose e per questo hanno anche un basso contenuto di grassi. Sono molto veloci da cuocere (circa 20-30 minuti) e non hanno bisogno di una fase di ammollo.

Lenticchie-marroni

Lenticchie marroni

Le lenticchie marroni sono sicuramente le più diffuse e conosciute. Sono molto ricche di ferro e solitamente abbastanza piccole.

Non hanno bisogno di ammollo, se non per velocizzae la cottura ( circa 30 minuti in questo caso). Potranno essere utilizzate per la preparazione di pasta e patate.

Lenticchie-lessate

Come cucinare le lenticchie lessate

Una volta scelta la varietà di lenticchia possiamo provcedere alla cottura.

Dovrete aggiungere le lenticchie in una pentola ben capiente ed aggiungere acqua fino a corpirle completamente. In fase di cottura valuterete se aggiungere dell’altra acqua.

Ponete a fiamma media per circa 20-30 minuti ( il tempo però varirà in base alla tipologia di lenticchia scelta). Non aggiungete sale in questa prima fase. Salerete successivamente, a cottura quasi avvenuta. Questo particolare è estremamente importante: la presenza del sale adesso renderebbe a buccia esterna più dura, allungando di parecchio la cottura.

Per condire le lenticchie potete, invece, utilizzare spezie aromatiche di ogni tipo, ma anche pomodoro, cipolla, porro o carote, a seconda dei vostri gusti.

Quando le lenticchie saranno quasi cotte aggiungete la pasta se volete preparare un primo piatto.

Lenticchie-al-vapore

Come cucinare le lenticche al vapore

Ebbene si, le lenticchie possono essere cucinate anche al vapore. Dovrete ripotrle nell’apposito cestello e far andare per diverso tempo. Questa tecnica di cottura ha lo svantaggio di allungare parecchio i tempi di cottura.

lenticchie-pentola-a-pressione

Come cucinare le lenticchie con la pentola a pressione

Se, invece, volete velocizzare la cottura potete aggiungere le lenticchie secche all’interno della pentola a pressione, aggiungere acqua fino a coprirle completamente, aggiungere aromi a vostra scelta e chiudere con il coperchio.

In circa 15 minuti le vostre lenticchie saranno cotte.

Lenticchie-con-il-Bimby

Come cucinare le lenticchie con il Bimby

Come ben sapete, il Bimby può essere un ottimo alleato in cucina.

Procedete innanzitutto all’ammollo, se la tipologia di lenticchia scelta lo richiede.

Aggiungete poi le lenticchie all’interno del boccale, coprendole completamente con dell’acqua e cuocete a temperatura 100°C Velocità Mescolamento Senso Antiorario per 20 minuti.

Se dovete aggiungere della pasta, regolatevi di conseguenza così che le lenticchie non si sfaldino. Quando, infatti, saranno tenere ma non ancora completamente cotte aggiungete la pasta e salate.

Servite semplicemente con un filo d’olio extravergine d’oliva.

Come cucinare le lenticchie al microonde

Sciacquate le lenticchie secche e mettetele in ammollo. Privatele dell’acqua e mettetele in un contenitore idoneo alla cottura al microonde. Coprite completamente con acqua, coprite con il coperchio o con pellicola e fate andare per 20 minuti alla potenza di 600W.

Prima di iniziare la cottura aggiungete cipolla, porro o carote ma anche le spezie che preferite. Salate a cottura avvenuta e condite con un filo d’olio.

Come cucinare le lenticchie in scatola

Le lenticchie in scatola hanno il grande vantaggio di essere già completamente cotte. In questo modo velocizzerete la preparazione dei vostri piatti. Potete, infatti, condirle come meglio preferite e scaldarle semplicemente.

Ricette-lenticchie

Ricette con lenticche

Grazie alle lenticchie ricette sfiziose non mancheranno di certo sulla vostra tavola.

Potrete, infatti, realizzare dei contorni, dei primi, delle zuppe perfette per i giorni più freddi dell’inverno ma anche piatti tipici come ad esempio il famosissimo cotechino con lenticchie.

Scopriamo insieme alcune idee.

Lenticchie in umido

Come cucinare le lenticchie in umido

Una ricetta semplicissima ed alla portata di tutti che sarà ideale da preparare per San Silvestro o semplicemente per un contorno sano e sfizioso.

Le lenticchie andranno cotte insieme a cipolla, carota a sedano ridotte in un battuto finissimo. A metà cottura potete aggiungere della polpa di pomodoro o del concentrato di pomodoro, a seconda dei vostri gusti e poi della pancetta a cubetti.

Il risultato sarà davvero straordinario.

Lenticchie-e-cotechino

Come cucinare le lenticchie e cotechino

A fine anno non può mancare il cotechino con lenticchie. Si tratta, infatti, di un vero e proprio classico irrinunciabile, che secondo la tradizione popolare è di buon augurio per l’anno nuovo che sta per iniziare.

La ricetta è semplice ma il risultato finale sarà molto d’effetto.

Pasta-e-lenticchie

Pasta e lenticchie

Un piatto di pasta e lenticchie è un vero classico della cucina mediterranea.

Le lenticchie andranno cotte, a metà cottura andrà aggiunta anche la pasta, sale e del concentrato di pomodoro per chi lo gradisse. A cottura ultimata avrete ottenuto un primo piatto davvero delizioso e super gustoso che piacerà proprio a tutti.

Polpette di lenticchie

Chi non consuma la carne, per gusto o per scelta alimentare, troverà nelle polpette di lenticchie un piatto davvero straordinario e super gustoso.

Dovrete dapprima cuocere le lenticchie e successivamente aggiungerle agli altri ingredienti così da creare un impasto compatto da cui poter ricavare le vostre polpette. Il risultato? Straordinario!

Come cucinare le lenticchie

Proprietà benefiche delle lenticchie

Le lenticchie sono ricchissime di proteine vegetali e vengono quindi sempre inserite in un piano alimentare ben bilanciato.

Contengono anche molte fibre e vitamine, in particolare sono particolarmente ricche di vitamina A, B1, B2, PP e C ma anche di tanti sali minerali come ferro, calcio e potassio.

Dal momento che contengono pochissimi grassi, spesso vengono scelte per la preparazione di ricette light da chi vuole perdere qualche chiletto di troppo.

Altre ricette interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!